Carocci editore - La società degli indifferenti

Password dimenticata?

Registrazione

La società degli indifferenti

La società degli indifferenti

Relazioni fragili e nuova cittadinanza

a cura di: Adriano Zamperini, Marialuisa Menegatto

Edizione: 2011

Collana: Biblioteca di testi e studi (694)

ISBN: 9788843061327

  • Pagine: 160
  • Prezzo:17,00 14,45
  • Acquista

In breve

Tanti sguardi di indifferenza, pochi gesti di solidarietà. Un canovaccio con cui i mass media raccontano la vita quotidiana. Persone in difficoltà per grandi e piccoli problemi dell’esistenza protese in una richiesta d’aiuto o bisognose di intervento si scontrano spesso con occhi di astanti incollati al suolo, spettatori del naufragio altrui. L’indifferente è colui che sta in disparte, non stringe legami, si estranea da tutti e tutto, scegliendo o subendo di non essere per gli altri. E quando si scrive di indifferenti è soprattutto per biasimarli e inscriverli nella galleria dei personaggi negativi della contemporaneità. Questo libro punta invece ad attraversare l’indifferenza e a dialogare con gli indifferenti. Grazie a uno psicologo sociale, una psicologa di comunità, un giornalista scientifico, un docente di media visuali, uno psicoterapeuta, un operatore sociale, tutti chiamati a confrontarsi senza anteporre il giudizio alla comprensione. Per apprendere dal "negativo" dell’esperienza inedite prospettive d’analisi e d’intervento utili nel sostenere relazioni sociali fragili e nello sviluppare un nuovo senso di cittadinanza.

Indice

Presentazione di Raffaella Fontanesi
Introduzione di Adriano Zamperini e Marialuisa Menegatto
1. Parabole di cittadini indifferenti per comunità smarrite di Adriano Zamperini
Introduzione/Diagnosi di una comunità smarrita/La parabola dei trentotto spettatori/Insensibilità come adattamento sociale/La responsabilità individuale incrinata dal potere della situazione/Gli altri, la nostra segnaletica sociale/Essere esclusi, non essere inclusi e altri effetti di una categorizzazione al servizio dell’indifferenza/La sostenibile leggerezza delle omissioni/Conclusione
2. Giornalismo e indifferenza di Ranieri Salvadorini
Negli ingranaggi della stampa, il tragitto della notizia/Chi si identifica con una stima di morti?/Strategie di costruzione dell’indifferenza/Strategie di riparazione: ripartire dalla relazione, imparare a rischiare/Conclusione
3. Indifferenza e media visuali di Michele Marangi
Introduzione/Immagini e immaginario/Cosa vedo, come guardo/I media come frames della contemporaneità/Indifferenza e prassi comunicative/Promuovere consapevolezza/Media e cittadinanza attiva
4. La condizione umana e la costruzione sociale dell’indifferenza di Roberto Merlo
Premessa/La cura come distruzione dell’altro in quanto altro/La cura come cambiamento dell’altro/La cura come compassione dell’altro in quanto altro/La approssimazione come costume epistemico/Chi è l’altro di cui parliamo/Dell’indifferenza soggettiva e sociale e delle connessioni tra le due/Che essere e che fare/Proposta e tentativo di presentare un caso e un fatto reale attraverso i paradigmi appena illustrati. Al lettore
il giudizio!
5. Indifferenza e formazione alla cultura civica di Marialuisa Menegatto
Introduzione/La risorsa del capitale sociale/Dall’indifferenza come crisi delle relazioni all’indifferenza come regola delle relazioni/Indifferenti alle differenze/Indifferenza "civile"/Burocratizzazione della vita moderna/Diversamente indifferenti nelle organizzazioni/Partendo dall’indifferenza: prospettive per una formazione civica trasformativa/Un approccio patico per generare il civico/Prendersi cura delle relazioni nelle comunità di sviluppo/Esercitare responsabilità: dalla cultura dell’attenzione alla pratica dell’attenzione/Usare fiducia per generare fiducia/Conclusione
Nota finale. Indifferenza e volontariato di Brunello Buonocore
Bibliografia
Gli autori