Carocci editore - Mussolini, il primo fascista

Password dimenticata?

Registrazione

Mussolini, il primo fascista

Hans Woller

Mussolini, il primo fascista

Edizione: 2018

Collana: Sfere (143)

ISBN: 9788843086139

  • Pagine: 336
  • Prezzo:28,00 23,80
  • Acquista

In breve

Mussolini è vivo nel ricordo degli italiani, nelle librerie e in molti negozi di souvenir. Ma Mussolini è vivo anche nella memoria collettiva mondiale, che spesso non sa neppure di fare riferimento a lui. Il termine “fascista”, da lui coniato e riferito alla sua persona, è onnipresente e serve a identificare tutto quanto può essere considerato di destra, autoritario e populista. Ma chi è stato Mussolini? Il despota spietato che resse l’Italia dal 1922 al 1945 con il pugno di ferro derubandola del suo futuro? Il modernizzatore che per il suo paese conquistò un impero innalzando l’Italia al rango di grande potenza? L’alleato più importante di Hitler, che lo considerava suo maestro e con lui mise il mondo a ferro e fuoco? Una marionetta, una vittima del Führer? Il dittatore carismatico, colui che ha costruito uno Stato totalitario di tipo nuovo, fondato sul consenso e sul più cupo, lucido terrore, che è servito da modello per molti altri autocrati?

Indice

Introduzione
Predappio, 29 luglio 1883. Origini e apprendistato politico
Reggio Emilia, 8 luglio 1912. Il socialista totalitario
Roma, 28 ottobre 1922. Il fascista
Bologna, 31 ottobre 1926. Il dittatore
Addis Abeba, 5 maggio 1936. L’imperialista
Roma, 17 novembre 1938. Il razzista e antisemita
Berlino, 22 maggio 1939. L’alleato di Hitler
Roma, 10 giugno 1940. Il profittatore dell’Asse
Roma, 25 luglio 1943. La caduta
Dongo, 28 aprile 1945. Salò e morte
Predappio, 28 aprile 2014. L’eredità
Abbreviazioni
Note
Bibliografia scelta
Indice dei nomi
Referenze iconografiche