Carocci editore - Principi di psichiatria

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Principi di psichiatria

Liliana Secchiaroli

Principi di psichiatria

Manuale per i corsi di laurea in scienze infermieristiche e per gli operatori sanitari

Edizione: 2005

Ristampa: 4^, 2009

Collana: Carocci Faber Professione infermieristica

ISBN: 9788874661923

  • Pagine: 272
  • Prezzo:20,70 17,60
  • Acquista

In breve

Il riconoscimento precoce del disagio psichico non è forse un criterio fondamentale per definire un’assistenza di qualità alla persona’ E tale criterio non prevede forse un ruolo cruciale soprattutto per gli infermieri, che spesso si trovano a gestire situazioni molto difficili e complesse sul piano della comunicazione e dell’accoglimento del disagio emotivo’ La psichiatria necessita di un numero elevato di operatori e tuttavia la didattica nei corsi di laurea per infermieri rimane un problema spinoso per i docenti, costretti spesso a utilizzare, abbreviandolo e riassumendolo, il percorso disegnato per gli studenti di medicina. Il volume, nato da tali premesse e pensato specificamente per i corsi di laurea per infermieri, potrà essere un utile strumento anche per gli operatori già in servizio. Le schede riepilogative e i test di autoverifica presenti al termine di ogni capitolo permettono ai lettori un uso personalizzato del testo, arricchito da un panorama sulla storia della psichiatria, un approfondimento sul tema del suicidio e un’esauriente filmografia.

Indice

Prefazione/ Introduzione/ Parte prima: Fondamenti propedeutici 1. La malattia mentale 1.1. Alla ricerca di una definizione 1.2. Dalla normalità alla follia 1.3. Definizione di malattia mentale 1.4. Classificazioni 22 1.4.1. Classificazione "classica" 1.4.2. Classificazione icd-10 1.4.3. Classificazione dsm-iv-tr 1.4.4.Valutazione multiassiale del dsm 1.5. Tra stigma e clinica 1.6. I modelli di malattia mentale/ Scheda riepilogativa/ 2. La semeiotica psicopatologica 2.1. Le funzioni della mente 2.2. I disturbi della percezione 2.2.1. Modificazioni quantitative o alterazioni della intensità delle percezioni 2.2.2. Modificazioni qualitative o alterazioni della qualità delle percezioni 2.2.3. Illusioni 2.2.4. Allucinazioni 2.3. I disturbi del pensiero 2.3.1. Disturbi della forma del pensiero 2.3.2. Disturbi del contenuto del pensiero 2.3.3. Contenuti del delirio 2.4. I disturbi dell´affettività 2.5. I disturbi dell´intelligenza 2.6. I disturbi della memoria 2.7. I disturbi della psicomotricità 2.8. I disturbi della coscienza Scheda riepilogativa Test di autoverifica 3. La valutazione del paziente psichiatrico 3.1. La relazione operatore-paziente 3.2. Il colloquio 3.3. La raccolta dell´anamnesi 3.4. ´Losservazione del paziente Dalla valutazione psichiatrica al processo di nursing Scheda riepilogativa/ Parte seconda: Patologie e terapie 4. Le principali patologie 4.1. La schizofrenia o le schizofrenie’ 4.1.1. Da Bleuler al dsm-iv-tr 4.1.2. Quadro sintomatologico 4.1.3. Quadro clinico 4.1.4. Forme cliniche 4.1.5. Ipotesi eziopatogenetiche e modello biopsicosociale 4.1.6. Terapia 4.2. Le psicosi deliranti croniche non schizofreniche 4.2.1. Paranoia 4.2.2. Parafrenia 4.2.2. Disturbo delirante secondo il dsm-iv-tr 4.3. La psicosi maniaco-depressiva (pmd) o ciclotimia 4.3.1. La depressione o episodio depressivo 4.3.2. La mania o episodio maniacale 4.3.3. Il trattamento della pmd 4.3.4. Evoluzione e prognosi 4.4. Alcuni disturbi secondo il dsm-iv-tr 121 4.4.1. Disturbi dell´umore 4.4.2. Disturbi d´ansia 4.4.3. Disturbi somatoformi 4.4.4. Disturbi dissociativi 4.4.5. Disturbi di personalità Scheda descrittiva/ Scheda riepilogativa / Test di autoverifica 5. Le opportunità terapeutiche 5.1. Le terapie in psichiatria 5.2. La psicofarmacoterapia 5.1.1. Gli antipsicotici 5.1.2. Gli antidepressivi 5.2.3. Gli stabilizzatori del tono dell´umore 5.2.4. Gli ansiolitici 5.3. La terapia elettroconvulsivante principi di psichiatria 5.4. Le psicoterapie 5.4.1. La psicoanalisi 5.4.2. La terapia comportamentale 5.4.3. La psicoterapia cognitiva 5.4.4. Le psicoterapie a indirizzo dinamico 5.4.5. La psicoterapia psicodinamica breve 5.4.6. Le terapie sistemicorelazionali 5.4.7. La psicoterapia interpersonale 5.4.8. Il ruolo della psicoterapia 5.5. La riabilitazione psicosociale 5.5.1. A chi va diretta la riabilitazione psicosociale’ 5.5.2. Dove si attua la riabilitazione psicosociale’/ Scheda riepilogativa/ Test di autoverifica/ Parte terza: Legislazione psichiatrica e organizzazione dei servizi 6. Legislazione psichiatrica nel xx secolo in Italia 6.1. La conoscenza della legislazione 6.2. Prima della legge 180/1978 6.2.1. Legge 36/1904, Disposizioni sui manicomi e sugli alienati. Custodia e cura degli alienati 6.2.2. R.D. 615/1909, Approvazione dell´annesso regolamento sui manicomi e sugli alienati 6.2.3. Legge 431/1968: provvidenze per l´assistenza psichiatrica 6.3. La legge 180/1978 (legge Basaglia) 6.3.1. Problemi aperti 6.3.2. Concetto di pericolosità 6.4. Dopo la legge 180/1978 6.4.1. Limiti della legge 180/1978 6.4.2. Le critiche/ Scheda riepilogativa Test di autoverifica 7. Organizzazione dei servizi 7.1. La nuova organizzazione 7.1.1. Il Centro di salute mentale (csm) 7.1.2. Il Servizio psichiatrico di diagnosi e cura (spdc) 7.1.3. Le strutture semiresidenziali (ssr): day hospital e centro diurno 7.1.4. Le strutture residenziali (sr) 7.2. Il ruolo degli enti locali Scheda riepilogativa/ Test di autoverifica/ Appendice/ 1. Il suicidio, atto di oggi 2. Storia della psichiatria (di Liliana Secchiaroli e Antonella Ferracci)/ Filmografia/ Bibliografia / Indice analitico