Carocci editore - Antigone

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Antigone

Sotera Fornaro

Antigone

Storia di un mito

Edizione: 2012

Collana: Quality paperbacks (377)

ISBN: 9788843063642

  • Pagine: 192
  • Prezzo:17,50 14,88
  • Acquista

In breve

Dalla messa in scena della tragedia di Sofocle ad Atene, nel V secolo a.C., la figura di Antigone non ha più conosciuto momenti di eclissi nella storia della letteratura, del teatro, del pensiero. Il suo mito ha posto e pone domande inderogabili: qual è il rapporto tra potere e giustizia? Quali sono i limiti della legge? Ci si deve opporre all’ingiustizia perpetrata dallo Stato? Il martirio è una forma utile di resistenza? Può il potere disporre del corpo del nemico? In che cosa consiste la diversità politica e di genere di Antigone? Ogni epoca ha risposto diversamente a tali questioni e ha prodotto un’Antigone sua propria: l’amante, la santa, la terrorista, l’ebrea torturata nei campi di concentramento, la ribelle di una gioventù bruciata. “Antigone” è diventato dunque un nome-simbolo, capace di rappresentare situazioni anche lontanissime dalla cultura occidentale e senza più alcun legame con il contesto in cui Sofocle scrisse e rappresentò la sua tragedia. Le ricezioni dell’Antigone sono perciò infinite: il libro offre una guida alle più significative di esse in ambito europeo, dal teatro greco antico sino ad oggi.

Indice

Premesse

Ancora una volta Antigone?

Il mito

1. Antigone nel teatro attico

Nota introduttiva

Sette contro Tebe di Eschilo

Antigone di Sofocle

Antigone di Euripide

Edipo re di Sofocle

Fenicie di Euripide

Edipo a Colono di Sofocle

2. Prima dell’Antigone

Epos arcaico

Lirica

Storiografia

L’originalità di Sofocle

Il corpo del nemico ucciso

3. Antigone dall’antichità al Medioevo

Dall’ellenismo ai mitografi d’età imperiale

Le Fenicie di Seneca

La Tebaide di Stazio

Antigone nel Medioevo. Dante

Dai romanzi medievali alle soglie dell’età moderna

4. La riscoperta di Antigone (XVI-XVIII secolo)

La Rosmunda di Giovanni Rucellai (1516)

Luigi Alamanni, Lodovico Dolce, Jean Robelin, Giovanni Paolo Trapolini

La pieta di Antigone per Robert Garnier

Altre Antigoni secentesche

Jean Rotrou

La Tebaide di Racine

Le Antigoni operistiche del xviii secolo e il libretto di Marco Coltellini

Polinice e Antigone di Vittorio Alfieri

5. Antigone nel XIX secolo

Il romanzo di Pierre-Simon Ballanche

La predominanza di Antigone

La traduzione di Holderlin

Hegel

La legge scritta e non scritta

La colpa e l’angoscia

6. Antigone nel XX secolo

Ritorno a Holderlin

L’Antigone di Hasenclever

Cocteau

Heidegger

Un’Antigone in abito da sera (Anhouil)

Dopo Auschwitz

L’Antigone di Bertolt Brecht

Dopo Brecht

Retrospettiva sull’Antigone di Marguerite Yourcenar

Il Living Theatre e il film di Straub e Huillet

Ospedale Colono (Elsa Morante, 1968)

7. Antigone, la psicanalisi e la filosofia del secondo Novecento (e oltre)

Jacques Lacan

Maria Zambrano, La tomba di Antigone (1967)

Jacques Derrida

La risposta a Hegel e Lacan di Irigaray e Butler

Adriana Cavarero

Ritorno alla polis: Rossana Rossanda

Martha Nussbaum, Paul Ricoeur e altre letture etiche e politiche

Note

Bibliografia