Carocci editore - Pedagogia delle diversità

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Pedagogia delle diversità

Anna Granata

Pedagogia delle diversità

Come sopravvivere un anno in una classe interculturale

Edizione: 2016

Ristampa: 4^, 2019

Collana: I Manuali (166)

ISBN: 9788874667390

  • Pagine: 172
  • Prezzo:19,00 16,15
  • Acquista

In breve

Settembre, ottobre, novembre… e infine giugno. Un intero anno scolastico si snoda nelle pagine di questo libro che ci conduce sulla soglia di un’aula vociante e vivace. Da lì osserviamo i bambini crescere e cambiare e così il loro maestro. E sembra di ascoltare i dilemmi di quell’insegnante assorto e generoso che si pone le stesse domande e condivide i tormenti di tutti i maestri di scuola. Come formare una classe, quanto spazio dare alla festa di Natale, come interagire con famiglie di culture diverse, come comportarsi di fronte alle differenze di genere, di apprendimento e di lingua, in quale modo favorire l’inserimento di un nuovo bambino, magari a metà anno, che non sa una parola di italiano, che non ha mai messo prima un paio di scarpe. Nella forma di un diario, a tratti ironico e paradossale, il volume propone strumenti concreti, riflessioni ed esercizi per chi ancora crede che coltivare le diversità in classe sia uno dei mestieri più belli del mondo.

Indice

Prologo. I veri dilemmi di una scuola per tutti

1. Settembre. Esiste la ricetta per una buona classe?

Il sogno di somiglianza di ogni insegnante/Maschi e femmine: la prima scoperta dell’altro/Compagno di banco disabile: un’avanguardia tutta italiana/Che cosa ci si perde a segregarsi in classe/Stare tra “simili” a certe condizioni

2. Ottobre. Hai mai visto una famiglia normale?

Molti modi di stare al mondo/Ogni bambino è figlio di più culture/Se genitori e insegnanti (non) collaborano/Le insidie della pedagogia “cous cous”/Non tutte le diversità ci vanno a genio

3. Novembre. Conformisti o diversi a tutti i costi?

L’ansia di normalità dei nostri alunni/Scoprire le diversità, scoprirsi diversi/Pensare in più lingue come antidoto al conformismo/ “Né carne né pesce”: il rischio della doppia estraneità/ “Velate e veline”: non è facile diventare sé stesse

4. Dicembre. Tra l’asino e il bue… Cappuccetto Rosso?

Non c’è più il Natale di una volta/Le grandi domande dei più piccoli/Laicità come metodo educativo/“Non lasciamoli soli”: accompagnare i percorsi identitari/Analfabeti del sacro o catechizzati? Una terza via
5. Gennaio. Indovina chi arriva in classe?

Il momento della sorpresa/Preparare i bambini all’accoglienza/Si rallenta o si impara di più?/Nessun bambino è un “vaso vuoto”/L’esperienza dell’altrove: praticare l’empatia

6. Febbraio. A chi piace dare i numeri?

Disuguali in partenza/I promossi e i bocciati nella scuola di tutti/Povertà culturale o cultura diversa?/Molti modi di essere intelligenti…/… molti modi per imparare

7. Marzo. Chi ha paura dell’uomo nero?

La nostra mente funziona così/I pregiudizi dell’insegnante/L’escalation del razzismo/I bambini hanno pregiudizi?/Gestire il razzismo in classe 1

8. Aprile. Chiusi in aula o all’aria aperta?

Bambini di campagna, bambini di città/Camminando per strade e piazze/Alla pari sui campi da gioco/Naturalmente sensibili alla natura/Le cose da fare prima dei 12 anni

9. Maggio. Cambio scuola o cambio la scuola?

Il mestiere del cambiamento/Scuola, istituzione conservatrice/Non esistono “casi persi” in educazione/Un insegnante cresce solo se sogna/Nessuna cultura è compiuta

Epilogo. La scuola è finita, viva la scuola!

Glossario

Bibliografia