Carocci editore - Accogliere gli immigrati

Password dimenticata?

Registrazione

Accogliere gli immigrati

Accogliere gli immigrati

Testimonianze di inclusione socio-economica

a cura di: Barbara Ghiringhelli, Sergio Marelli

Edizione: 2009

Collana: Biblioteca di testi e studi (524)

ISBN: 9788843051380

  • Pagine: 320
  • Prezzo:32,50 30,88
  • Acquista

In breve

Il volume presenta i risultati di un’indagine sull’inclusione socio-economica dei migranti in Italia. Valorizzando la centralità dell’elemento etnico e delle caratteristiche dei territori di partenza e di insediamento, la ricerca ha preso in considerazione due casi-studio: quello della comunità romena residente nella provincia di Roma e quello della comunità boliviana presente a Bergamo. Attraverso interviste a testimoni privilegiati e la ricostruzione dei percorsi dei migranti si sono individuati e analizzati i fallimenti ma anche i successi dei percorsi intrapresi: la loro analisi ha portato alla identificazione degli aspetti su cui oggi è necessario concentrare l’attenzione – in Italia o nei paesi di partenza – in termini di cambiamento o in termini di consolidamento di buone pratiche. Il libro è arricchito nella sua prima parte da tre saggi di autorevoli esperti che costituiscono un’importante cornice di riferimento nell’ambito della quale collocare la tematica in esame.

Indice

Prefazione. Immigrati e inclusione sociale. Limiti e potenzialità del caso italiano di Sergio Marelli
Introduzione di Barbara Ghiringhelli
Parte prima
Lo scenario
1. Cittadinanza e cittadinanze, ad omnes includendos: la via dei diritti umani di Antonio Papisca
Sfide per una cittadinanza (solo) nazionale/I diritti umani, plenitudo iuris/Cittadinanza intesa come albero di cittadinanze/Cittadinanza europea dei diritti umani: quale coerenza?/L’orizzonte spaziale della cittadinanza plurale/Conclusioni: verso un’identità civica trascendente (transcend civic identity)
2. Migrazioni, territori, appartenenze: una relazione contrastata di Maurizio Ambrosini
Chi sono gli immigrati? La costruzione sociale del diverso/La nazione e gli immigrati: una tensione ineludibile/Presidio delle frontiere e inclusione nella comunità dei cittadini/L’importazione riluttante: il mercato del lavoro/La crescente eterogeneità dei migranti contemporanei/L’integrazione sociale e gli immigrati
3. Consistenza numerica, tendenze e problematiche della presenza straniera in Italia: il quadro di riferimento di Gian Carlo Blangiardo
Una crescita sempre più intensa/Il panorama delle provenienze: dal Nord Africa, all’Est europeo/Il quadro dell’irregolarità/L’orizzonte delle prospettive
Parte seconda
La ricerca
4. La ricerca e il suo svolgimento di Barbara Ghiringhelli
I presupposti, gli strumenti/Il percorso/Capitale umano. Capitale sociale. Rete etnica/Famiglia transnazionale e transnazionalismo/Le rimesse
5. I romeni in Italia: lavorano, risparmiano, intraprendono, si formano di Barbara Ghiringhelli e Valentina Pierucci
L’emigrazione romena in Italia/Le migrazioni circolari/La comunità romena: i dati dell’inclusione socio-economica in Provincia di Roma/La questione dell’immagine
6. Percorsi di inclusione socio-economica: il caso dei romeni nella Provincia di Roma di Barbara Ghiringhelli
Chi sono i migranti intervistati/Le motivazioni alla migrazione/Percorsi migratori: la scelta dell’Italia e il viaggio/L’inserimento occupazionale: dal primo lavoro alla collocazione attuale/L’ascesa occupazione: nuovi network e occasioni/Relazioni difficili: non ti conosco ma so chi sei/Il dilemma: scegliere tra Romania e Italia… o tutte e due/Consigli ai connazionali. Migrare o no?/Le rimesse
7. Romeni in Italia, la presenza nella Provincia di Roma. Le esperienze e i punti di vista dei testimoni privilegiati
Sintesi intervista a Stefano Rolando
Sintesi intervista ad Antonio Ricci
Sintesi intervista a Simona Farcas
Sintesi intervista a Claudio Capezzuoli
Sintesi intervista a Teresa Mereu
8. L’immigrazione boliviana in Italia. Il caso di Bergamo di Mirko Marzadro
Introduzione/Bolivia paese di migranti o cultura delle migrazioni?/Diamo i numeri? Quanti sono i boliviani in Italia? E a Bergamo?/Lavorare fra “etnicizzazione del mercato del lavoro? e immobilità socio-occupazionale/Co-abitare come tattica di resistenza della comunità boliviana di Bergamo
9. Percorsi di inclusione socio-economica: il caso dei boliviani a Bergamo di Mirko Marzadro
Chi sono i migranti intervistati/La migrazione: fasi cruciali e snodi decisivi. La famiglia d’origine/La formazione e l’inserimento nel mercato del lavoro boliviano/Il cambio della situazione. La scelta di emigrare/La scelta della destinazione. I contatti/Il viaggio/L’arrivo, le prime impressioni, il primo alloggio/La ricerca del primo lavoro/Mettersi in regola – mantenersi in regola/Dalla famiglia transnazionale alla famiglia ricongiunta/Il nuovo ambiente sociale e il processo di etnicizzazione/Dall’immobilità socio-occupazionale all’etnicizzazione del mercato del lavoro/Progetti futuri dal radicamento al rientro
10. Boliviani in Italia, la presenza a Bergamo. Le esperienze e i punti di vista dei testimoni privilegiati
Sintesi intervista a Giuseppe Crippa
Sintesi intervista a Eugenio Torrese
Sintesi intervista ad Adriano Allieri
Sintesi intervista a don Francesco Poli
Sintesi intervista a Giuseppina Schöpf Fadda
Considerazioni conclusive di Barbara Ghiringhelli e Sergio Marelli
Scheda FOCSIV-Volontari nel mondo
Profilo autori

Recensioni

Elena Terragni, Mondo e Missione, 01-04-2010
Il volume è il risultato di un’indagine condotta da Focsiv - volontari nel mondo, sullo stato attuale dell’inclusione socio-economica dei cittadini migranti in Italia. L’analisi prende forma dall’osservazione di due comunità straniere scelte come campione, una romena e l’altra boliviana, e si serve di interviste a una serie di testimoni privilegiati. Con particolare attenzione alle caratteriste della società d’origine degli intervistati, vengono ricostruite le motivazioni della partenza, le modalità e le tipologie del loro progetto migratorio e infine il percorso d’inserimento nel nuovo contesto, dalla ricerca di un’occupazione e di un alloggio fino alle barriere dei pregiudizi, senza dimenticare il grande ostacolo rappresentato dalla crisi economica per cittadini già particolarmente vulnerabili per la loro situazione spesso di precarietà. La conclusione, infine, verifica fallimenti e successi dei percorsi intrapresi, con l’intento di identificare gli aspetti su cui oggi è necessario che la politica e la società concentrino l’attenzione, in termini di cambiamento o, al contrario, di consolidamento di buone pratiche.