Carocci editore - Malevic

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Malevic

Giuseppe Di Giacomo

Malevic

Pittura e filosofia dall’Astrattismo al Minimalismo

Edizione: 2014

Ristampa: 1^, 2015

Collana: Quality paperbacks (440)

ISBN: 9788843073603

  • Pagine: 256
  • Prezzo:19,00 16,15
  • Acquista

In breve

Oltre che un grande pittore, Malevic e stato anche un grande filosofo, che ha saputo porre in termini filosofici la questione dell’Essere. La sua opera abbandona la forma realistica tradizionale per poter continuare ad assolvere alla propria funzione critica: non si tratta di rappresentare il mondo cosi com’è, ma di far emergere la dimensione del possibile, che Adorno definisce come la funzione utopica dell’arte. In questo senso, per Malevic, l’essenza dell’arte e qualcosa che si affida non al visibile, e quindi al logos, ma piuttosto al sentire e dunque al pathos.

Indice

Introduzione

1. Arte astratta

Considerazioni generali

L’inizio dell’astrazione: Kandinskij

L’opera di Kandinskij nel periodo del Bauhaus

L’ultimo Kandinskij

Mondrian e l’inizio del Neoplasticismo

Il Neoplasticismo come vero realismo

Il tragico e la necessita del sensibile

Continuità e trasformazione nella pittura di Mondrian

Confronto con il Cubismo e problema del rapporto figura/sfondo

L’astrazione come espressione di verticalità e orizzontalità

L’ultima produzione di Mondrian a New York

Attualità della pittura di Mondrian e i suoi appunti autobiografici

2. La pittura di Malevic dagli esordi al Suprematismo

Introduzione al Suprematismo

Temi della pittura di Malevic a partire dalla sua autobiografia

Icona, cultura contadina e Cubo-Futurismo

Il Realismo transmentale

L’Alogismo

Il Quadrato nero e il Niente liberato

La fase post-suprematista e il ritorno alla figura

Teoria e pratica pittorica del Suprematismo

Dal rapporto segno-significato al suo superamento

Epifania e rappresentazione in Malevic

Importanza delle superfici-piano

Dall’icona al Suprematismo

L’irruzione del Suprematismo nella storia dell’arte

Icona e manifestazione del pittorico

3. L’arte di Malevic e le sue implicazioni filosofiche

Malevi? e Tatlin: il problema del rapporto arte-società

Evoluzione della pittura di Malevic

Tra il dire e il mostrare, tra il visibile e il non-visibile

Spazio e quarta dimensione. Arte e realtà

Cubismo e astrazione

Malevic, Nietzsche, Beckett

Estetica dell’abisso

Suprematismo e ripresa del figurativo

Malevi? e Kafka: la speranza

4. Suprematismo, Costruttivismo e Produttivismo

Autonomia ed eteronomia della forma artistica

Tarabukin e la morte dell’arte da cavalletto

Etica ed estetica nelle avanguardie russe

Teoria e prassi nel Costruttivismo di Rod?enko

L’arte e la Rivoluzione d’Ottobre

Difesa e condanna della pittura astratta

5. Considerazioni sul monocromo a partire da Malevic?

Caratteri introduttivi

Evoluzione del monocromo

Presenza o assenza di una dimensione spirituale nel monocromo

Yves il Monocromo

Il monocromo in Russia

Il monocromo negli Stati Uniti: Rothko e Newman

Il monocromo negli Stati Uniti: Rauschenberg e Reinhardt

La diffusione del monocromo e la sua presenza nella letteratura

6. Minimalismo e Concettualismo

Suprematismo e Costruttivismo di fronte al Minimalismo

Dall’Espressionismo astratto al Minimalismo

Temporalità e intenzionalità nel Minimalismo

Serialita e ripetizione nella Pop Art e nel Minimalismo

Possibile presenza dell’“aura” nell’arte minimalista

Linee generali del Concettualismo

Pensiero versus visibilità

Antiestetismo e messa in crisi della nozione di autore

Opposizione al sistema e successiva normalizzazione

Bibliografia

Indice dei nomi