Carocci editore - La Chiesa nello specchio del Mondo

Password dimenticata?

Registrazione

La Chiesa nello specchio del Mondo

Giuseppe Buffon

La Chiesa nello specchio del Mondo

Il Concilio Vaticano II nella visione del Centro pastorale per le missioni interne (1950-70)

Edizione: 2015

Collana: Studi Storici Carocci (247)

ISBN: 9788843078462

  • Pagine: 352
  • Prezzo:33,00 28,05
  • Acquista

In breve

La ricerca presentata nel volume gode del beneficio di un doppio inedito. La messe di documenti non ancora inventariata permette un’osservazione à ras de terre della ricezione del Concilio Vaticano II, laddove la lente dell’indagine sociale applicata dal Centro pastorale per le missioni interne (CPMI) scopre la crisi che si annida nella mentalità del parroco di campagna, nella rigidità dei movimenti laicali, nell’arroccamento dei predicatori o nella deriva individualistica di avanguardie progressiste. L’osservazione condotta dal Centro (CPMI) già nella prospettiva del dialogo Chiesa-Mondo e l’azione d’ensemble nello stile comunionale della collegialità conciliare, contenuto e struttura dell’istituto, costituiscono il riferimento costante della narrazione che ne illustra l’interconnessione e, quindi, l’impossibilità, in conseguenza del fallimento della collegialità, di assicurare efficacia ad un’osservazione empatica del dinamismo degli eventi. Il CPMI si perde nella complessità del divenire ma trova nel Mondo lo specchio terso della Chiesa.

Indice

Prefazione di Christian Sorrel
Premessa
Sigle e abbreviazioni
Introduzione
1. Dalla mistica dell’osservazione la necessità dell’ensemble

Il Centro pastorale per le missioni interne (CPMI) nel cono d’ombra della missione tradizionale
La nuova mappatura della scristianizzazione denuncia l’inefficacia della missione tradizionale/Dalla territorialità parrocchiale alla Chiesa di milieu/Il sacerdote ingessato nell’immutabilità della dottrina sperimenta la sterilità del ministero/L’inchiesta rintraccia la presenza di Dio nelle profondità dell’umano/Centro pastorale per le missioni interne, liaison per un’azione d’ensemble/Il Comitato permanente dei religiosi (CPR), garante istituzionale dell’ensemble
2. La visione d’ensemble catalizza l’aspirazione al rinnovamento della missione tradizionale
La crisi delle équipe missionarie parigine nell’inedita lettura di Jean-François Motte/Corentin Le Grand: l’équipe della missione di Rennes si confronta sulla crisi della strategia apostolica tradizionale/Nelle risposte dei moderati al questionario Le Grand l’accento sulla crisi della predicazione/Dalla crisi della predicazione alla crisi del predicatore nella prospettiva di Georges Michonneau/Formalismo, ritualismo, autoritarismo e clericalismo alla radice della scristianizzazione moderna/Missioni parrocchiali: essor ou déclin?/L’eco di una nuova formula apostolica nella missione di Longwy/La provincia parigina di Jean-François Barbier scommette sulla nuova missione d’ensemble/L’osservazione di Jean-François Motte contro la crisi della missione
3. Nell’ensemble il riflesso della collegialità del Concilio Vaticano II
Una pionieristica sperimentazione della collegialità conciliare nelle origini e nell’evoluzione del Centro (CPMI)/Dalla balbuzie l’eloquenza comunionale della pastorale d’ensemble/L’idea del Centro (CPMI) nell’esperienza biografica del connubio clero-laicato
4. Dalla missione dei movimenti alla Chiesa in missione
«Deux religions»: verso il superamento della giustapposizione (1951-53)/L’ecclesialità dell’apostolato concilia la missione dei religiosi e l’evangelizzazione dei laici/«Il faut sortir de l’Église»: impulso alla comunione clero-laicato (1954-55)/La sfiducia verso i laici frena la collegialità (1956-57)
5. La riforma della predicazione tra riqualificazione presbiterale e revival della religione popolare
«Il faut tout brûler, tout!»: il falò della tradizione/La teologia della predicazione missionaria per l’implantatio fidei/Dal nuovo fallimento della predicazione prime accuse alla novità del Centro (CPMI)/Il Centro (CPMI) in anticipo sul congresso di Montpellier e sui nuovi sussidi per l’omiletica/Da una pedagogia e didattica della predicazione allo spirito du concret/Nella scoperta dell’unica Parola operante negli eventi il superamento di una dicotomia/La rivitalizzazione della religione popolare tra il modernismo di Azione cattolica e il tradizionalismo dell’équipe predicazione/L’eclissi della Commissione predicazione getta ombre sulla missione generale
6. Inutile burocrazia per il controllo della complessità
Le petit Concile (Dinan, 18-26 giugno 1958)/Una nuova costituzione (Orsay, 29-30 settembre 1958)/«Le cpmi a étouffé d’une centralisation exagérée»: autoritarismo esasperato/L’anomalia della ruralità missionaria svela il malessere organizzativo
7. La complessità della secolarizzazione sconvolge gli equilibri
La nuda Parola travalica le strategie della pastorale di mediazione/L’osservazione dei missionari polverizza il metodo del milieu evidenziando il degrado infra umano delle masse/La logica del milieu lede la collegialità e falsa il metodo di indagine/Verso lo scioglimento del vincolo
8. L’effetto domino del sisma di Dinan
Il libero confronto collegiale sovverte l’apparato istituzionale/Questione di stile, non di contenuto: l’auspicio per la sessione 9-11 gennaio 1962/Dalle strutture agli uomini, dalla strategia alla reciprocità del dialogo/L’autarchia presbiterale neutralizza la missione generale e il rinnovamento conciliare/«Faute d’une prise en charge commune»: particolarismo miope/Dal fallimento della collegialità presbiterale alla dissoluzione dell’ensemble/L’unità organizzativa dipende dalla verità dell’osservazione
9. Crollo numerico e divergenze identitarie prodromi della balcanizzazione della mission d’ensemble
L’originalità carismatica e apostolica auspicata dal Concilio Vaticano II frantuma l’ensemble/Una nuova opportunità per la pastorale d’ensemble degli istituti missionari: l’alleanza con il Comitato permanente dei religiosi (CPR)/L’episcopato promuove l’appello di Jean-François Motte al coordinamento missionario/Prime reazioni degli istituti missionari al nivellement delle differenze carismatiche/L’auspicio della convenzione con l’episcopato accompagna l’estremo tentativo di convergenza tra istituti missionari /L’ensemble scompaginato depone ogni velleità di negoziato con la gerarchia ecclesiastica/«Il faut avoir le courage de reconnaître que le cpmi traverse une crise»: ammissione di colpevolezza
10. Nello specchio del Mondo la Chiesa scopre la vera meta della missione
Una griglia cronologica per l’ultimo tentativo di irreggimentare gli eventi/Sulle tracce delle origini a giustificazione di una palingenesi/Il riconoscimento impone la semplificazione/La complessità: latitudine estrema da abitare al di là del contenuto e del linguaggio
Appendici
Riferimenti bibliografici
Indice dei nomi