Carocci editore - Migrazioni, complessità, territori

Password dimenticata?

Registrazione

Migrazioni, complessità, territori

Migrazioni, complessità, territori

Prospettive per l'azione educativa

a cura di: Davide Zoletto

Edizione: 2022

Collana: Studi Superiori

ISBN: 9788829016112

  • Pagine: 240
  • Prezzo:23,00 21,85
  • Acquista

In breve

Chi opera in ambito educativo incontra oggi la diversità socioculturale e le migrazioni in tanti ambiti e servizi; e i territori stessi appaiono caratterizzati da una complessità che assume a seconda delle circostanze tratti peculiari, che non è sempre facile cogliere e interpretare perché sfuggono in tutto o in parte a molti tradizionali punti di osservazione. Il volume descrive le trasformazioni che si vanno via via palesando in contesti educativi, servizi e territori segnati da tale crescente complessità. Dai servizi per la prima infanzia a quelli per i giovani, dai doposcuola alle attività educative nei mesi estivi, dalle famiglie all’educazione permanente, dalla diversità linguistica all’innovazione digitale, il testo affronta i temi emergenti del lavoro educativo sia in ambiti di migrazione ormai stabile e di seconda generazione, sia con persone di recente migrazione (come minori non accompagnati, richiedenti asilo, rifugiati), offrendo chiavi di lettura e prospettive per l’intervento a educatori e altri professionisti chiamati a confrontarsi quotidianamente con le sfide poste dai contesti ad alta complessità.

Indice

Introduzione di Davide Zoletto
Nuove condizioni e sfide per il lavoro educativo
Intersezioni e altri sguardi sui territori
Campi di intervento e prospettive
Riferimenti bibliografici
Parte prima
Educare in territori ad alta complessità socioculturale
1. I servizi educativi per la prima infanzia. Fare esperienza insieme, attraverso le diversità
di Luisa Zinant
Una pluralità di famiglie/Accogliere i bambini e i loro genitori/Mettersi in ascolto e in dialogo/Parole e pratiche quotidiane per costruire un terreno comune/Riferimenti bibliografici
2. Doposcuola e mesi estivi. Occasioni preziose nei contesti ad alta complessità di Luisa Zinant
Non solo compiti, non solo background migratorio/Realtà non formali e scuola, insieme/Verso una progettazione oltre il “qui e ora”/I mesi estivi come opportunità per tutti i bambini/Riferimenti bibliografici
3. Servizi per adolescenti e giovani. Traiettorie plurali, relazioni, pratiche condivise di Davide Zoletto
Giovani che partecipano a molte “reti di significato”/Un intreccio di criticità e punti di forza/Il tempo libero e le relazioni con i pari/Aspetti emergenti nei servizi e sui territori/Trasformare le rappresentazioni/Riferimenti bibliografici
4. Percorsi e contesti per i minori non accompagnati nella prospettiva di un progetto di vita di Francesca Peresson
Intraprendere la migrazione in età adolescenziale/Un fenomeno articolato/Dalla prima alla seconda accoglienza/Comunità educative tra valorizzazione della quotidianità, relazione e progettualità/Diventare adulti/Una sfida educativa/Riferimenti bibliografici
5. Territori complessi e di migrazione, un laboratorio per l’educazione permanente di Davide Zoletto
«Imparare a vivere insieme» in territori ad alta complessità/Analizzare i «significati pedagogici» di un territorio/Nuovi spazi per l’educazione permanente/Forme inedite di partecipazione?/Riferimenti bibliografici
6. Reti per l’accoglienza e l’inclusione di richiedenti asilo e rifugiati. Dall’accoglienza alla vita nei territori di Francesca Peresson
Una «cartina di tornasole» per le società contemporanee/Sistemi di accoglienza/Multidimensionalità dei processi di inclusione/Inclusione e partecipazione alla vita dei territori/Un’occasione interculturale/Riferimenti bibliografici
7. Contesti di socializzazione e alfabetizzazione per l’emancipazione e la cittadinanza dei migranti adulti
di Gianluca Baldo e Federico Salvaggio
Una presenza strutturale diversificata/Alfabetizzazione e inclusione dei migranti adulti/Calibrare i corsi su competenze e bisogni degli apprendenti/Un’offerta dislocata sul territorio/Lingue e inclusione nei percorsi di seconda accoglienza/Criticità e strategie/Riferimenti bibliografici
8. I servizi tra nuove domande e supporto alle risorse esistenti. Quando si intersecano più vulnerabilità di Valentina Dotto
Nuovi bisogni e inedite opportunità: la prospettiva dei servizi sociali oggi/L’educatore come agente di inclusione tra vulnerabilità e resilienza/I contesti di intervento dell’educatore nell’ambito dei servizi sociali/Riferimenti bibliografici
Parte seconda
Prospettive per l’azione educativa
9. Lo sguardo storico per situare l’azione educativa nei contesti complessi di ieri e di oggi
di Paolo Bonafede
Decostruire rappresentazioni, ricostruire contesti/Cura e sorveglianza/Sperimentazione e integrazione/Inclusione e complessità/Riferimenti bibliografici
10. La diversità linguistica come ricchezza nei contesti educativi e nel lavoro dell’educatore di Fabiana Fusco
La diversità linguistica nel mondo contemporaneo/«Non è vero che nel mondo le persone normalmente usano una sola lingua»/«Non è vero che, quando si vive in una comunità che parla un’altra lingua, il voler mantenere la propria lingua d’origine equivale al rifiuto di integrarsi in quella comunità»/«Non è vero che è bilingue soltanto chi parla e scrive perfettamente in due lingue». «Non è vero che la persona bi- plurilingue è la “somma” di due o più persone monolingui»/Un auspicio per il futuro/Riferimenti bibliografici
11. Tra linguaggi e ambienti. L’innovazione digitale per costruire relazioni e nuove forme di comunità di Marco Tommasi
Digitalizzazione ed esperienza onlife/Quali competenze digitali per l’educatore?/Un alleato per supportare processi di comunità/Alcuni possibili strumenti/Riferimenti bibliografici
12. Un approccio etnografico nel lavoro educativo. Le mappe di comunità partecipate di Donatella Cozzi
Tre esempi da cui partire/Appaesamento/Parish Maps e mappe di comunità/Mappe di comunità partecipate/Creare una mappa di comunità partecipata passo dopo passo/Riferimenti bibliografici
13. Progettare insieme nella complessità. Partire dai punti di forza e non solo dalle criticità di Flavia Virgilio
Il progetto educativo tra razionalità burocratica e giustizia sociale/Progettare insieme nella complessità/Progettare per una nuova cittadinanza in prospettiva transnazionale/Riferimenti bibliografici
Gli autori