Carocci editore - Professioni sociali

Password dimenticata?

Registrazione

Professioni sociali

Adelaide Norcia

Professioni sociali

Manuale di general management

Edizione: 2006

Collana: I Manuali

ISBN: 9788874664641

  • Pagine: 160
  • Prezzo:16,40 13,94
  • Acquista

In breve

Un'organizzazione che ha come missione quella di erogare servizi sociali deve, in un contesto estremamente dinamico e variabile come quello attuale, rispondere a crescenti richieste di innovazione. Oggi proliferano cooperative, ONLUS, ONG e associazioni a vario titolo, la cui mission è quella di rispondere adeguatamente alle sempre crescenti richieste di 'servizi alla persona'. Queste nuove istanze sociali hanno provocato una evoluzione legislativa che, da un lato tende a garantire la qualità dei servizi, dall'altro crea un mercato del lavoro nel quale sono impegnati migliaia di professionisti del sociale a vari livelli. Le strutture aziendali devono saper adeguare il proprio sistema organizzativo a standard di qualità sempre più elevati, per non rischiare di essere schiacciate da concorrenti sempre più numerosi ed agguerriti con l'esito, per nulla secondario, anche di perdere posti di lavoro. In questo nuovo contesto, e in special modo nel campo del lavoro sociale, l'esercizio del ruolo del manager, figura fondamentale dell'organizzazione, assume una valenza critica. Il manager di aziende erogatrici di servizi in ambito sociale oggi deve avere competenze idonee che gli consentano di mettere la propria organizzazione in grado di rispondere alle istanze sempre più complesse che provengono dal mercato di riferimento. Il manager moderno, dunque, deve avere la capacità di garantire il successo della propria organizzazione sul doppio versante, interno per il mantenimento dei posti di lavoro, ed esterno, per la soddisfazione di un numero sempre maggiori di clienti.

Indice

Presentazione. Dal burocrate al manager ripensando a Socrate / Premessa. Robinson Crusoe 1 Un approccio alla lettura dell'organizzazione: il sistema 1.1. Gli elementi di contesto 1.2. Le caratteristiche del sistema 1.3. Il sistema sociotecnico 1.4. L'evoluzione del ruolo manageriale: i comportamenti organizzativi 2 I modelli e le azioni di razionalità decisionale e di condivisione 2.1. Pensiero laterale e pensiero verticale: un esempio 2.2. La razionalità del sistema 2.3. Funzioni decisionali ed esiti possibili 2.4. Razionalità, razionalità limitata e intuizione 2.5. I processi decisionali 2.6. Decisioni e obiettivi 3 Controllo, valutazione ed etica della responsabilità 3.1. Controllo aziendale e controllo sociale 3.2. Il controllo interno come elemento strategico 3.3. Valutazione e controllo 3.4. Etica della responsabilità 4 La valorizzazione delle risorse umane 4.1. La seconda variabile del sistema: le persone 4.2. Persone e motivazioni 4.3. I contenuti e le caratteristiche del sistema di professionalità 5 La gestione efficace della leadership 5.1. Il ruolo 5.2. Le leve di sviluppo 5.3. L'esercizio consapevole del ruolo di manager 6 La relazione e la comunicazione 6.1. La comunicazione come elemento strategico 6.2. La comunicazione come processo 6.3. La comunicazione efficace 6.4. La relazione come elemento critico 7 La qualità dei servizi 7.1. Dalla cultura della quantità alla cultura della qualità 7.2. La cultura della qualità come priorità aziendale 7.3. Le variabili e le dimensioni del sistema qualità 7.4. I reclami come leva strategica per il miglioramento della qualità Strumenti per la rilevazione della qualità dei servizi Letture consigliate