Carocci editore - Diritto e giurisprudenza in Roma antica

Password dimenticata?

Registrazione

Diritto e giurisprudenza in Roma antica

Cristina Giachi, Valerio Marotta

Diritto e giurisprudenza in Roma antica

Edizione: 2012

Ristampa: 2^, 2014

Collana: Diritto e politica (13)

ISBN: 9788843062836

  • Pagine: 372
  • Prezzo:33,50 31,83
  • Acquista

In breve

Il volume propone un’accurata selezione dei più importanti elementi costitutivi dell’ordine giuridico di Roma antica. In un percorso diacronico – dall’età arcaica con i suoi sacerdotisapienti, i pontifices, fino all’ultima stagione creatrice della giurisprudenza nel III secolo d.C. – il lettore potrà confrontarsi con le concrete condizioni di lavoro dei giuristi e, in particolare, con i processi d’elaborazione giurisprudenziale dei principali istituti del diritto privato romano.

Indice

Premessa
Introduzione
Parte prima
La formazione del ius civile
1. La città e le sue istituzioni tra VIII e VI secolo a.C.
La monarchia latina/I re etruschi
2. Le origini della scienza giuridica
Il collegio pontificale/Sapienza sacerdotale e ius
3. I più antichi paradigmi negoziali
La mancipatio/ Il lege agere sacramento in rem e l’in iure cessio
4. Le XII Tavole
Il quadro storico generale e le istituzioni della res publica/Il V secolo a.C./Forme e contenuti della legislazione decemvirale/Le legis actiones/L’influenza greca e l’isonomía/La lex publica
5. L’interpretatio
Il diritto tra IV e III secolo a.C./Alcuni schemi negoziali: manumissio vindicta, coemptio e sponsio/L’emancipatio e l’adoptio in iure/La successione testamentaria e quella intestata: regime normativo decemvirale e interpretazione dei giuristi/Il ius legitimum e il ius civile/L’usufrutto e le servitù prediali come iura in re aliena
Parte seconda
Il diritto romano nel suo impianto classico
6. Linee di storia della costituzione e della giurisprudenza
Una potenza mediterranea: crisi della repubblica e genesi del principato/La nuova giurisprudenza nobiliare/I giuristi e la filosofia greca: l’emergere del ius controversum/Da aristocratici di rango senatorio a funzionari della burocrazia imperiale (secoli I a.C.-III d.C.)
7. Dalle legis actiones al processo formulare
La crisi del ritualismo/La genesi del processo per formulas e la tutela degli scambi commerciali/Mutuo, legis actio per condictionem e condictio certae pecuniae/Protagonisti e struttura del processo formulare/La costruzione della formula/Praescriptiones, pluris petitio, exceptio e replicatio
8. Gli editti dei magistrati giusdicenti
Il ius edicendi dei pretori/Le clausole edittali: alcuni esempi/Le forme di manifestazione dei comandi e delle disposizioni del magistrato giusdicente/L’editto: da programma giuridico-politico a norma/La lex Cornelia de iurisdictione del 67 a.C./Il pretore e il suo editto/Sviluppo e stabilizzazione/Il ius honorarium/L’attività normativa senatoria e imperiale: tra ius civile e ius honorarium/Integrazione dei piani processuale e sostanziale
9. Forme e contenuti dell’editto. Le azioni e i mezzi complementari della procedura formulare
Le azioni e la loro classificazione/Actiones in rem / in personam, civiles / honorariae/Iudicia legitima /iudicia quae imperio continentur: la legittimazione del processo per formulas/Actiones civiles: formulae in ius conceptae/Actiones honorariae: formulae in factum conceptae/Actiones honorariae: formulae ficticiae (con particolare riguardo all’actio Publiciana)/Actiones honorariae: le azioni con trasposizione di Soggetti/Altri tipi di azioni (actiones / iudicia bonae fidei; actiones rei persecutoriae, poenales, mixtae; actiones noxales)/I mezzi complementari della procedura formulare: in integrum restitutiones, missiones in possessionem, stipulationes praetoriae, interdicta
10. I giuristi e l’editto
I giuristi, l’agere e il processo per formulas: l’assenza del principio di sostanziazione dell’azione e le sue conseguenze/I commenti all’editto nel quadro della letteratura giurisprudenziale/I giuristi, le figure del ius civile e l’editto: l’usufrutto/Altre figure edittali: il deposito
11. La creazione giurisprudenziale di enti giuridici: emptio-venditio e permutatio
L’obligatio e la nozione di contrahere/Il consensu contrahi e la bona fides/Compravendita greca e romana/Il regime giuridico/L’aggiramento del principio di tipicità/Origine e natura della moneta in un testo di Paolo:
D. 18, 1, 1pr.-/La tutela della permuta e delle altre figure atipiche