Carocci editore - Che cos'è lo stress

Password dimenticata?

Registrazione

Che cos'è lo stress

Simone Macrì, Sara Capogrossi Colognesi

Che cos'è lo stress

Edizione: 2011

Collana: Bussole (419)

ISBN: 9788843059119

  • Pagine: 128
  • Prezzo:12,00 11,40
  • Acquista

In breve

Lo stress è buono o cattivo? Quali sono i meccanismi biologici alla base delle risposte di stress? Specie animali diverse dalla nostra reagiscono nello stesso modo? Come si sviluppano i meccanismi di stress nel corso dell’esistenza? In quali situazioni una risposta così utile e funzionale diventa malattia? Nel rispondere a queste e altre domande, il testo illustra i vari aspetti dello stress, una reazione fisiologica e psicologica che da una parte ci permette di sopravvivere, crescere e riprodurci, e dall’altra sembra mettere a repentaglio la nostra salute.

Indice

Introduzione
1. Meccanismi fisiologici della risposta di stress
Il ciclo dello stress/Perché lo stress influenza la memoria/Stress, dolore e Paris Hilton/Stress e difese immunitarie
2. Stress nell’evoluzione (filogenesi)
Introduzione/Stress nel mondo vegetale/Un sistema altamente conservato/Morire di stress/Fisiologia e personalità/A ognuno la sua strategia
3. Stress nel corso dell’esistenza (ontogenesi)
Introduzione/Biologia dello stress nell’ontogenesi/Stress e gravidanza/Stress e infanzia/Stress e adolescenza/Stress e invecchiamento
4. Stress: funzione e disfunzione
Il "volume" dello stress/Stress e umore/Stress e memoria/Stress e sistema immunitario/Perché, a volte, lo stress diventa malattia?
5. Stress e società
Introduzione/Stress postraumatico/Meglio dominante o subordinato?/L’importanza delle reti sociali/Maschi e femmine sono diversi/Stress e lavoro/Tempi moderni
Bibliografia

Recensioni

Alex Saragosa, il Venerdì, 12-08-2011
Secondo l’lnail, oltre la metà delle giornate di lavoro perdute, lo sono a causa dello stress, disturbo di cui dichiara di soffrire il 27 per cento dei lavoratori italiani. Non c’è da meravigliarsene: crisi economica, precarietà sul lavoro, pendolarismo disagiato, competizione globale, servizi sempre più carenti, ci mettono sotto pressione. Può quindi essere utile leggere Che cose lo stress (Carocci editore, pp. 128, euro 10.50), scritto dallo psicologo Simone Macrì e dalla giornalista scientifica Sara Capogrossi Colognesi. «In realtà» spiega Macrì «le reazioni fisiologiche che associamo allo stress sono il modo normale con cui l’organismo mobilita tutte le sue energie per affrontare un improvviso squilibrio». Le reazioni di stress non si verificano perciò solo come risposta a episodi negativi o drammatici, ma anche in infinite situazioni quotidiane, dal fare un discorso in pubblico al corteggiare qualcuno. In tutti questi casi, il cervello scatena una sorta di «allarme generale» a base di ormoni che blocca le funzioni non urgenti, come la digestione, dirotta il sangue a muscoli e cervello, aumenta frequenza cardiaca e acutezza sensoriale. «Senza tutto questo saremmo incapaci di affrontare qualsiasi situazione non di routine. La "reazione di emergenza", però, diventa un problema quando dura troppo a lungo. In questo caso si può arrivare al calo delle difese immunitarie. a danni all’apparato circolatorio e alla depressione». Purtroppo in questi anni di tumultuoso cambiamento,  le fonti di stress sembrano crescere e diventare sempre meno controllabili. «Particolarmente esposte sono le professioni ad alto impegno e sempre minore gratificazione, come quella degli insegnanti, e le donne, che devono conciliare lavoro e famiglia». Come se ne esce? «Bisogna "staccare" ogni volta che si può, con attività rilassanti e gratificanti, dal modellismo alla meditazione e allo yoga» dice Macrì. «Quanto a me, ricercatore precario, uso la musica».