Carocci editore - L’urlo contro il regime

Password dimenticata?

Registrazione

L’urlo contro il regime

Leila El Houssi

L’urlo contro il regime

Gli antifascisti italiani in Tunisia tra le due guerre

Edizione: 2014

Collana: Biblioteca di testi e studi (951)

ISBN: 9788843072187

In breve

Il volume affronta il tema dell’antifascismo italiano in Tunisia tra le due guerre mondiali e rimette in discussione il luogo comune secondo cui la numerosa collettività italiana presente nel paese nordafricano fosse totalmente schierata col regime fascista. In realtà, contro la dittatura di Mussolini e la sua propaganda sorse una corrente di opposizione i cui protagonisti furono membri dell’élite borghese liberale di appartenenza massonica, militanti del movimento anarchico, esponenti della classe operaia organizzata nei partiti della sinistra socialista e comunista e aderenti a Giustizia e Libertà. Nacque così un dinamico laboratorio politico animato da giovani italo-tunisini che vide nei primi anni Trenta la costituzione della sezione tunisina della Lega italiana dei diritti dell’uomo (LIDU) e, in seguito, l’apporto di personalità politiche come Velio Spano e Giorgio Amendola inviati dal Centro estero del PCI per dare respiro internazionale al movimento antifascista di Tunisia. Le vicende di questo nucleo antifascista sono state ricostruite attraverso l’analisi della stampa, della memorialistica e di una vasta documentazione reperita negli archivi tunisini, italiani e francesi.

Indice

Introduzione

1. “Noi e Tunisi”: dal Protettorato francese al periodo fascista

La “difesa dell’italianità” in Tunisia tra il XIX e il XX secolo/Il fascismo e la “rivendicazione italiana”: realtà o illusione per l’emigrante?/L’impegno professionale degli italiani e l’“irruzione fascista”

2. La prima opposizione al regime di Roma

L’elite liberal-borghese dei Qr?na e le logge massoniche italiane/Il nucleo comunista/L’antifascismo operaio e il nazionalismo tunisino: “alleanza ideologica” o “opportunità temporanea”?

3. L’unione antifascista dal risveglio alla repressione

La svolta degli anni Trenta: dalla crisi economica al risveglio dell’antifascismo/La sezione tunisina della LIDU/L’intesa Dest?r-fascismo: la “querelle musulfranc”

4. L’ingresso sulla scena dei comunisti italiani

Dall’intesa franco-italiana agli accordi Mussolini-Laval del 1935: il baratto degli italiani di Tunisia/L’impegno comunista nell’antifascismo italiano in Tunisia sullo sfondo dell’impresa etiopica/1936: il rilancio dell’antifascismo italiano in Tunisia tra la vittoria del Front Populaire in Francia e la guerra di Spagna

5. L’azione antifascista tra gli italiani di Tunisia dopo l’arrivo di Velio Spano e Giorgio Amendola

L’omicidio Miceli sullo sfondo delle controversie franco-tunisine/La controversa questione del Neo-Dest?r e l’arrivo a Tunisi del “rivoluzionario di professione” Velio Span/Dai propositi annessionistici di Ciano alla straordinaria esperienza del “Giornale” di Giorgio Amendola

Illustrazioni

Antifascisti attivi in Tunisia, nei partiti, nella LIDU e nell’UPI nel periodo 1930-45

Strumenti di ricerca

Bibliografia