Carocci editore - Poveri e povertà nel Medioevo

Password dimenticata?

Registrazione

Poveri e povertà nel Medioevo

Giuliana Albini

Poveri e povertà nel Medioevo

Edizione: 2016

Collana: Frecce (223)

ISBN: 9788843082629

  • Pagine: 336
  • Prezzo:28,50 24,23
  • Acquista

In breve

I poveri furono una presenza costante nella società medievale, caratterizzata, nel suo complesso, da un limitato livello di sviluppo e da forti disuguaglianze. Miseria economica, disagi sociali, privazione di diritti interagivano, creando situazioni di bisogno e, insieme, di marginalità. Era un universo, quello delle povertà, tutt’altro che immobile, perché le profonde trasformazioni, congiunturali e strutturali, dei secoli dal vi al xiv, generavano via via stati di necessità assai diversi tra loro. La percezione, personale e collettiva, della povertà era permeata dalla dottrina cristiana che, riconoscendo nei poveri l’immagine di Cristo, invitava ad aiutarli a sopportare le loro condizioni, per evitare forme di disperazione e di sovvertimento dell’ordine sociale. All’interno delle dinamiche di una società profondamente cristiana, dunque, si costruirono complesse reti di protezione (informali o organizzate), nelle quali avevano spazio sia iniziative individuali sia istituzionali (ecclesiastiche, anzitutto, ma anche civili). Nel confronto tra elaborazione teorica e pratica quotidiana, il libro vuol fare emergere volti e luoghi della povertà e della carità.

Indice

Introduzione

1. I poveri nelle campagne
Un’economia di sussistenza: i secoli VI-IX / Verso un nuovo equilibrio: la crescita dei secoli X-XI / I secoli XII e XIII: solo sviluppo? / La fi ne dell’espansione: il XIV secolo

2. I poveri nelle città
Pochi uomini, scarsità di ricchezze (secoli VI-IX) / La ripresa (secoli X-XI) / La grande espansione (secoli XII-XIII) / I segni di una crisi (XIV secolo)

3. La concezione della povertà
La povertà nei testi dei secoli VI-XI / Una nuova idea di povertà: pauperes cum Petro, pauperes cum Lazaro

4. I santi e la povertà: tra concezione religiosa e pratica quotidiana
Martiri, vescovi, signori / La nuova santità laica

5. L’aiuto ai poveri: istituzioni ecclesiastiche e civili
La Chiesa e il regno: le disposizioni generali (secoli VI-XI) / Chiesa, Comuni e Stati (secoli XII-XIV) / Matricole, diaconie, monasteri, xenodochi (secoli VI-XI) / Ospedali e confraternite (secoli XII-XIV)

6. Luoghi e volti della povertà
Povertà laboriosa / Povertà oziosa: mendicanti e vagabondi / Povertà vergognosa / Povertà congiunturale: carestie ed epidemie / Povertà malata / Povertà dei più deboli: donne e bambini

7. Luoghi e volti della carità
L’aiuto informale / La carità nelle pratiche testamentarie / Enrico Scrovegni e il ciclo di Giotto / Tra pratiche devozionali e azioni caritative: il culto mariano e le confraternite / La carità dei ricchi: mercanti e signori del Trecento / Servizi ai poveri: ospedali tra Duecento e Trecento

Conclusioni. Misericordia e bene comune in due affreschi toscani del Trecento
Bibliografia
Indice dei luoghi e dei nomi