Carocci editore - Stessa misura, stesso peso, stesso nome

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Stessa misura, stesso peso, stesso nome

Antonio Giuffrida

Stessa misura, stesso peso, stesso nome

La Sicilia e il modello metrico decimale (secoli XVI-XIX)

Edizione: 2014

Collana: Biblioteca di testi e studi (941)

ISBN: 9788843073818

  • Pagine: 176
  • Prezzo:18,00 15,30
  • Acquista

In breve

Questo libro racconta la storia della riforma dei sistemi metricoponderali in uso in Sicilia dal Medioevo all'Unità d'Italia. Il controllo da parte del sovrano del sistema ponderale costituiva una premessa necessaria per la riduzione dei particolarismi locali e per l’esercizio di un forte potere centrale. Su questo terreno feudatari, consoli delle arti, mercanti e altri rappresentanti dei ceti svolgono una battaglia contro il tentativo di imporre le misure del re a scapito delle molteplici realtà preesistenti. A cavallo tra Sette e Ottocento, l’abate Giuseppe Piazzi, astronomo fondatore della Specola palermitana e scopritore dell’asteroide Cerere Ferdinandea, si colloca al centro di questa storia con i suoi programmi metrici, le sue idee scientifiche, i suoi progetti di legge. La Deputazione da lui presieduta fu impegnata nel compito di ricondurre ad unità il complesso delle misure in uso nell’isola: un’impresa defatigante che durò anni e che ebbe il suo primo approdo nella legge del 31 dicembre 1809 con la quale si varò il Codice metrico siculo. Il progetto di Piazzi, scontrandosi sia con gli interessi particolaristici locali sia con l’opposizione degli autorevoli accademici napoletani (assertori del sistema metrico decimale), è destinato a soccombere tanto che la Sicilia si presenta all'appuntamento con l’Unità con un sistema metrico in profonda crisi di credibilità.

Indice

Abbreviazioni

Prologo

Parte prima

Un caos apparente

1. A misura d’uomo

Numeri complessi e sistema decimale/I sacerdoti delle misure/Un tentativo di classificazione

2. Il pesare

Il pesare/Il rotolo dei mercati/I pesi degli speziali/I pesi degli argentieri

3. Le misure del grano

Due Sicilie – due misure/La riforma del Seicento/Una Sicilia – una misura

4. Le misure particolari

La canna/La misura delle terre/Il dilemma dell’olio: pesare o misurare?/Il quartuccio e il barile

5. Le misure del Seicento

I pesi dei metalli preziosi

Parte seconda

Il primo Tribunale di giustizia e di pace

6. Una riforma per le riforme

Il parlamento del 1806/Le linee direttive/Le verifiche dei campioni

7. La legge sull’uniformità di pesi e misure

Il progetto di legge/Il costo della riforma/La legge/Il metodo del professore Piazzi

8. La breve stagione della giurisdizione

Il regolamento di attuazione/Il sistema delle Deputazioni/La creazione della giurisdizione/Il conflitto/La svolta del 1817/La fine della giurisdizione

9. L’approdo al sistema metrico decimale

La riforma napoletana del 1818/Una riforma arenata/Verso il sistema metrico decimale/La legge sui pesi e sulle misure del 1861/Il codice metrico siculo ridotto nel sistema metrico decimale

10. Le misure della legge

Appendice

Il perché di una appendice

1. Il testamento di Giuseppe Piazzi

2. Appunto sugli esperimenti fatti per determinare la capacità del quartuccio e del tumulo

3. Memoriale di Piazzi al ministro degli Affari interni

Bibliografia

Indice dei nomi