Carocci editore - Storia dell'italiano scritto II. Prosa letteraria

Password dimenticata?

Registrazione

Storia dell'italiano scritto II. Prosa letteraria

Storia dell'italiano scritto II. Prosa letteraria

a cura di: Giuseppe Antonelli, Matteo Motolese, Lorenzo Tomasin

Edizione: 2014

Ristampa: 2^, 2015

Collana: Frecce (177)

ISBN: 9788843071968

In breve

Negli ultimi due decenni la storia della lingua italiana ha conosciuto un intenso sviluppo, conquistando una posizione centrale nel panorama degli studi umanistici. Quest’opera in tre volumi intende mettere a frutto le innovazioni metodologiche più recenti, per ricostruire quella parte di storia linguistica (la più ampia, non solo cronologicamente) che è legata agli usi scritti dell’italiano. Il risultato è una mappa nitida e aggiornata: un prezioso strumento di lettura e insieme d’interpretazione complessiva della nostra storia linguistica.

La lingua della prosa letteraria è stata a lungo, nella storia dell’italiano, un territorio di confine tra il dominio fortemente codificato della lingua poetica e quello ben più mutevole della scrittura usuale. I saggi di questo secondo volume s’incentrano su generi che raramente abbracciano l’intero arco della storia letteraria (come nel caso della narrativa breve o della drammaturgia), e più spesso nascono e si sviluppano lungo periodi storico-letterari dei quali divengono prodotti emblematici (come nel caso dei volgarizzamenti medievali o del romanzo contemporaneo).

Indice

Piano dell’opera

Premessa al secondo volume

1. Volgarizzamenti di Giovanna Frosini

1. Questioni preliminari

2. Il Medioevo plurilingue che volgarizza e traduce

3. Un nuovo tradurre

2. Trattatistica di Marcello Aprile

1. Questioni preliminari

2. La scienza testuale: il Medioevo e il recupero delle fonti

3. La scienza visuale: Umanesimo e Rinascimento

4. La scienza strumentale: il trattato da Galileo Galilei alla rivoluzione industriale

5. Il trattato nell’epoca del declino

3. Cronaca e storia di Davide Colussi

1. Questioni preliminari

2. Gradi e tipi di complessità sintattica

3. Il discorso riportato

4. La presenza dell’io

5. L’indicazione delle fonti scritte

4. Drammaturgia di Luca D’Onghia

1. Questioni preliminari

2. In cerca di una lingua comune

3. Lingua e vernacolo: scrittori teatrali toscani

4. Teatro dialettale fuori dalla Toscana

5. Pluridialettalità e plurilinguismo

6. Uno sguardo sul Novecento

5. Forme brevi della prosa letteraria di Fabio Romanini

1. Questioni preliminari

2. Il Decameron e la sua fortuna

3. Due linee di tendenza sintattica: essenzialità/paratassi vs. ipertrofia/ipotassi

4. Lingua del testo e lingua della cornice

5. Lingua e dialetto

6. La dimensione del parlato

7. Novella e romanzo

8. Novella e narrazione in versi

9. Linee di tendenza novecentesche

10. Per una conclusione

6. Epistolografia letteraria di Luigi Matt

1. Questioni preliminari

2. La lettera familiare (e la faceta)

3. La lettera amorosa

4. La lettera spirituale

5. La lettera discorsiva

6. La lettera odeporica

7. La lettera dedicatoria

7. Paraletteratura di Laura Ricci

1. Questioni preliminari

2. Nelle piazze e fra la gente: libri di battaglia, fogli volanti, dispense

3. Il romanzo di consumo dai salotti borghesi alla metropolitana

4. Parole e immagini. Fotoromanzo, fumetto e graphic novel

5. La letteratura per ragazzi

8. Autobiografia di Lorenzo Tomasin

1. Questioni preliminari

2. Un testo fluido e composito

3. Alcune strutture caratteristiche

4. Coscienza e autocoscienza linguistica

5. Questione della lingua, questioni di stile

9. Romanzo di Maurizio Dardano

1. Questioni preliminari

2. I percorsi della narrativa

3. Titoli, parti, figure

4. Dinamico/statico

5. Aspetti della linearità

6. Modi di enunciazione

7. Stile nominale e dintorni

8. Il lessico tra norma e innovazione

Bibliografia

Indice dei nomi e delle opere anonime a cura di Marcello Ravesi

Indice delle cose notevoli  a cura di Marcello Ravesi

Gli autori e i curatori

Recensioni

, IL Sole 24 Ore, 27-04-2014Lorenzo Tomasin, Corriere del Veneto, 04-05-2014Raffaele Manica, Alias de il Manifesto, 20-07-2014Raffaella Castagnola, Il Corriere del Ticino, 26-07-2014Roberto Carnero, Avvenire, 03-08-2014, www.treccani.it, 23-09-2014

Esce una Storia dell'italiano scritto (Carocci editore), che, raccogliendo i saggi di una trentina di linguisti, si propone – come scrivono i curatori Giuseppe Antonelli, Matteo Motolese e Lorenzo Tomasin – di «rintracciare il retroterra scritto di ciò che oggi identifichiamo con la lingua nazionale». L'impresa editoriale è destinata a costituire un caposaldo degli studi specialistici, così come avvenne vent'anni fa con i tre volumi della Storia della lingua italiana einaudiana, curata da Luca Serianni e Pietro Trifone. La recente Storia dell'italiano scritto avanza nel percorso che ha portato ad abbattere i confini tra generi di scrittura considerati come appartenenti a categorie lontane e incomunicabili. Non esiste soltanto la fondamentale e sublime tradizione dell'italiano letterario, ma, corradicali ad essa, vari generi e tipologie di testi scritti, avvicinati da un continuo dialogo e in relazione costante con la dimensione del parlato. Badando più agli elementi comuni che alle pur rilevate diversità, agli epigoni piuttosto che ai protagonisti, proprio i generi sono messi sotto la lente d'ingrandimento, saggio dopo saggio: dalla Lirica (che apre il primo volume, dedicato alla Poesia), ai Volgarizzamenti (in testa al secondo volume, sulla Prosa letteraria) fino alle Scritture digitali (che chiudono il terzo volume, sull'Italiano dell'uso).

Vittorio Coletti, L'Indice dei libri del mese, 01-12-2014Michele A. Cortellazzo, Il Piccolo, 12-02-2015