Carocci editore - Viaggiatori dell’utopia

Password dimenticata?

Registrazione

Viaggiatori dell’utopia

Mario Biagioni

Viaggiatori dell’utopia

La Riforma radicale del Cinquecento e le origini del mondo moderno

Edizione: 2020

Collana: Studi Storici Carocci (323)

ISBN: 9788843099368

  • Pagine: 248
  • Prezzo:26,00 24,70
  • Acquista

In breve

Il viaggio e l’utopia sono le dimensioni che uniscono le storie raccontate nel volume. I protagonisti provengono dal mondo della Riforma radicale del Cinquecento (Bernardino Ochino, Celio Secondo Curione, Lelio e Fausto Sozzini, Francesco Pucci, Christian Francken), ma anche dalla società savante dell’Europa tra Sei e Settecento (Grozio, Spinoza, La Mothe Le Vayer, Bayle, Locke, Montesquieu). Ritenuti spesso rappresentanti di realtà culturali in conflitto tra loro (le aspettative religiose del XVI secolo contro il razionalismo e il secolarismo dell’età dei Lumi), essi risultano invece collegati da percorsi intellettuali che conducono alle origini di principi oggi ritenuti irrinunciabili nelle democrazie dell’Occidente: la libertà di coscienza e di pensiero, la dignità del relativismo e dell’ateismo, la tolleranza e l’antidogmatismo. La Riforma radicale fu uno straordinario laboratorio di idee dal quale uscirono proposte alternative alla logica di confessionalizzazione che spinse l’Europa verso le guerre di religione. In molti casi fu l’eredità di quelle idee ad alimentare la “crisi della coscienza europea” della quale conosciamo l’importanza per la nascita del mondo moderno.

Indice

Prefazione
1. Uomini in fuga

Storie incrociate: Pietro Carnesecchi, Bernardino Ochino, Pietro Martire Vermigli/Speranze di riforma nell’Italia preconciliare/Scelte contrapposte: fuga o dissimulazione/Le strade si dividono
2. La religione degli umanisti: il circolo di Basilea e la nascita del pensiero sulla tolleranza
Sebastiano Castellione/Celio Secondo Curione/Lelio Sozzini/La «tragedia servetana» e il De haereticis an sint persequendi/La nascita del pensiero sulla tolleranza/Un dibattito sulla tolleranza nella Roma del secondo Cinquecento
3. Dal razionalismo filologico di Fausto Sozzini al socinianesimo del secolo XVII
Una vocazione sofferta/Gesù uomo/Fausto Sozzini a Basilea: l’interpretazione antimetafisica della redenzione e del peccato/Gli anni in Polonia e le origini del socinianesimo/Religione senza sacrificio e pensiero politico tra Sei e Settecento/A Cesare quello che è di Cesare: il cristiano, lo Stato, la tolleranza/Il socinianesimo e la filosofia europea del secolo XVIII: il caso dei Paesi Bassi
4. L’utopia realistica di Francesco Pucci: dal regno di Dio alla società civile
Attese/Francesco Pucci e la reductio ad unum della religione cristiana/Il grande concilio della Chiesa universale dei veri cristiani/Ampiezza del regno di Dio e tolleranza nel De Christi servatoris efficacitate/Mondi che si aprono: il latitudinarismo di Pucci e l’universo infinito di Bruno/Fortune e sfortune del “puccianismo” nella Germania luterana tra Sei e Settecento/Universalismo religioso nel Commentaire di Bayle
5. Christian Francken e le origini dell’ateismo moderno
L’angelo caduto/L’apostata/L’antitrinitario/Lo scettico/Ateismi cinquecenteschi/Libretti famigerati: le radici cinquecentesche del De tribus impostoribus/Dal relativismo religioso al relativismo etico di La Mothe Le Vayer e Montesquieu
Alcune conclusioni. La curiosità irragionevole di Giovanni Battista De Gaspari (e la nostra)
Indice dei nomi

Watch Porn Video