Carocci editore - ETIENNE DE FOUGÈRE. Il libro degli stati del mondo

Password dimenticata?

Registrazione

ETIENNE DE FOUGÈRE. Il libro degli stati del mondo

ETIENNE DE FOUGÈRE. Il libro degli stati del mondo

I modi dei tipi sociali

a cura di: Gian Carlo Belletti

Edizione: 1998

Collana: Biblioteca Medievale Testi

ISBN: 9788879841078

  • Pagine: 154
  • Prezzo:14,10 13,40
  • Acquista

In breve

La teoria degli «Stati del mondo» ha origini lontane e diffusione imponenti. L'idea è quella di una società il cui buon funzionamento è affidato alle prestazioni complementari delle tre grandi categorie di individui (quelli che pregano, quelli che combattono e quelli che lavorano la terra) che la compongono. Categorie, ciascuna delle quali è investita di una funzione, che non può essere supplita dalle altre: di qui la staticità e l´impenetrabilità delle classi. L'assetto sociale tripartito, ovviamente in quanto congruo al modello feudale, ricorre precocemente nella letteratura mediolatina, giungendo, agli inizi dell´XI secolo, ad esigenti elaborazioni precettive e si trova per la prima volta formulato in un testo volgare nel Livre des Manieres di Etienne de Fougère (m. 1178), che pare additare alle nascenti pretese «assolutistiche» delle monarchie plantageneta e capetingia l´economico espediente di una rifunzionalizzazione dello schema come un ancor valido induttore di un equilibri interno di ceti sudditi, promossi pilastri del trono».

Indice

Introduzione/ Note/ Nota informativa/ Bibliografia/ Il libro degli stati del mondo/ Note