Carocci editore - Pietro Aretino tra Roma e Venezia

Password dimenticata?

Registrazione

Pietro Aretino tra Roma e Venezia

Angelo Romano

Pietro Aretino tra Roma e Venezia

Ritratto di un intellettuale rinascimentale

Edizione: 2020

Collana: Lingue e Letterature Carocci (300)

ISBN: 9788843099238

  • Pagine: 156
  • Prezzo:18,00 17,10
  • Acquista

In breve

Il volume propone una storia della vita e delle opere di Pietro Aretino (1492-1556) di agile lettura, ma allo stesso tempo fondata sui testi e sulle testimonianze del suo tempo. L’esistenza di uno dei maggiori scrittori del pieno e del tardo Rinascimento italiano, dopo secoli di fraintendimenti e di diffamazioni, viene rivisitata alla luce dei nuovi studi e della pubblicazione dell’Edizione nazionale delle opere. Il libro colloca la figura e l’opera del poligrafo aretino all'interno della densa temperie culturale della prima metà del Cinquecento, non senza indagare tra le pieghe della società italiana di quegli anni, alla ricerca della giusta valutazione degli scritti letterari del celebre libellista. L’antologia di lettere e le testimonianze coeve (specie quelle relative alla morte dello scrittore), riportate in appendice e corredate di brevi note esplicative, intendono offrire al lettore la possibilità di un agevole approccio alla complessa personalità artistica di Pietro Aretino.

Indice

Avvertenza
Cronologia della vita e delle opere
1. Da Arezzo a Perugia

I natali aretini/Il trasferimento a Perugia
2. Da Perugia a Roma
Roma e l’ambiente culturale del primo Cinquecento
3. Opere romane ed epilogo cruento
Pasquinate tra regola e licenza, poesie varie/La Cortigiana del 1525 e i Sonetti sopra i “XVI modi”/L’attentato del 28 luglio 1525 e il ritiro presso il campo di Giovanni delle Bande Nere
4. Mantova e la corte dei Gonzaga
La Marfisa, Il Marescalco e il definitivo trasferimento a Venezia
5. L’operoso esilio veneziano
Pasquino sul Canal Grande. Satire e Pronostici satirici (1529, 1534)/L’invenzione del genere epistolare/I dialoghi erotici (Sei giornate) e i dialoghi satirico-sociali (Ragionamento delle Corti, Le carte parlanti): l’uso parodico del linguaggio/Le opere sacre/I poemi cavallereschi/Il teatro/Come lavorava l’Aretino nelle liriche d’occasione
6. Relazioni con la cultura veneziana
Meriti politici e sociali/L’officina culturale dell’Aretino: stampatori, artisti e scrittori
7. Gli ultimi anni e la morte
8. Conclusione. Lo scrittoio dell’Aretino
Appendici

Lettere
A Messer Francesco de gli Albizi
A Madonna Maria de’ Medici
A Messer Lodovico Dolce
Al Re Francesco Primo
A Messer Bernardino Teodolo
A Messer Tiziano
Testimonianze coeve sulla morte di Pietro Aretino
Lettera del Pero a Cristiano Pagni
Lettera di Ludovico Nelli alla corte di Mantova
Attestato del parroco della chiesa di San Luca sulla morte dell’Aretino
Anonimo – Descrizione del sepolcro dell’Aretino
Bibliografia
Referenze iconografiche
Indice dei nomi