Carocci editore - Un invito alla psicoanalisi

Password dimenticata?

Registrazione

Un invito alla psicoanalisi

Antonino Ferro, Giuseppe Civitarese

Un invito alla psicoanalisi

Edizione: 2018

Collana: Quality paperbacks (503)

ISBN: 9788843088089

In breve

La scienza inventata da Freud ha ormai più di un secolo di vita; non molto, se paragonata ad altre discipline. Tuttavia in questo arco di tempo la psicoanalisi – al tempo stesso una teoria dei processi psichici inconsci, una tecnica di indagine di questi stessi processi e il più efficace metodo di terapia per la sofferenza psichica – si è imposta come lo strumento che offre la comprensione più approfondita della mente umana. Con l’ausilio di accessibili definizioni dei concetti più importanti, questo breve volume ne affronta alcuni dei temi principali – la teoria del sogno, il concetto di inconscio, la clinica psicoanalitica, l’analisi dei bambini e degli adolescenti, la storia della psicoanalisi in Italia –, avvicinando il lettore non specialista a una disciplina straordinariamente affascinante.


Qualche parola sull’inconscio

La psicoanalisi è il più efficace strumento di terapia della sofferenza psichica a nostra disposizione. In origine il suo campo di intervento era piuttosto limitato, tant’è vero che bisognava “testare” se il paziente rientrasse nei criteri di “analizzabilità”, ovvero se fosse adatto per la «cura delle parole», come la chiamava Freud. In seguito le indicazioni su ciò che può essere oggetto di cura tramite la psicoanalisi si sono allargate moltissimo sino a comprendere patologie sempre più gravi, inizialmente escluse, come le situazioni borderline, psicotiche, psicosomatiche e via di seguito. In questi casi, la cura è accompagnata da una terapia psicofarmacologica, di preferenza prescritta da una persona diversa dall’analista. La forza della psicoanalisi, il suo strumento principale e al tempo stesso il suo limite, è la mente dell’analista in contatto con quella del paziente.

Agli inizi della storia della psicoanalisi all’analista si chiedeva la massima neutralità, cioè un ascolto attivo ma distaccato; progressivamente sono stati riconosciuti il valore e il peso del suo funzionamento mentale e della relazione che si instaura con il paziente nella situazione analitica. Com’è noto, dobbiamo al genio di Freud la scoperta, o forse dovremmo dire l’invenzione, della psicoanalisi. Egli infatti ne individuò i tre pilastri, tutt’oggi validi: il concetto di inconscio, il ruolo della sessualità nello sviluppo psichico e il sogno come via di accesso al mondo interno dell’individuo.

Inizialmente l’inconscio viene descritto come il luogo abitato dalle pulsioni, da magmatici stati protoemozionali, da tutto ciò che non era accessibile alla coscienza. Per spiegare la psiche Freud elabora poi i concetti di Io, Es e Super-Io. Per usare una metafora moderna potremmo pensare alla serie televisiva Wayward Pines. I protagonisti vivono in una cittadina che potrebbe rappresentare l’Io, Wayward Pines appunto, protetta da una rete elettrificata che tiene fuori dei mostri primitivi. Se essi vi avessero accesso, ne causerebbero la distruzione. Questi mostri primitivi potremmo farli coincidere in buona misura con l’Es mentre il Super-Io sarebbe la sede delle istanze morali.

Indice

Introduzione
1. Che cos’è la psicoanalisi

Vecchi e nuovi linguaggi/La psicoanalisi guarisce?/A chi è rivolta l’analisi?/In cosa differisce l’ascolto di un analista da quello di un amico o di un familiare?/L’affidabilità/Il problema della frequenza delle sedute/L’arrivo di un paziente/E i sogni sono sempre centrali?
2. L’invenzione dell’inconscio
Sigmund Freud/Le isteriche soffrono di ricordi/Una nuova concezione della memoria/Modelli freudiani dell’inconscio/Melanie Klein/Donald Winnicott/Jacques Lacan/Wilfred R. Bion
3. Sogno e campo emotivo
Il sogno e il mondo onirico/Il campo evolve/I sogni nel lavoro clinico
4. Gli strumenti della cura
Dall’ipnosi al lettino/Ripetere per ricordare/La pulsione di verità/L’unisono emotivo/Amore di transfert e dipendenza/Il modello del campo analitico/Stati primitivi della mente e inconscio inaccessibile
5. L’analisi dei bambini e degli adolescenti
6. Una o molte psicoanalisi?

La babele dell’inconscio/Verso un nuovo common ground?/La psicoanalisi in Italia/Glossario
Letture consigliate
Bibliografia