Carocci editore - Sparta

Password dimenticata?

Registrazione

Sparta

Marcello Lupi

Sparta

Storia e rappresentazioni di una città greca

Edizione: 2017

Ristampa: 1, 2017

Collana: Quality paperbacks (494)

ISBN: 9788843085538

In breve

Città ben governata al punto da apparire un modello ideale di comunità politica. Città dedita esclusivamente all’esercizio delle armi e come tale simile a un accampamento militare. Città di “eguali” eppure fondata sulla selezione eugenetica dei “migliori”. Le rappresentazioni di Sparta nelle fonti antiche e nelle letture dei moderni sono innumerevoli, ma ne hanno restituito spesso un’immagine distorta. L’impetuoso sviluppo degli studi spartani negli ultimi decenni fornisce oggi un quadro più equilibrato – ma anche più problematico – del mondo di Sparta. Intrecciando il racconto degli avvenimenti storico-politici con la descrizione della società e delle istituzioni cittadine, il libro offre una ricostruzione sintetica e aggiornata della storia di una città che ha avuto un peso notevole nell’immaginario occidentale.


Intorno al 525 a.C. alcuni esuli provenienti dall’isola egea di Samo navigarono alla volta della Laconia, la regione sudorientale del Peloponneso in cui è situata Sparta. Presentatisi dinanzi ai magistrati spartani,essi ne invocarono l’aiuto, militare ed economico, contro il tiranno Policrate che alcuni anni prima si era impadronito del potere sull’isola. Stando al racconto di Erodoto, gli Spartani, dopo che gli esuli ebberoperorato a lungo – troppo a lungo – le proprie ragioni, risposero di aver dimenticato la prima parte del loro discorso e di non averne compresa la fine. Presentatisi una seconda volta davanti ai magistrati, i Sami si limitarono a portare un sacco e a dire che il sacco aveva bisogno di farina. L’aiuto richiesto venne concesso, ma gli Spartani fecero osservare ai Sami che quel loro insistere sul sacco era stato superfluo. L’aneddoto è indicativo di una diffusa immagine degli Spartani improntata alla sobrietà inmolti aspetti del vivere quotidiano – anche, dunque, nel parlare – e tale da giustificare il persistere nel nostro lessico di aggettivi quali “spartano” o “laconico”. Il medesimo aneddoto, peraltro, e riportato secoli più tardi in un’opera di Plutarco sui Detti degli Spartani, che raccoglieva il materiale di una tradizione secolare di “detti” (apophthegmata) per i quali essi andavano famosi. Alcuni di essi sono celeberrimi e hanno veicolato un’immagine di Sparta destinata a durare nel tempo: l’immagine di una città austera e dedita pressoché esclusivamente all’esercizio delle armi – Isocrate ebbe a definirla «simile a un accampamento militare» – e, parallelamente, l’immagine di una società in cui l’individuo è sottomesso dalla nascita alla morte al controllo pervasivo dello Stato. Ma e proprio in questa e altre analoghe immagini, nel loro aspetto idealizzante e spesso stereotipato, che si cela uno degli ostacoli maggiori alla corretta interpretazione della società di Sparta e della sua vicenda storica.

Indice

Nota introduttiva

1. Immagini di Sparta
Il mito di fondazione: Dori ed Eraclidi / La fondazione politica della città: le leggi di Licurgo / Sparta, Creta e la costituzione mista / Gli scritti sulla Costituzione degli Spartani / Una breve panoramica delle fonti

2. Le origini e la prima espansione
La Laconia micenea / L’emergere della città dorica e i suoi culti / Memorie delle guerre messeniche / Aspetti della società spartana nel vii secolo / Il Mediterraneo spartano

3. Lo sviluppo delle istituzioni politiche
Un documento problematico: la Grande rhetra / Suddivisioni civiche e villaggi / La diarchia: Agiadi ed Euripontidi / Il consiglio degli anziani / La magistratura degli efori / Gli altri Lacedemoni: le comunità perieciche

4. La costruzione dell’egemonia: VI e V secolo
Una rivoluzione di VI secolo? / Le guerre contro Arcadi e Argivi / Chilone, Cleomene e la lega dei Peloponnesiaci / L’egemonia riconosciuta: Sparta e le guerre persiane / Eroicizzare Leonida: gli usi della vittoria / Una prospettiva spartana sulla Pentecontetia / Tradizione e innovazione nella guerra del Peloponneso

5. La struttura economica
Proprietà fondiaria ed eredità / La servitù ilotica / L’economia spartana tra ideologia e realtà / Gli usi privati della ricchezza

6. L’ordine della vita collettiva
Sistema delle età ed educazione collettiva / La “costruzione” delle madri e dei figli / I pasti in comune / Gli Spartani in festa / Gli Spartani in guerra / Cerimonie funebri e memoria dei caduti

7. Dalla crisi di IV secolo alla città romana
L’età di Agesilao / Il collasso del dominio spartano / Verso l’Ellenismo: isolamento e irrilevanza / Gli ultimi re: Agide IV, Cleomene III e Nabide / Dall’adesione alla lega achea alla pax romana / La città musealizzata / Epilogo / Liste dei re e cronologia essenziale

Bibliografia
Indice dei nomi e dei luoghi