Carocci editore - Cittadini in Europa

Password dimenticata?

Registrazione

Cittadini in Europa

Giovanni Moro

Cittadini in Europa

L'attivismo civico e l'esperimento democratico comunitario

Edizione: 2009

Ristampa: 1^, 2011

Collana: Biblioteca di testi e studi (518)

ISBN: 9788843050949

  • Pagine: 256
  • Prezzo:24,70 23,47
  • Acquista

In breve

Nel processo di costruzione dell’Europa, i cittadini sono il soggetto più invocato e temuto, ma nello stesso tempo il meno conosciuto. Questo vale soprattutto per le organizzazioni di cittadinanza attiva che operano come attori del policy making europeo, tanto a Bruxelles che al livello nazionale e locale: Cittadini in Europa mira appunto a colmare questo vuoto di conoscenza. Nella prima parte l’autore si confronta con le tematizzazioni sulla natura dell’Unione Europea, sulla cittadinanza dell’Unione e suimodelli di "democrazia partecipativa". Nella seconda, invece, sono riportati e discussi i principali risultati di progetti di ricerca e intervento realizzati a partire dal 2002 da Active Citizenship Network e da fondaca sulla cittadinanza attiva europea. L’obiettivo è chiarire in che modo e con quali limiti i cittadini organizzati sono tra i protagonisti dell’“esperimento democratico" europeo, inteso non come applicazione di un modello, ma come tentativo di costruire una democrazia senza dar vita a una copia più o meno brutta di uno Stato nazionale.

Indice

Presentazione
Introduzione. I cittadini e l’esperimento democratico europeo
1. I cittadini, problema d’Europa
2. Specchiarsi nella cittadinanza americana
3. Difetti di visione
4. Scelte
5. Fenomenologia empirica
6. La cittadinanza attiva e la ricerca sull’Europa
7. Struttura del volume
Parte prima
Tematizzazioni
1. Oltre il modello nazionale-statale
La UE come sistema di governance multilivello e policentrico/La UE come “Stato regionale"/La UE come “impero cosmopolita"/Conclusioni
2. Il laboratorio della cittadinanza europea
Effetti collaterali/Punti di partenza/Diritti, appartenenza, partecipazione/Domande, risposte, sfide/Conclusioni
3. Le ambiguità della democrazia partecipativa
Le basi della democrazia partecipativa/La democrazia partecipativa e l’Unione Europea/Modelli concorrenti/Promesse mancate/Il modello della democrazia partecipativa e l’esperienza della cittadinanza attiva/Democrazia partecipativa e sussidiarietà circolare/Conclusioni
Parte seconda
Politiche
4. Le istituzioni di fronte alle organizzazioni civiche
Esiste uno stile di policy "europeo" nei confronti delle organizzazioni civiche?/I governi nazionali/Le istituzioni dell’Unione/Conclusioni
5. I diritti di cittadinanza attiva europea e la loro pratica
La Carta europea della cittadinanza attiva/L’esperimento di monitoraggio e valutazione dello stato di attuazione dei diritti/I fenomeni emergenti/I risultati della valutazione/Conclusioni
6. Il nodo della rappresentanza
"Parlare a nome" e “Agire per conto"/Dalla rappresentanza agli standard per la partecipazione al policy making/Criteri ufficiali e criteri ombra/Che fare/Echi/Conclusioni
7. Il movimento civico europeo per i diritti dei malati
La Carta europea dei diritti del malato/L’Audit civico sullo stato dei diritti dei malati/I diritti dei malati nell’agenda europea/Conclusioni
8. Imprese e cittadini in Europa
Le imprese e la governance europea/L’Unione Europea e la responsabilità d’impresa/Una valutazione e una diagnosi/Le partnership tra organizzazioni civiche e imprese private/Conclusioni
Conclusioni
1. Cittadini che fanno l’Europa
2. Da attori ad agenti
3. Democrazia mista
4. Le porte della città-Europa
Appendici
A. Carta europea dei diritti del malato
B. Agenda dei cittadini
C. Carta europea della cittadinanza attiva
Bibliografia
Progetti utilizzati nel testo

Recensioni

Francesco Santini, Terzo Settore, 01-06-2010

L'autore attraverso questo volume ha voluto comprendere a fondo  non solo le motivazioni della nascita della Comunità europea ma anche la sua modalità organizzativae partecipativa. Viene infatti ritenuto fondamentale il dialogo fra cittadino europeo al fine di non replicare sterili modalità di alcuni governi nazionali nell'intendere la democrazia partecipativa. Il secondo capitolo propone la mesa in pratica dei diritti di cittadinanza attiva attraverso modalità come il movimento civico europeo per i diritti dei malati.

, Nuovo consumo, 01-08-2010

Il libro (Carocci, p.254, euro 24), del sociologo politico Giovanni Moro, presidente di Fondaca - Fondazione per la cittadinanza attiva - parte dal paradosso che tanto più la comunità scientifica attribuisce importanza all’esistenza e all’azione scientifica attribuisce importanza all’esistenza e all’azione delle organizzazioni di cittadini per il destino della UE, tanto meno queste sono conosciute e chiaramente definite nelle loro dimensioni, ruoli e poteri. Non è un caso, infatti, che nel processo di costruzione dell’Europa, i cittadini sono il soggetto più invocato e temuto, ma allo stesso tempo il meno conosciuto. Questo vale soprattutto per le organizzazioni di cittadinanza attiva che operano tanto a Bruxelles che a livello nazionale e locale. Il libro mira appunto a colmare questo vuoto di conoscenza.