Carocci editore - Le relazioni tra Italia e Stati Uniti

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Le relazioni tra Italia e Stati Uniti

Lucia Ducci, Stefano Luconi, Matteo Pretelli

Le relazioni tra Italia e Stati Uniti

Dal Risorgimento alle conseguenze dell'11 settembre

Edizione: 2012

Collana: Studi Superiori (790)

ISBN: 9788843063550

  • Pagine: 208
  • Prezzo:16,00 13,60
  • Acquista

In breve

Il volume ricostruisce i rapporti fra l’Italia e gli Stati Uniti dagli anni del Risorgimento alle ripercussioni degli attentati dell’11 settembre 2001, con particolare attenzione alla dimensione politico-istituzionale ma senza trascurare aspetti come i flussi migratori e la diplomazia culturale. Evidenzia come, partendo da una situazione di sostanziale indifferenza, le relazioni si siano poi intensificate dal primo conflitto mondiale, fino a quando, con la Guerra fredda, il governo italiano ha reso gli Stati Uniti l’interlocutore privilegiato, in parte abdicando alla sua sovranità e assoggettando la propria politica estera agli orientamenti americani, per perseguire una ricerca di status internazionale che ha continuato a fare affidamento su Washington anche dopo la fine del conflitto tra i blocchi.

Indice

Abbreviazioni
Introduzione
1. Gli anni del Risorgimento italiano
Il Congresso di Vienna e la politica delle grandi poten­ze: le relazioni diplomatiche fuori d’Europa
Le aspettative statunitensi per la rivoluzione italiana
Gli intellettuali italiani e statunitensi: mediatori tra Torino e Washington
Giuseppe Garibaldi e la spedizione dei Mille
2. Dall’Unità italiana alla crisi internazionale
La guerra civile americana e i problemi dell’Italia unita
La costruzione della nazione
La migrazione italiana
Imperialismo "informale" e colonialismo europeo
Divergenze culturali e istituzionali
3. Ascesa e tramonto del wilsonismo: la Prima guerra mondiale
La neutralità
L’intervento italiano
Il mito di Wilson in Italia
La fine della guerra e la Conferenza di pace
4. Le origini dell’ingerenza statunitense: gli anni tra le due guerre mondiali
Mussolini e gli Stati Uniti
Il debito di guerra
Dal crollo di Wall Street alla guerra di Etiopia
L’appeasement rooseveltiano
Il fattore etnico
5. Conflitto e cobelligeranza: la Seconda guerra mondiale
L’Italia in guerra
Da Pearl Harbor alla caduta del regime fascista
Dall’armistizio alla liberazione di Roma
Dal primo governo Bonomi alla liberazione del Nord Italia
Partigiani e alleati
6. La scelta atlantica tra egemonia statunitense e «impe­ro su invito»
Dal governo Parri alla fine della coalizione antifasci­sta  
Il Piano Marshall e i primi passi di integrazione euro­pea
Le elezioni politiche del 1948
L’Alleanza atlantica
Il contenimento "negativo" e la fine del centrismo de­gasperiano
Il ruolo della cultura
7. Il neoatlantismo
La ced e la questione giuliana
Giovanni Gronchi e la politica estera di un presidente della Repubblica
Verso il centrosinistra
Il centrosinistra alla prova della fedeltà atlantica
8. Consolidamento e incrinature dell’alleanza  
L’Italia tra Stati Uniti ed Europa comunitaria
Uno spettro si aggira per l’Italia
Gli euromissili e la Seconda guerra fredda
Il ruggito del topo
9. Dal "Nuovo ordine mondiale" alla "guerra" al terrori­smo
La conclusione della Guerra fredda e le nuove dinami­che del sistema internazionale
Le crisi nei Balcani
La politica di sicurezza di fronte alle sfide dell’alba del terzo millennio
Conclusioni
Bibliografia