Carocci editore - Dirigere le professioni sanitarie

Password dimenticata?

Registrazione

Dirigere le professioni sanitarie

Alessandro Delli Poggi, Stefano Lazzarini, Massimiliano Talucci

Dirigere le professioni sanitarie

Dal servizio al dipartimento

Edizione: 2007

Collana: Carocci Faber Professioni sanitarie (32)

ISBN: 9788874665242

  • Pagine: 128
  • Prezzo:15,40 14,63
  • Acquista

In breve

La funzione di coordinamento infermieristico di dipartimento ha una storia recente e strettamente connessa al processo di aziendalizzazione avvenuto nella sanità. La possibilità di poter disporre di ruoli di coordinamento infermieristico di area omogenea o di unità operativa complessa, dunque non solamente di unità operativa semplice, è divenuta oggi una realtà che ha rispettato il dettato della legge 251/2001, che prevede, espressamente, la dirigenza infermieristica ’apicale e intermedia’ e di dipartimento.

Indice

Presentazione di Luigi Frati Premessa 1 Dal servizio infermieristico al dipartimento: da dove siamo partiti a dove siamo arrivati 1.1. Il passato 1.2. La realtà emiliana 1.3. Anno 2000: il cambiamento 1.4. La realtà attuale In sintesi Domande di autoverifica 2 La gestione del cambiamento organizzativo: gli strumenti del management infermieristico 2.1. I modelli organizzativi nella funzione infermieristica 2.2. La gestione per obiettivi 2.3. Il sistema premiante 2.4. Il cambiamento organizzativo nelle Aziende sanitarie 2.5. La clinical governance come prospettiva organizzativa In sintesi Domande di autoverifica 3 Il budget 3.1. Che cosa si intende per budget’ 3.1.1. Budget come foundholding (detentori del fondo) 3.1.2. Budget come elemento di programmazione aziendale 3.1.3. Budget come rispetto di tetti di spesa programmati 3.2. Che cosa è stato fatto altrove’ 3.3. Il budget ’globale’ 3.4. Professione infermieristica vrq e umanizzazione delle cure 3.4.1. Il coordinatore infermieristico di dipartimento 3.4.2. Requisiti per la scelta dei coordinatori di dipartimento 3.4.3. Un esempio di budget assistenziale 3.4.4. Responsabilità professionale del coordinatore infermieristico 3.4.5. Considerazioni generali sulla responsabilità professionale 3.5. Il coordinamento infermieristico 3.5.1. Cronistoria del ’coordinamento intermedio’ 3.5.2. Quale coordinamento per quale servizio infermieristico 3.5.3. Quale impegno del coordinatore intermedio per quale incentivo 3.5.4. Quale formazione richiesta al coordinatore 3.6. Conclusione In sintesi Domande di autoverifica 4 Ilprogetto daps dell’Azienda Policlinico Umberto i di Roma 4.1. Presentazione Bibliografia