Carocci editore - DIEGO DE SAN PEDRO. Carcere d'amore

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
DIEGO DE SAN PEDRO. Carcere d'amore

DIEGO DE SAN PEDRO. Carcere d'amore

a cura di: Pietro Taravacci

Edizione: 1992

Collana: Biblioteca Medievale Testi

ISBN: 9788879841405

  • Pagine: 246
  • Prezzo:19,30 16,41
  • Acquista

In breve

Pubblicato a Siviglia cinquecento anni fa, nel 1492, e subito divenuto un vero e proprio best-seller in tutta Europa, come testimoniano le sue numerosissime traduzioni, il Carcere d'amore di Diego de San Pedro rappresenta il vertice del genere «sentimentale» tipico della cultura dei Re Cattolici e uno dei grandi modelli per i narratori del secolo successivo non escluso Cervantes. Lo schema tradizionale della visione allegorica, formalmente adottato, si apre qui ad accogliere i motivi cortesi più vivi e controversi dei Cancioneros del tardo medioevo spagnolo. Si disegna così, fra avventurose peripezie e pause di modernissima introspezione psicologica, la patetica vicenda del protagonista, Leriano che - «martire» di un amore non corrisposto - assapora le sue sofferenze consumandosi fino alla morte; ma prima di morire, si fa quasi tomba del proprio segreto amoroso facendo a pezzettini le lettere ricevute dalla sua belle dame sans merci e bevendole sciolte in una coppa piena d´acqua.

Indice

Introduzione/ Nota informativa/ Carcere d'amore/ Note