Carocci editore - Ponti di carta

Password dimenticata?

Registrazione

Ponti di carta

Nicola Gabriele

Ponti di carta

Giornalismo e potere nella Sardegna dell’Ottocento

Edizione: 2012

Collana: Biblioteca di testi e studi (798)

ISBN: 9788843067718

  • Pagine: 224
  • Prezzo:21,00 19,95
  • Acquista

In breve

Ponti tra l’isola e il continente, strumenti di collegamento tra mondi e culture distanti e profondamente differenti, ma anche capaci di accompagnare la Sardegna attraverso un repentino processo di trasformazione che in pochi decenni la vide passare dal feudalesimo alla modernità. Questo, e molto altro, sono stati i giornali che circolarono in Sardegna nell’Ottocento. Fragilissimi, come la carta di cui erano realizzati, ma forse per questo ancora più preziosi, perché testimoniano e documentano in modo dettagliato, con il ritmo della quotidianità, i profondi cambiamenti che la società sarda stava attraversando entrando a far parte del nuovo Stato unitario. Quei fogli e quelle gazzette, controllati prima dalla censura e poi dal governo o da consorterie che se ne servirono per fini politici ed economici, seppero ritagliarsi anche spazi di libertà di espressione e di pensiero, aprendosi alla cultura mediterranea, europea ed extraeuropea. Il volume traccia un profilo di molti giornalisti e pubblicisti che animarono la stagione pre e postrisorgimentale, ricostruendo i caratteri più rilevanti di una stampa che contribuì a diffondere un senso di appartenenza, di “italianità”, prezioso per il processo di integrazione della società isolana all’interno della nuova dimensione rappresentata dallo Stato nazionale.

Indice

Prefazione di Laura Pisano

Introduzione

1. Restaurazione anticipata

Prime sperimentazioni editoriali/Da strumenti di dispotismo a bandiere di libertà/Censura e privilegi: la stampa politica/La fusione: colonialismo o progresso?/Un ponte tra assolutismo e liberalismo: l’“Indicatore Sardo” /Democratici di provincia

2. Confronti e polemiche sulla fusione

Stampa in continente: “L’Eco della Sardegna”/Libertà politica e perfezionamento morale: l’esperienza dello “Statuto”/L’uomo nuovo: Giuseppe Todde/Il duello per il predominio editoriale/Banche e propaganda: un progetto di monopolio/Esperimenti di fogli satirici/Cavour: padre o patrigno?/Una lente distorta sul Risorgimento italiano: “Il Capricorno”

3. Il dibattito sulla forma dello Stato

La parabola neoguelfa/Ansie e incertezze post-fusione: accentramento o decentramento?/La fine del Regnum: le opinioni della prima ora/Un’utopia risorgimentale: le «vere speranze» di Giovanni

Siotto Pintor/Cosmopolitismo di periferia/Modello cubano e proposte federali/Giorgio Asproni e la «Lega delle isole»

4. Echi risorgimentali: il triennio unitario (1859-61)

Propaganda per l’indipendenza e opposizione clericale/Esercito, volontari ed eroi/Armistizio e frustrazioni/I Mille: un’impresa lontana/Dalla poesia alla prosa: timori di una mercificazione territoriale/Cronache di una cessione presunta/Un’«appendice molto incerta»/In difesa dell’italianità: l’intervento di Mazzini/Prove di mobilitazione di massa: la classe operaia e l’impegno dell’“Imparziale”

5. La parabola della stampa democratica tra ideali politici e interessi economici

Propaganda massonica e aspirazioni democratiche/Giovan Battista Tuveri e Gavino Fara, anime del pluralismo editoriale/Prime logge, proselitismo e strumenti comunicativi/«Eleggete i sardi!»/Questione ferroviaria e ademprivi/Genesi e struttura di un periodico nuovo: “Il Movimento sardo”/Autonomia e decentramento: le due anime/Trasformazione e consolidamento di una “pubblica opinione”

6. Aspirazioni europee e identità culturale

La fine di un isolamento presunto/Un modello di intellettuale sardo-europeo: Enrico Costa/La vivacità del giornalismo sassarese/Tracce di propaganda mazziniana/La sponda conservatrice/La ricerca di un giornalismo erudito/Una fucina editoriale: nuovi progetti e sperimentazioni/La stampa al servizio del potere: opportunità o occasione perduta?/La dimensione europea del giornalismo isolano: “La Stella di Sardegna”/L’abbaglio di una generazione/La fine di un inganno: le Carte d’Arborea e la condanna berlinese/ Salvator Angelo De Castro e Ignazio Pillito, ultimi paladini di una mistificazione

7. Interessi coloniali e giornalismo di frontiera

Gli esordi di un’impresa coloniale/Antichi interessi e nuove prospettive/Nuovi eclettici pubblicisti: Gaetano Ghivizzani/L’illusione africana/Esportare il Risorgimento/Sardegna e Tunisia tra prospettive coloniali ed emigrazione: “El Mostakel”

Indice dei nomi

Indice delle testate

PressOnline

Il download della versione PDF del libro è disponibile gratuitamente agli utenti registrati che hanno fatto il login.