Carocci editore - Le migrazioni

Password dimenticata?

Registrazione

Le migrazioni

Michele Colucci, Matteo Sanfilippo

Le migrazioni

Un'introduzione storica

Edizione: 2009

Ristampa: 3^, 2015

Collana: Quality paperbacks (265)

ISBN: 9788843048090

In breve

L’intera storia dell’umanità è in certo senso storia di migrazioni. Sin dall’antichità classica e medievale, infatti, interi popoli prima, singoli individui poi, hanno lasciato i propri luoghi di nascita alla ricerca – talvolta pacifica, talaltra violenta – di nuove terre, di nuove risorse e di nuove opportunità. Un fenomeno, dunque, di lungo periodo quello delle migrazioni, destinato a subire un’accelerazione nell’Ottocento sotto la spinta della congiuntura socioeconomica e dello sviluppo dei mezzi di trasporto. Ed è proprio dalla fine delle guerre napoleoniche, sebbene non manchino cenni sulle epoche precedenti, che prende le mosse questo libro per ripercorrere le vicende del fenomeno giungendo fino ai nostri giorni.

Indice

Introduzione
1. Come studiare le migrazioni? Questioni di metodo
2. La fine delle guerre napoleoniche e la riscoperta delle Americhe
3. I movimenti dall’Europa centro-orientale
4. Dall’Asia alle Americhe
5. L’emigrazione di massa dall’Europa
6. L’esodo italiano
7. L’emigrazione politica
8. Le nuove migrazioni dall’Europa
9. La decolonizzazione
10. La fine della “cortina di ferro"
11. L’Asia in movimento
12. I nuovi flussi dall’Africa e dall’America Latina
13. Profughi e rifugiati
Conclusioni
Bibliografia
Indice dei luoghi geografici.


Recensioni

Antonio Albanese, Area, 01-04-2009
«Tra la Restaurazione e la Grande Guerra salpano dal continente europeo decine di milioni di emigranti, suddivisi in più ondate... In questo volume abbiamo scelto di prendere in considerazione soprattutto la realtà europea, ma non dobbiamo dimenticare che non è unica, né eccezionale, e che nel corso degli ultimi due secoli ha avuto modo di incrociarsi con altri sistemi migratori».
L’intera storia dell’umanità è in certo senso storia di migrazioni. Sin dall’antichità classica e medievale, infatti, interi popoli prima, singoli individui poi, hanno lasciato i propri titolo, luoghi di nascita alla ricerca talvolta pacifica, talaltra violenta - di nuove terre, di nuove risorse e di nuove opportunità. Un fenomeno, dunque, di lungo periodo quello delle migrazioni, destinato a subire un’accelerazione nell’Ottocento sotto la spinta della congiuntura socioeconomica e dello sviluppo dei mezzi di trasporto. Ed è proprio dalla fine delle guerre napoleoniche che prende le mosse questo libro per ripercorrere le vicende del fenomeno giungendo fino ai giorni nostri.
, Index, 01-12-2009
Con l’obiettivo dichiarato «di restituire alle migrazioni internazionali una maggiore profondità storica, tratteggiata nei suoi caratteri essenziali», s’intende «ricostruire in maniera sintetica le principali traiettorie delle migrazioni internazionali negli ultimi due secoli, con particolare attenzione al caso europeo» (p. 9). Da segnalare la ben selezionata bibliografia tematica finale (p. 129 ss.).