Carocci editore - Anatomia del potere giudiziario

Password dimenticata?

Registrazione

Anatomia del potere giudiziario

Anatomia del potere giudiziario

Nuove concezioni, nuove sfide

a cura di: Carlo Guarnieri, Gaetano Insolera, Lorenzo Zilletti

Edizione: 2016

Ristampa: 1^, 2017

Collana: Biblioteca di testi e studi (1065)

ISBN: 9788843082957

  • Pagine: 104
  • Prezzo:11,00 9,35
  • Acquista

In breve

Gli ultimi decenni hanno visto una forte espansione del potere giudiziario che risulta particolarmente accentuata in Italia, soprattutto nel settore penale. Questa tendenza può ricondursi all’evoluzione del costituzionalismo contemporaneo, il cosiddetto “nuovo costituzionalismo”, con la sua enfasi sui diritti e la loro tutela. Si sono così affermate concezioni del ruolo giudiziario che vedono il giudice – e sempre più spesso lo stesso pubblico ministero – come un guardiano dei diritti, posto al di sopra degli altri “poteri”. I contributi del volume – di autori differenti per origini, formazione e posizione istituzionale – affrontano il tema della diffusione di queste concezioni all’interno della magistratura, offrendo una panoramica dei fattori che la determinano: dal contenuto dell’insegnamento universitario e nelle scuole forensi ai tirocini dei laureati svolti presso gli uffici giudiziari, al ruolo crescente dei processi di socializzazione all’interno della magistratura (la nuova Scuola superiore della magistratura), all’influenza del csm.

Indice

Prefazione di Carlo Guarnieri, Gaetano Insolera e Lorenzo Zilletti

Introduzione: gli incompatibili di Lorenzo Zilletti

Parte prima La crisi della legalità penale
La crisi del giudice “bocca della legge” e l’emergere di nuove concezioni di ruolo giudiziario di Luciano Violante
L’ascesa del potere giudiziario, tra mode culturali e mutamenti costituzionali di Nicolò Zanon

Parte seconda L’origine delle nuove concezioni
L’interpretazione giuridica, la didattica universitaria e il ruolo del giudice penale: osservazioni a margine di Vito Velluzzi
Le scuole forensi di Alessandro Gamberini
La formazione empirica dell’operatore del diritto penale. A proposito dei tirocini presso gli uffici giudiziari di Fausto Giunta

Parte terza Le élites giudiziarie
La crescente importanza della formazione giudiziaria in Europa di Carlo Guarnieri
La Scuola superiore della magistratura di Giorgio Spangher
Le valutazioni della professionalità dei magistrati di Giuseppe Di Federico
I percorsi di una egemonia di Gaetano Insolera
Intervento di Edmondo Bruti Liberati
Conclusioni di Beniamino Migliucci

Gli autori