Carocci editore - Didattica del gioco e integrazione

Password dimenticata?

Registrazione

Didattica del gioco e integrazione

Lucia Chiappetta Cajola

Didattica del gioco e integrazione

Progettare con l’ICF

Edizione: 2012

Ristampa: 1^, 2013

Collana: Studi Superiori (792)

ISBN: 9788843063574

  • Pagine: 276
  • Prezzo:26,00 24,70
  • Acquista

In breve

Come è noto a educatori e insegnanti, il bambino e l’adolescente con disabilità o in situazione di difficoltà e disagio manifestano bisogni originali e specifici che esigono interventi mirati. La Classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute (ICF), con i suoi tre livelli di osservazione (del corpo, della persona, dell’ambiente), è sicuramente uno degli strumenti metodologici più interessanti e adeguati a tale scopo. In particolare, la rilevazione dei comportamenti ludici nelle varie manifestazioni fenomeniche può assumere una forte valenza orientativa delle azioni degli insegnanti. Non è dunque un caso che l’ICF, nella versione per bambini e adolescenti (ICF-CY), contempli una molteplicità di categorie riferite al gioco, sia per sottolinearne la rilevanza nel contribuire allo stato di benessere psicofisico, sia nel riconoscerne la ricaduta sul “funzionamento” e il valore strategico nel processo di sviluppo e di apprendimento. Tali categorie, ulteriormente declinate in relazione agli obiettivi formativi e alle esigenze dei bambini-alunni, danno luogo ad apposite liste di descrittori e a griglie di osservazione, delle quali il volume fornisce ampia esemplificazione. Si presentano inoltre proposte di giochi animati con relativi obiettivi educativi e adattamenti metodologico-didattici, nonché esempi di descrittori per l’osservazione e la valutazione, indispensabili per la progettazione, dal nido alla scuola secondaria, di interventi finalizzati alla valorizzazione costante delle potenzialità di ciascuno.

Indice

Premessa

1. L’integrazione e l’inclusione delle diversità: potenzialità, funzioni e ruolo del gioco nei contesti educativi

Integrazione e inclusione vs diversità e bisogni educativi speciali: rimuovere gli ostacoli all’apprendimento/Gioco e disabilita tra stereotipi e potenzialità formative: la dialettica della didattica speciale/ La capacita di apprendere e di giocare: il gioco come esercizio delle proprie risorse e accumulo graduale di esperienza/Promuovere la partecipazione e l’apprendimento: l’Index per l’inclusione e il contributo del gioco

2. Significato, dimensioni e linee interpretative del gioco nello sviluppo globale dell’uomo

Per una definizione del gioco: Huizinga, Caillois e Fink/Il mondo come gioco/La cultura come gioco: la sintesi nell’Homo ludens di Huizinga/Antropologia del gioco: la classificazione di Caillois/Dinamiche socioeconomiche del gioco

3. Gioco e paradigmi pedagogici

Il gioco nella prospettiva evoluzionistica e la teoria motivazionale di Bruner/Il gioco in età evolutiva: Freud, Winnicott, Klein, Piaget e Vygotskij/Il paradigma ludico nell’educazione e nella formazione: Rousseau, Pestalozzi, Frobel, Agazzi e Montessori/Il paradigma ludico nella formazione etica del bambino/Attività ludica, ludiforme e ludomatetica: verso la sintesi

di gioco e apprendimento

4. Il gioco come fenomeno osservabile nella prospettiva dell’ICF?CY

L’osservazione nella relazione educativa e la fenomenologia del gioco/La relazione educativa nella dimensione ludica: funzione diagnostica, terapeutica e socializzante del gioco/Osservare il gioco dei bambini: il cambiamento di prospettiva da Frobel a Freud/Rilevazione e comprensione del comportamento ludico: il contributo del metodo osservativo/Le metodologie osservative dei comportamenti ludici/Osservare, progettare, valutare e orientare nella prospettiva inclusiva: il contributo dell’ICF?CY/Il gioco come osservatorio privilegiato e fonte di informazioni, ovvero “buttarsi al di la” della stessa osservazione/Progettare forme di sostegno con l’icf: per una visione inclusiva ed equa di tutte le diversità

Appendice

5. Le categorie e i codici del gioco nell’icf?cy: proposte operative per l’osservazione e la valutazione

Il gioco nell’icf?cy: categorie e codici in “Attività e partecipazione”/Gioco e nuove tecnologie nell’icf?cy: categorie e codici in “Fattori ambientali”/Dalle categorie e dai codici dell’icf?cy ai descrittori per l’osservazione, la progettazione didattica e la valutazione

Appendice. Liste di descrittori e tabelle di registrazione: esempi

6. Didattica speciale, del gioco e dell’animazione: creatività progettuale e prospettiva inclusiva

Didattica speciale, del gioco e dell’animazione: prossemica e dialettica della classe/L’approccio ludico?animativo nella didattica inclusiva: oltre l’impiego strumentale del gioco/Essere un gruppo: l’animazione nell’organizzazione della didattica inclusiva/La comunicazione nella dinamica di gruppo: la prospettiva dell’animazione e il ruolo dell’animatore/ “Giocabilità” del gioco e processo di debriefing animato: il passaggio dal piano ludico al piano di realtà/Il gioco quale sintesi funzionale delle tecniche animative/Progettualità creativa e ludico?animativa: il setting del laboratorio didattico/L’accoglienza tra “fare gruppo” ed “essere gruppo”/L’accoglienza “in gioco”/Dall’accoglienza alla progettazione inclusiva: il ruolo del gioco e dell’animazione/Metodologie attive di progettazione e di intervento educativo?didattico per promuovere l’apprendimento e la partecipazione

Appendice. Esempi di giochi nella dimensione animativa: caratteristiche individuali, obiettivi educativi e adattamenti metodologico?didattici

7. Conclusioni. Il gioco come animazione: una ricerca sul campo

Il gioco nel processo educativo e formativo dalla prima infanzia all’adolescenza/I programmi scolastici e il gioco: breve excursus storico?didattico

Appendice. Il questionario sul gioco nei contesti educativo?scolastici: riflessioni a margine di una ricerca sul campo

Bibliografia

Indice dei nomi

Allegati

Il download degli allegati è disponibile agli utenti registrati che hanno fatto il login.