Carocci editore - Gestire e organizzare nel terzo settore

Password dimenticata?

Registrazione

Gestire e organizzare nel terzo settore

Alessandro Hinna

Gestire e organizzare nel terzo settore

Soggetti, strategie, strumenti

Edizione: 2005

Ristampa: 1^, 2008

Collana: Carocci Faber Non profit

ISBN: 9788874661800

  • Pagine: 288
  • Prezzo:20,70 19,67
  • Acquista

In breve

Storia, dimensione, importanza politica, sociale ed economica delle organizzazioni non profit relegano ormai al passato la concezione di un settore "terzo". Partendo da questa consapevolezza il volume intende cogliere tre obiettivi fondamentali: definire e descrivere il settore delle organizzazioni non profit in Italia per ciò che è e non, come parte della letteratura continua a fare, per ciò che non è; andare oltre una riflessione sul governo e la gestione del terzo settore in genere per calare la riflessione teorica nella realtà specifica di alcune tipologie dominanti; offrire agli operatori mappe concettuali e strumenti tecnici di base per riconoscere e valutare le scelte operative compiute e, quindi, individuare i propri spazi di miglioramento. I membri del gruppo di lavoro raccolto dall’autore svolgono attività di ricerca (in ambito accademico e non) e sono tutti impegnati da anni come "operatori" del terzo settore.

