Carocci editore - Una legalità impossibile

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Una legalità impossibile

Antonio Grilli

Una legalità impossibile

RSI, giustizia e guerra civile (1943-1945)

Edizione: 2018

Collana: Biblioteca di testi e studi (1226)

ISBN: 9788843094806

  • Pagine: 280
  • Prezzo:28,00 23,80
  • Acquista

In breve

I tormentati seicento giorni di vita della Repubblica sociale italiana, dall’autunno del 1943 all’aprile del 1945, videro una tragica escalation della guerra civile. Gli storici hanno utilizzato il termine di “imbarbarimento” per definire la lotta sempre più spietata tra il fascismo repubblicano e l’occupante tedesco, da un lato, e le formazioni partigiane dall’altro. Nella RSI, reprimere attività sovversive e ribellistiche mantenendo un simulacro di legalità – fosse pure la legalità fascista del Tribunale speciale per la difesa dello Stato – risultò impraticabile. E fu difficile per i giudici sanzionare con la legge anche semplici reati comuni, opponendosi agli intenti vendicativi dei caporioni fascisti e dell’alleato germanico. Il ministro della Giustizia della RSI, Piero Pisenti, sostenne e incoraggiò l’azione giudiziaria: lo riteneva vitale per l’immagine della repubblica di Mussolini e per la sua legittimità. Occorreva salvaguardare forme legali ed evitare giustizia sommaria e rappresaglie. Ma il Tribunale speciale aveva ormai perso la sua centralità repressiva e la giustizia ordinaria, isolata e sospettata di simpatie antifasciste, si rivelò impotente di fronte alla diffusa volontà nazifascista di “dare l’esempio” e di agire con violenza e con la logica del taglione. Il libro narra la storia di una legalità divenuta, in quel contesto di guerra, impossibile.

Indice

Introduzione
Salò e la giustizia
1. La nascita della RSI

Un duce redivivo ed un alleato occupante/I diversi centri di potere del Reich/I provvedimenti fondativi della RSI/Controllo, repressione e persecuzione/La ricerca del consenso popolare e la capitale fantasma
2. Legiferare in emergenza: la normativa giudiziaria della RSI
La RSI eredita la giustizia del Regno d’Italia/Lo stato di emergenza e l’agognata normalità: la legislazione giudiziaria di Salò
3. La protezione di una giustizia sospetta
La nomina di Pisenti/Pisenti e la giustizia. L’intento di proteggere l’ordine giudiziario/I due volti dell’attacco alla classe giudiziaria: le necessità belliche tedesche e l’intransigenza fascista/Repressione contro una magistratura sovversiva?/Fascismo e antifascismo nella giustizia. L’antifascismo quotidiano della magistratura
4. Una giustizia in tempi difficili
Giudici sotto le bombe/Situazioni delicate per i magistrati: polizie, caporioni fascisti e capi provincia della RSI/Quanti magistrati per la RSI?/Fidelizzare i giudici? Stipendi più alti ma pagati in ritardo/Fedeltà al fascismo repubblicano: la controversa questione del giuramento/La difficile mobilità del corpo giudiziario
5. Ricreare la normalità giudiziaria: l’esodo della Corte di cassazione
Il trasloco ministeriale/La Corte di cassazione a Brescia: genesi difficile, inaugurazione solenne. La legittimità della RSI attraverso la giustizia
6. Le zone di operazioni: il conflitto tra due alleati
Premessa/Il caso particolare di Zara/Le leggi di asservimento al Reich: la giustizia/La reazione italiana/I ricorsi per cassazione dalle zone di operazioni ed altri problemi
7. L’invadenza tedesca e il difficile rapporto con il Terzo Reich
Il problema di fondo: un’esistenza a rischio/Le pesanti interferenze del Reich, motivate dalla guerra in atto/La volontà del Reich di egemonizzare la giustizia italiana
8. Giustizie speciali e tribunali improvvisati. L’escalation dell’imbarbarimento
Una giustizia mite: quella ordinaria. Reati annonari e politici
Sorvegliare la giustizia straordinaria, arginare quella sommaria
Un organo in declino: il resuscitato Tribunale speciale per la difesa dello Stato/La giustizia del fascismo repubblicano e i consigli dei tecnici del diritto/Tribunali militari, straordinari, improvvisati: una giustizia imbarbarita/Le esecuzioni sommarie e l’escalation finale verso l’antigiustizia/L’imbarbarimento definitivo. Impotenza della giustizia, naufragio della legalità
Conclusione
1. Il crepuscolo
2. Un bilancio
Bibliografia