Carocci editore - Louis Hjelmslev

Password dimenticata?

Registrazione

Louis Hjelmslev

Antonio Bondì

Louis Hjelmslev

Fra lingua e linguaggio

Edizione: 2012

Collana: Biblioteca di testi e studi (770)

ISBN: 9788843066506

  • Pagine: 112
  • Prezzo:12,00 11,40
  • Acquista

In breve

Louis Hjelmslev è stato a lungo considerato esponente dello strutturalismo formalista, interessato a quell’algebra della lingua intesa come luogo d’insieme di combinazioni formali e d’astratte relazioni fra elementi. Oggi, la teoria hjelmsleviana può riemergere nella sua ricchezza, quella di uno strutturalismo dinamico che punti su due livelli: un’epistemologia analitica che rilevi la complessità degli oggetti linguistici e al contempo l’idea di una stratificazione dei processi semiotici e più in generale del senso. Tentando di sganciarsi dall’eredità storiografica e critica, il libro – che vuole porsi come un’introduzione al lavoro di Hjelmslev per specialisti e per studenti – intende restituire l’elasticità di un pensiero linguistico capace di guardare alla dinamica della produzione testuale e allo spessore e alla densità delle forme linguistiche.

Indice

Lista delle abbreviazioni delle opere di Hjelmslev

1. L’oggetto della linguistica

La lingua: un illustre sconosciuto tra l’empirico e il formale/Una linguistica immanente/L’ipotesi strutturale in linguistica/La lingua come entità autonoma o struttura

2. Il “motivo analitico”, dai Prolegomena al Résumé

Il “motivo analitico”: sguardo d’insieme/L’analisi fra testo e lingua/Analisi e deduzione: forma, sostanza, materia/Le fasi dell’analisi/Analisi mereologica e analisi funzionale

3. La stratificazione del segno semiotico

La semiotica di Hjelmslev e la sua eredità/La lingua non è un sistema di segni/Dal segno alla funzione semiotica/Funzione semiotica e categorizzazioni cognitive/La sostanza semiotica immediata e la complessità del “segno”

Bibliografia