Carocci editore - Il movimento del 1977 in Italia

Password dimenticata?

Registrazione

Il movimento del 1977 in Italia

Luca Falciola

Il movimento del 1977 in Italia

Edizione: 2016

Ristampa: 1^, 2017

Collana: Studi Storici Carocci (254)

ISBN: 9788843076284

  • Pagine: 272
  • Prezzo:33,00 31,35
  • Acquista

In breve

In tutto il mondo l’esperienza del Sessantotto si è esaurita entro la prima metà degli anni Settanta, di fronte al tramonto delle ideologie e al riflusso nel privato. Invece in Italia, nel 1977, una generazione di militanti di sinistra ha creduto ancora nella possibilità di una rivoluzione e ha messo in atto un estremo tentativo di sovvertire la società. Ne è scaturito un movimento in bilico tra l’esaltazione e il superamento della politica, aperto a spericolate contaminazioni culturali e capace di audaci sperimentazioni creative, ma anche indissolubilmente legato a dottrine e pratiche violente, tanto da inaugurare la fase più buia degli “anni di piombo”. Il movimento del ’77 attende ancora un’analisi sistematica, oltre a lasciare aperti interrogativi che sono ineludibili per capire e finalmente storicizzare gli anni Settanta. Il volume ricostruisce – per la prima volta con rigore scientifico e sulla base di un’imponente ricerca archivistica e documentaria – il contesto di crisi nel quale maturò questo ciclo di protesta, i riferimenti intellettuali che ispirarono la mobilitazione, la visione del mondo e le rivendicazioni dei contestatori, gli schemi interpretativi che favorirono l’escalation violenta, la reazione delle istituzioni e la dialettica tra movimento e organizzazioni armate clandestine.

Indice

Introduzione

1. La crisi della società del lavoro

Crisi economica e disoccupazione giovanile/L’istruzione superiore di massa/Il lavoro precario e marginale/ Declino della grande fabbrica e post-fordismo?/Giovani, lavoro e identità sociale

2. La crisi di fiducia nella politica

Il sistema politico democratico/Le inchieste e gli scandali/Le elezioni del 20 giugno 1976/L’austerity/La nuova sinistra e la militanza extraparlamentare

3. La sinistra rivoluzionaria verso nuovi paradigmi

Il pane e le rose/La critica radicale e l’eredità del situazionismo/Un nuovo soggetto rivoluzionario? Il proletariato giovanile/Dopo Marx, aprile: i nuovi riferimenti intellettuali/“A/traverso”, ovvero l’anticipazione del Settantasette in una rivista/Un inedito attivismo: il laboratorio delle radio libere/La resilienza del “politico”: l’Autonomia operaia verso il Settantasette
4. La contestazione

L’università/La crisi e la ristrutturazione/ Il lavoro/Rossi e verdi/ I “non garantiti” e la classe operaia: due società?/ Il PCI di fronte al movimento/Il movimento di fronte al PCI

5. La rivoluzione

La politica, la rivoluzione, il potere/Autonomia è organizzazione/Arrivano gli indiani/Dada contro Lenin/Il “personale” è personale/Un punk italiano?

6. La violenza

La violenza di massa/Il discorso sulla violenza/Il movimento e i gruppi armati clandestini

7. La repressione

La reazione dello Stato/La riorganizzazione degli apparati e le nuove norme/Il discorso sulla repressione/La questione del dissenso in Italia

Conclusioni

Indice dei nomi