Indice

Introduzione/ Parte prima. I soggetti 1 Da organizzazioni non profit ad aziende del terzo settore di Alessandro Hinna 1.1. Origini e sviluppo delle organizzazioni non profit in Italia 1.2. Il terzo settore oggi in Italia 1.3. Confini e protagonisti del terzo settore: il confronto interdisciplinare 1.3.1. Il terzo settore nel pensiero economico 1.3.2. Il terzo settore da un punto di vista statistico 1.3.3. Il terzo settore nel pensiero giuridico 1.4. Dalla classificazione istituzionale alla fenomenologia operativa: il contributo dell’economia aziendale 1.4.1. Caratteristiche distintive dell’azienda non profit 1.4.2. Criteri di classificazione delle aziende non profit 1.5. Le aziende non profit come organizzazioni produttive 1.5.1. Il nodo dell’economicità 1.5.2. La creazione del valore nell´azienda non profit 1.6. Il distinguo tra non profit e terzo settore: la definizione del campo di indagine/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica 2 Il volontariato: anima e pratica di Renato Frisanco 2.1. Definizioni 2.2. L’evoluzione storica del fenomeno solidaristico 2.3. La legislazione sul volontariato 2.4. Le funzioni tradizionali e nuove del volontariato 2.5. Gli osservatori del fenomeno 2.6. Il quadro fenomenologico e i processi in atto 2.7. I nodi problematici e le sfide per il volontariato di oggi/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica/ 3 L’associazionismo pro-sociale di Marco Livia 3.1. Definizione 3.2. L’inquadramento istituzionale 3.3. Il quadro fenomenologico 3.4. Le associazioni di promozione: analisi descrittiva e funzionale 3.4.1. Il fine istituzionale 3.4.2. Il posizionamento operativo all´interno del terzo settore 3.5. Struttura delle risorse e livelli di autonomia gestionale 3.5.1. Il funding mix 3.5.2. Il passaggio dalla norma alla prassi: spazi e limiti di scelta 3.6. Conclusioni e sfide aperte/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica 4 Le cooperative sociali come forme innovative di impresa di Alessandro Hinna 4.1. La cooperativa sociale come prima forma istituzionale di impresa sociale 4.2. L’evoluzione del movimento cooperativo in Italia 4.3. Il quadro fenomenologico 4.4. Caratteri distintivi dell´impresa 4.4.1. La formula imprenditoriale 4.4.2. La struttura delle risorse 4.5. I caratteri organizzativi dominanti 4.5.1. Il network come forma organizzativa diffusa 4.6. Dinamismo ambientale e pressioni al cambiamento 4.7. Quando la cultura non basta: le sfide di domani/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica/ 5 Assetti istituzionali e dimensioni di complessità organizzativa delle fondazioni italiane di Alessandro Hinna 5.1. Definizioni 5.2. Evoluzione storica dell´istituto della fondazione 5.3. Legislazione e strutture di governo delle fondazioni italiane 5.3.1. La fondazione nel diritto civile 5.3.2. La struttura classica di governo 5.4. Il quadro fenomenologico 5.5. Criteri di classificazione dell’azienda fondazione 5.6. Il passaggio da vecchie a nuove fondazioni 5.7. Il percorso ancora da compiere: considerazioni di sintesi In sintesi/ Esercizi di autoverifica/ Parte seconda. La gestione 6 Strategia e gestione strategica delle aziende non profit di Alessandro Hinna 6.1. Definizioni 6.2. Origini e sviluppi degli studi sulla strategia di impresa 6.2.1. La scoperta delle risorse interne come base per il vantaggio competitivo 6.2.2. Dalla resource based theory alla knowledge based theory 6.2.3. Dal contenuto al metodo: differenti approcci al processo di formulazione strategica 6.3. Tratti distintivi del problema strategico nel non profit 6.3.1. Dal vantaggio competitivo al "vantaggio istituzionale" 6.3.2. Elementi costitutivi della strategia aziendale 6.4. Dimensioni e contenuti dell’analisi strategica nelle aziende non profit 6.4.1. Il concetto di strategia adottato e le sue relazioni con l´organizzazione 6.4.2. Tassonomie organizzative e complessità strategica 6.5. Missione, visione, valori e strategia: i livelli di decisione strategica 6.6. Dalle risorse alla strategia 6.6.1. Le risorse chiave dell´organizzazione 6.6.2. Lo sviluppo della conoscenza come risorsa strategica 6.7. Considerazioni conclusive/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica/ 7 Il sistema integrato di controllo di Fabio Monteduro e Alessadro Hinna 7.1. Introduzione alla programmazione e al controllo nelle aziende non profit 7.2. Il progressivo affermarsi del controllo strategico 7.2.1. Il concetto di controllo strategico 7.2.2. La letteratura sul controllo strategico 7.2.3. Il controllo come supporto alla gestione strategica 7.3. Il controllo di gestione: caratteristiche ed elementi costitutivi 7.3.1. Le principali caratteristiche del controllo di gestione 7.3.2. Gli elementi costitutivi del controllo di gestione 7.4. Le caratteristiche del controllo strategico nelle organizzazioni non profit 7.5. Strumenti innovativi per il controllo delle aziende non profit: la Balanced scorecard 7.5.1. Le caratteristiche della Balanced scorecard nelle imprese 7.5.2. La Balanced scorecard delle organizzazioni non profit: la Social value scorecard/ In sintesi / Esercizi di autoverifica/ 8 Cultura, strategia e tecniche della progettazione di Marco Crescenzi e Paola D’Andrea 8.1. Concetti e termini: aspetti etici e culturali nella progettazione 8.2. Aspetti strategici: chi progetta che cosa e perchè  8.3. Gli ambiti e i relativi schemi di progettazione 8.3.1. La progettazione europea e per la cooperazione internazionale 8.3.2. La progettazione formativa 8.3.3. La progettazione dei servizi a livello locale 8.3.4. La progettazione di impresa 8.4. Dalla progettazione di massima alla progettazione esecutiva: un caso di progettazione 8.5. Considerazioni di sintesi/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica 9 Strategie e strumenti di fund raising di Massimo Coen Cagli 9.1. Che cos’è il fund raising 9.1.1. I fondamenti del fund raising e la sua definizione 9.1.2. La dimensione cognitiva del fund raising 9.1.3.Una definizione "programmatica" del fund raising 9.2. Ideare, progettare e realizzare la raccolta fondi 9.2.1. Il ciclo del fund raising 9.2.2. La buona causa come fondamento del fund raising 9.3. La sostenibilità economica del non profit in una prospettiva evolutiva 9.3.1. Intorno al fund raising c´è un mondo che cambia 9.3.2. La forte diversificazione dei mercati e la necessità di individuare il proprio funding mix 9.3.3. Alla ricerca del proprio modello di fund raising 9.3.4. I cinque fattori di successo del fund raising/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica/ 10 La gestione delle persone nelle organizzazzioni non profit di Francesca Romana Busnelli 10.1. La gestione delle risorse umane: alcuni concetti base 10.2. Una proposta di glossario per il non profit 10.3. Quali persone sono da gestire 10.3.1. La specificità dei volontari 10.4. Dalla gestione alla co-gestione 10.5. I principali nodi della gestione 10.5.1. Motivazione e appartenenza 10.5.2. La certificazione di competenze 10.5.3. La formazione 10.5.4. La competenza progettuale 10.5.5. La gestione dei gruppi di lavoro 10.5.6. La comunicazione interna 10.6. Considerazioni conclusive/ In sintesi/ Esercizi di autoverifica/ 11 Misurazione e rendicontazione come strumenti di governance e accountability di Alessandro Hinna 11.1. Accountability e rendicontazione sociale: note introduttive 11.1.1. Bilancio sociale e "responsabilità sociale di impresa" 11.1.2. Bilancio sociale e stakeholders theory 11.2. Il ruolo del sistema di misurazione e rendicontazione sociale nella gestione dell’azienda non profit 11.3. Tassonomie organizzative e livelli di accountability 11.4. L’accountability delle organizzazioni non profit: dallo strumento al processo 11.4.1. Il bilancio di missione: contenuti e finalità 11.4.2. La rendicontazione sociale come processo organizzativo partecipato 11.5. Processo di accountability e sviluppo delle conoscenze organizzative In sintesi/ Esercizi di autoverifica/ Note/ Bibliografia.

Allegati

Il download degli allegati è disponibile agli utenti registrati che hanno fatto il login.

 

Watch Porn Video