Carocci editore - Spazio, differenza e ospitalità

Password dimenticata?

Registrazione

Spazio, differenza e ospitalità

Attilio Belli

Spazio, differenza e ospitalità

La città oltre Henri Lefebvre

Edizione: 2014

Collana: Biblioteca di testi e studi (899)

ISBN: 9788843072262

  • Pagine: 100
  • Prezzo:12,00 10,20
  • Acquista

In breve

Può la “differenza” essere utilizzata come leva per una trasformazione delle città nell’era delle migrazioni e della globalizzazione del “religioso”? Il libro sviluppa una proposta radicale a partire dal contributo di Henri Lefebvre e dalla sua elaborazione del concetto di spazio differenziale a favore della costruzione di uno spazio della gioia. Ripercorrendo le suggestioni di un Lefebvre nietzschiano si ha lo spunto per affrontare le vicende delle differenze nello spazio urbano, delle moschee e in generale dei simboli religiosi nelle città europee in una prospettiva estesa di ri-progettazione di parti urbane, come espressione di una incontenibile ospitalità.

Indice

1. Per una critica degli ordinamenti spaziali

2. Un Henri Lefebvre nietzschiano

Ancora Lefebvre?/?Il saggio indica la luna e …??/E Nietzsche la fonte principale del lungo percorso formativo dei concetti di spazio e di differenza/Lo spazio/La differenza/Per uno spazio differenziale che si ispiri agli ideali di Orfeo

3. Lo spazio differenziale come dispositivo

L’era delle migrazioni e la globalizzazione del “religioso”/Misurarsi con l’eccezionalismo islamico, oltre la costruzione delle moschee/Per una ospitalità gioiosa e creativa/Passaggi possibili/Occorre rischiare, con una ospitalità “impura”

4. Le moschee

Dimensioni spaziali dell’ospitalità/Le moschee nelle citta italiane ed europee/La moschea di Essalam a Rotterdam/Miseria e incertezze delle amministrazioni italiane /L’ospitalità alla prova/Prospettive della pianificazione urbanistica nell’apocalisse urbana

Appendice. Napoli post-metropoli, immagini dal presente  a cura di Enrico Formato

Bibliografia

Indice dei nomi