Carocci editore - «A chi nel mar per tanta via m'ha scorto»

Password dimenticata?

Registrazione

«A chi nel mar per tanta via m'ha scorto»

Sonia Trovato

«A chi nel mar per tanta via m'ha scorto»

La fortuna di Ariosto nell'Italia contemporanea

Edizione: 2018

Collana: Lingue e Letterature Carocci (252)

ISBN: 9788843089581

In breve

Nell’ultimo canto dell’Orlando furioso, Ariosto rivolge un’ oscura invocazione a chi l’ha idealmente scortato nella tortuosa “navigazione” tra le sue magnifiche invenzioni cavalleresche: «sì che nel lito i voti scioglier spero / a chi nel mar per tanta via m’ha scorto». Sul porto, ad attenderlo, figura una nutrita folla di dame e cavalieri, rappresentazione concreta eppure simbolica del pubblico, al quale è così affidata la sopravvivenza postuma del poema. Quattrocento anni dopo, l’opera viene strenuamente protetta da una società che, per ragioni ipotizzabili indagate nel volume, la promuove a propria privilegiata lente d’ingrandimento e a proprio terreno fecondante per la creazione artistica. Svevo, Pirandello, Gadda, Calvino, Fenoglio, Luzi, Ronconi, Zac, Camilleri sono solo alcuni dei “custodi” ariosteschi ai quali sono dedicate le pagine del libro, che costituisce una prima organica rassegna delle manifestazioni letterarie, teatrali, fumettistiche, cinematografiche della fortuna del Furioso nella cultura italiana contemporanea.

Indice

Nota dell’autrice
Introduzione. La lezione intramontabile di Ludovico Ariosto
1. Ariosto tra classicismo e postmodernismo
Un’amara armonia/La letteratura come menzogna/L’ateismo ariostesco/La contaminazione dei generi e l’uso irriverente dei classici/«Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori»
2. Echi ariosteschi in Svevo, dall’Ariosto governatore agli «abominosi ordigni»
Le piaghe dell’Ariosto governatore/Una vita e i frustrati «sogni da megalomane» di Alfonso Nitti/Senilità: il trionfo dell’ideale/La coscienza di Zeno: il matrimonio salutifero e la demistificazione delle illusioni
3. L’Ariosto geometrico di Italo Calvino
La «funzione Ariosto» nell’opera calviniana/Il «sapore ariostesco» del Sentiero dei nidi di ragno/La svolta fantastica e cavalleresca: I nostri antenati/L’Ariosto cittadino e lunare: Marcovaldo, i racconti cosmicomici e Le città invisibili/Le due riscritture del poema e Gli amori difficili/Se una notte d’inverno un viaggiatore, un iper-romanzo dalle risonanze ariostesche/Lezioni americane e lezioni ariostesche
4. L’«arme e gli amori» di Beppe Fenoglio
«Il libro che la nostra generazione voleva fare, adesso c’è»/Geometriche tensioni/Follie sì orrende/Acerbe passioni letterarie/Erranze/Il bello e un brutto/Questioni private/Fenoglio tra Resistenza, romance e fantastico/Quêtes amorose e quêtes letterarie
5. Appunti sulla persistenza del Furioso
Un modello per il romanzo moderno/Il teatro furioso/Il cinema furioso/La fortuna visiva e le riscritture fumettistiche dell’Orlando furioso/Il cinquecentenario/Angelica e i migliori plettri/Moderne chansons de Roland: dai frontespizi a Lampedusa
Ringraziamenti
Bibliografia
Indice dei nomi e dei personaggi