Password dimenticata?

Registrazione

La fiaba estrema

Graziella Bernabò

La fiaba estrema

Elsa Morante tra vita e scrittura

Edizione: 2012

Collana: Sfere (64)

ISBN: 9788843065172

In breve

Complessa, affascinante, generosa, provocatoria. Elsa Morante ha pagato troppe volte il suo essere estrema, nei rapporti personali come nel coraggio di una scrittura dirompente, lontana da qualunque schema e spesso in anticipo sui tempi, tanto nei contenuti quanto nel linguaggio. Una libertà non disgiunta da una genuina tensione etica, che può spiegare la crescente sintonia con la sua opera di tanti lettori, anche giovani, sollecitati dalla sua voce fuori dal coro. Il libro propone un viaggio attraverso l’intera produzione di Elsa Morante, senza prescindere mai dal singolare percorso di vita della scrittrice sullo sfondo delle grandi problematiche che hanno animato il Novecento. Un viaggio che trova il suo cuore nelle molte testimonianze di chi le è stato a vario titolo vicino. Sono proprio questi ricordi a delineare le relazioni intellettuali e affettive di Elsa e a guidarci alla scoperta di una straordinaria figura di donna e di poeta.

Indice

Premessa
Ringraziamenti
1. Nel segno del Leone
Il mistero della data di nascita e un doloroso segreto di famiglia
La Roma di Elsa
Genialità e inquietudine di Elsa bambina
Il rapporto ambivalente con la madre
I primi racconti per ragazzi
I contrasti della personalità
2. Elsa nel mondo e il sogno della cattedrale
Un difficile apprendistato alla vita
L’incontro con Moravia
Il gioco segreto
La coppia Morante-Moravia: il matrimonio, gli anni di guerra
3. Il dopoguerra e il prodigio di Menzogna e sortilegio
Solitudine di Elsa e ritiro nella scrittura
Il manoscritto di Menzogna e sortilegio
L’«ultimo romanzo possibile»
I personaggi tra autobiografismo e invenzione
Una donna alla ricerca di sé
Realismo e visionarietà dei luoghi
Un tempo generazionale matrilineare
Le sorprese della lingua
Consensi e incomprensioni per Menzogna e sortilegio
4. Un piccolo punto sulla terra: l’isola delle origini
L’incontro con Visconti e le poesie di Alibi
Lo scialle andaluso: angoscia e fascino della madre
Realtà e favola nell’Isola di Arturo
La negazione interna del romanzo di formazione
Arturo narratore e personaggio
Arturo e Nunziata
Un realismo amoroso
L’isola e il tempo dell’infanzia nel sogno di Arturo
I due piani del linguaggio
5. La poesia contro l’«irrealtà» e Il mondo salvato dai ragazzini
L’incontro con Pasolini
Saba: «il poeta di tutta la vita»
Sul romanzo e il dibattito culturale della fine degli anni cinquanta
L’amore per Bill Morrow
L’amicizia con Carlo Cecchi
Da una crisi di creatività a una nuova poetica
La conferenza Pro o contro la bomba atomica
Il mondo salvato dai ragazzini: un’esperienza totale di poeta
6. Il confronto con la “Storia”
Elsa Morante e il ’68
Il caso Braibanti
La crisi dell’amicizia con Pasolini
La scoperta del Beato Angelico
Gli anni settanta e l’approdo alla Storia
La “Storia” e le “storie”
La “terza lettura” degli eventi di Simone Weil
Un’insolita voce narrante
Centralità della figura di Ida
Ida e Davide di fronte alla “Storia”
L’incursione nel romanzo dell’inconscio
Presenza e significato degli animali
Comunicatività e raffinatezza del linguaggio
La Storia ieri e oggi
7. L’ultima Morante e la pietraia di El Almendral
Elsa Morante dopo La Storia
Aracoeli: l’impossibile ritorno alla madre
Un narratore interno con tentazioni di onniscienza
Lo spazio dal paradiso di Totetaco all’inferno di El Almendral
La memoria, il tempo e la storia
Il corpo e la sua crocifissione
Non solo Freud
Le due Aracoeli
Come nella Tempesta di Giorgione: il destino dell’individuo e del mondo
Lo sguardo, la voce e la lingua di Aracoeli
Un linguaggio vertiginoso
Elsa e Aracoeli
Gli ultimi anni
Una conclusione
Note
Nota bibliografica
Indice dei nomi

Commenti  

 
0 #1 Marco Dalla Torre 2013-08-08 10:49
Biografia appassionata e appassionante, frutto di una lunga vicinanza (già nel 1991 Graziella Bernabò aveva pubblicato per Mursia "Come leggere 'La Storia' di Elsa Morante"). L'autrice riesce a ricostruire, con ampiezza di riferimenti, la personalità ricca e complessa della Morante e della sua scrittura.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna