Carocci editore - La drammaturgia italiana contemporanea

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
La drammaturgia italiana contemporanea

Dario Tomasello

La drammaturgia italiana contemporanea

Da Pirandello al futuro

Edizione: 2016

Collana: Studi Superiori (1033)

ISBN: 9788843079698

  • Pagine: 324
  • Prezzo:31,00 26,35
  • Acquista

In breve

Il presente volume attraversa un secolo di storia della nostra drammaturgia, riservando un’attenzione omogenea ai classici conclamati così come agli autori viventi della straordinaria fioritura degli ultimi anni. Il teatro italiano contemporaneo è il luogo di uno scontro, neanche tanto sotterraneo, fra la tradizione attoriale italiana e l’ultimo tentativo di un’autorialità letteraria di imporsi alla scena, di imporvi i propri fantasmi. Le ragioni di questo testo risiedono, allora, nella necessità di ricostruire una genealogia drammaturgica complessiva che tenga conto della specificità italiana, tra protagonismo attoriale e policentrismo dei linguaggi della scena, con particolare riguardo per il paradosso pirandelliano e dusiano di un’idiosincrasia prolifica per il teatro e, ancora, per la “funzione Eduardo”, capace di alimentare, grazie alla mediazione di straordinari attori-artisti, molta della nouvelle vague attuale.

Indice

Premessa

1. I Sei personaggi e la prima “occupazione” del Valle

2. Il Capocomico e il “consenso”. Tra Giganti, Varietà e Salamini

3. L’avvento della regia e il neorealismo magico di Eduardo

4. Cominciare Bene e non finire mai

5. Oltre il “Sipario”: pro e contro l’autore

6. Gli esami interminabili della nostra drammaturgia

7. La drammaturgia dei gruppi

8. Napoli, la «metropoli tatuata»

9. La “solitudine” dei narratori

10. Prima e dopo il 1994

11. Generazione “Tondelli”/Generazione “Scenario”

12. Il sipario s’alza a Sud

Note

Bibliografia