Carocci editore - Anche noi macchine!

Password dimenticata?

Registrazione

Anche noi macchine!

Monica Cioli

Anche noi macchine!

Avanguardie artistiche e politica europea (1900-1930)

Edizione: 2018

Collana: Biblioteca di testi e studi (1190)

ISBN: 9788843092802

In breve

Dopo la Grande guerra e la Rivoluzione d’Ottobre la macchina (che aveva già caratterizzato dal punto di vista materiale l’industrialismo ottocentesco) diventa un’idea-simbolo trainante con riscontri culturali oltre che politico-organizzativi in tutto il mondo. Il libro ricostruisce il significato politico della macchina nelle avanguardie artistiche, oltre che le affinità e le divergenze dei loro discorsi, orientati alla rifondazione di una società e di un uomo completamente nuovi. Esso analizza inoltre il dibattito sulla razionalizzazione in Germania, Francia e Italia, la ricezione del taylorismo e del fordismo in questi paesi e nel “discorso” degli artisti. L’autrice, sfuggendo alla tentazione di leggere l’intreccio dei due “campi” di politica e arte nella modalità tradizionale di causa-effetto, presenta invece l’estetica modernistica degli anni Venti e oltre come vera e propria elaborazione di un “ordine nuovo”, spesso sfociante in utopia.

Indice

Introduzione. Dal “politico” ad altri “centri di riferimento”: le avanguardie e la macchina
1. Da un secolo all’altro
La distinctivity inglese/La crisi della modernità/Stato e società/Il “modernismo”
2. La guerra
Tecno-scienza e organizzazione/Gli intellettuali/Le avanguardie/L’interruzione dell’interscambio artistico internazionale/La Rivoluzione d’Ottobre
3. La macchina
Il Bauhaus/La Parigi purista e Fernand Léger/Theo van Doesburg e De Stijl/Il futurismo italiano/La seconda metà degli anni Venti
4. L’organizzazione
La Germania di Weimar/La Terza Repubblica francese/Il fascismo italiano
Considerazioni conclusive
Uomo e macchina
Parigi “astratta”: il laboratorio cosmopolita
Il futurismo italiano: ancora una riflessione
Bibliografia
Indice dei nomi