Carocci editore - Il disturbo della condotta

Password dimenticata?

Registrazione

Il disturbo della condotta

Daniele Fedeli

Il disturbo della condotta

Edizione: 2011

Collana: Studi Superiori (610)

ISBN: 9788843059072

  • Pagine: 208
  • Prezzo:18,00 17,10
  • Acquista

In breve

I disturbi della condotta e, più in generale, i comportamenti aggressivi sono tra le principali fonti di preoccupazione per quanti si occupano di età evolutiva, ponendo sfide educative non sempre facili da gestire. Nel corso degli anni, la conoscenza dei fattori di rischio e delle dimensioni fenomenologiche dei disturbi comportamentali è significativamente cresciuta, imponendo modelli esplicativi più articolati e complessi. Nel volume viene seguita la traiettoria evolutiva di tre bambini "tipici" e si analizzano le complesse modalità tramite cui i fattori emotivi e le variabili cognitive interagiscono, favorendo l’emergenza di condotte problematiche e ostacolando al contempo lo sviluppo di abilità prosociali. La storia di Pietro, che mostra un’oppositività fisiologica, quella di Antonio, esplosivamente aggressivo, e quella di Chiara, con comportamenti prevaricatori segnati dall’insensibilità emotiva, permettono di evidenziare.

Indice

Introduzione. Lo studio dell’aggressività: difficoltà concettuali e metodologiche
Una riflessione… per cominciare
Che cos’è l’aggressività? Alcune difficoltà di definizione
Come studiare l’aggressività? Problemi di metodo
Chi studia l’aggressività? Problemi di approccio
1. Le traiettorie evolutive dell’aggressività
Tre cambiamenti di prospettiva nello studio dell’aggressività/Continuità e discontinuità/Le traiettorie normative/Le traiettorie patologiche/Ipotesi esplicative della persistenza
Conclusioni: verso un intervento educativo precoce
Case work 1. Conosciamo Pietro, Antonio e Chiara
2. Lo spettro dei comportamenti aggressivi: possibili classificazioni
La classificazione degli atti aggressivi/La classificazione nosografica delle condotte aggressive/La classificazione multistadiale delle condotte aggressive/La classificazione delle relazioni aggressive: il bullismo
Conclusioni: work in progress
Case work 2. Pietro, Antonio e Chiara, dall’atto alla relazione
3. Un modello esplicativo integrato delle condotte aggressive
Le sfide metodologiche nella ricerca delle cause/Un modello concentrico delle condotte aggressive/Secondo livello: i fattori di predisposizione/Terzo livello: le variabili distali socio ambientali
Conclusioni: dallo spiegare al prevedere
Case work 3. Antonio e Chiara, diverse configurazioni di rischio
4. Media e aggressività: contributi alla comprensione delle condotte devianti
Che cosa sappiamo dei media tradizionali: la televisione
come cattiva maestra?/Il pupazzo Bobo e l’apprendimento dell’aggressività/I meccanismi d’azione della televisione violenta/Spettatori a rischio?/TV e bambini: un rapporto bidirezionale/Vecchia signora televisione
Case work 4. Antonio, Chiara e la TV
5. L’approccio educativo-riabilitativo nel disturbo della condotta
Elementi chiave dell’intervento educativo/Il piano dell’intervento educativo-riabilitativo/Quattro strade per l’intervento educativo-riabilitativo/Conclusioni: alla ricerca del capitale sociale
Case work 5. Aiuti diversi per Antonio e Chiara
Conclusioni. Il paradosso del bambino iper-regolato
Bibliografia