Carocci editore - Le istituzioni politiche italiane

Password dimenticata?

Registrazione

Le istituzioni politiche italiane

Giuseppe Astuto

Le istituzioni politiche italiane

Da Cavour al dibattito contemporaneo

Edizione: 2016

Ristampa: 1^, 2017

Collana: Manuali universitari (170)

ISBN: 9788843080571

  • Pagine: 304
  • Prezzo:29,00 27,55
  • Acquista

In breve

Il volume analizza la storia delle istituzioni politiche dall’Unità d’Italia alla crisi  del sistema politico e alle riforme degli ultimi decenni del Novecento. Dopo un capitolo iniziale dedicato agli apparati dello Stato moderno e al costituzionalismo, il libro fornisce un quadro di riferimento dei modelli istituzionali europei con un approccio che unisce la storia giuridico-normativa alle condizioni politiche e sociali del nostro paese. Vengono poi esaminate le principali fasi della storia italiana (la costruzione dello Stato unitario, la Sinistra storica e l’età crispina, il decollo amministrativo in età giolittiana, la Prima guerra mondiale, il regime fascista, il periodo repubblicano e la recente crisi del sistema politico) individuando l’evoluzione istituzionale e l’attività riformatrice dei vari governi. Sotto questo profilo, l’attenzione si incentra sui sistemi politico-istituzionali e sugli apparati amministrativi degli ultimi due secoli con riferimento ai processi di integrazione europea. Per l’impianto e per i temi, il volume si rivolge agli studenti universitari e al pubblico di non specialisti interessati a capire la storia delle istituzioni politiche

Indice

Abbreviazioni

Introduzione

1. Le premesse delle istituzioni italiane

1. Le istituzioni politiche in età moderna

2. Costituzioni e amministrazione in Francia

3. L’Italia napoleonica

4. La Restaurazione e i nuovi equilibri europei

5. Le monarchie amministrative in Italia

6. I moti del 1820-21: Cadice in Italia

7. Le monarchie costituzionali in Europa

8. Rivoluzioni e Costituzioni nel 1848

9. Lo Statuto albertino

2. La costruzione dello Stato unitario

1. Cavour e l’unificazione italiana

2. Rattazzi e l’organizzazione dello Stato unitario

3. Farini e Minghetti: i progetti regionalistici

4. Ricasoli e l’accentramento

5. Peruzzi: tra centralismo e autonomia

6. Le leggi di unificazione del 1865

7. Politica e amministrazione dopo l’Unità

8. Menabrea: i provvedimenti finanziari e amministrativi

9. Lanza, la legge delle guarentigie e il decentramento

10. Minghetti e l’ultimo governo della destra

3. La sinistra al potere e l’intervento statale

1. Gli Stati-nazione: liberalismo e democrazia

2. Depretis e l’avvento della sinistra al potere

3. Cairoli e Zanardelli: reprimere e non prevenire

4. La riforma elettorale del 1882 e il trasformismo

5. Verso uno Stato interventista

6. Crispi e la seconda unificazione amministrativa

7. Giolitti e lo scandalo della Banca Romana

8. Crispi: repressione e riforme

9. Rudinì e il decentramento conservatore

10. Sonnino e Pelloux: la crisi di fine secolo

2. Zanardelli e la svolta liberale

3. Giolitti e il progetto burocratico di governo

4. Stato amministrativo e nuovo interventismo statale

5. Socialismo municipale e municipalismo cattolico

6. La mancanza di alternative al giolittismo

7. Politica e istituzioni in Europa

8. L’ultimo riformismo giolittiano

9. Gli equilibri europei e il colonialismo italiano

10. Crisi e fine del giolittismo

5. La Prima guerra mondiale e la crisi del sistema politico liberale

1. L’Europa e l’Italia entrano in guerra

2. I governi di guerra e i mutamenti istituzionali

3. La pace di Parigi e la “vittoria mutilata”

4. L’Europa e i nuovi assetti istituzionali

5. La crisi del dopoguerra in Italia e i partiti di massa

6. Mussolini e il fascismo

7. Nitti e le riforme istituzionali

8. Giolitti e l’impossibilità di un compromesso

9. I governi Bonomi e Facta

10. La marcia su Roma: un colpo di Stato monarchico-fascista?

6. Il regime fascista

1. Mussolini forma un governo nazionale

2. Un laboratorio istituzionale

3. Le leggi “fascistissime” e la nascita della dittatura

4. Centro e periferia: podestà, prefetti e federali

5. Continuità e rotture nell’amministrazione

6. Crisi economica e interventismo statale

7. Gli enti pubblici e corporativi in Italia

8. La via italiana al totalitarismo

9. Totalitarismi e democrazie in Europa

10. La politica estera del fascismo e la Seconda guerra mondiale

7. La Repubblica e i governi centristi

1. L’Italia è divisa in due

2. I governi della transizione

3. Il sistema dei partiti

4. La Costituzione repubblicana

5. L’amministrazione e le autonomie

6. Le elezioni del 1948
7. De Gasperi e la scelta europeista
8. La continuità amministrativa

9. Lo Stato e la ricostruzione economica

10. Il centrismo: governi deboli e partiti forti

8. L’integrazione istituzionale: dal centrosinistra al pentapartito

1. Il miracolo economico

2. Le nuove istituzioni in Europa e in Italia

3. La marcia verso il centrosinistra

4. Programmazione e amministrazione

5. I movimenti collettivi e la ricerca di nuovi equilibri

6. L’amministrazione partecipativa

7. Moro e Berlinguer: la solidarietà nazionale

8. Craxi e il duello a sinistra

9. Il Rapporto Giannini e le riforme degli anni Ottanta

10. L’esperimento del pentapartito

9. Il crollo del sistema politico e la lunga transizione

1. La caduta del Muro di Berlino

2. La costruzione dell’Unione Europea

3. Tangentopoli e il movimento referendario

4. Da Amato a Ciampi: l’avvio delle riforme

5. Berlusconi scende in campo

6. I governi dell’Ulivo

7. L’amministrazione: una riforma permanente

8. La Costituzione: una riforma sempre annunciata

9. Verso un policentrismo amministrativo

10. Da Berlusconi a Berlusconi

11. Monti, Letta e Renzi: tra risanamento e riforme

12. Quale assetto istituzionale per l’Europa?

Bibliografia

Riferimenti bibliografici

Approfondimenti

Indice dei nomi