Carocci editore - La teologia della liberazione in America Latina

Password dimenticata?

Registrazione

La teologia della liberazione in America Latina

Silvia Scatena

La teologia della liberazione in America Latina

Edizione: 2008

Ristampa: 1^, 2017

Collana: Bussole (339)

ISBN: 9788843047543

  • Pagine: 112
  • Prezzo:12,00 10,20
  • Acquista

In breve

Sviluppatasi alla fine degli anni sessanta del secolo scorso, la teologia della liberazione in America Latina ha messo in discussione i condizionamenti ideologici, sociopolitici ed ecclesiali di una teologia segnatamente europea nelle sue preoccupazioni e nella sue prospettive, e lo ha fatto a partire da un diverso rapporto con la realtà latinoamericana. Il testo ripercorre l’itinerario della teologia della liberazione, così come si è andato articolando in America Latina, a partire da un forte radicamento nella prassi ecclesiale e in contesti fortemente segnati dalla povertà e da una crescente ondata di militarizzazione violenta.

Indice

Introduzione
1. Le origini (1962-1968)
Il Concilio e l’“aggiornamento" latinoamericano/Primi tentativi di una riflessione teologica “autoctona"/La crisi del “desarrollismo"
2. La fase della formulazione (1968-1972)
Medellín: salvezza integrale e liberazione/La prima diffusione delle tematiche della liberazione/Le prime opere sistematiche/Comunità di base e lettura popolare della Bibbia
3. Gli anni della sistematizzazione e dell’opposizione (1973-1979)
Militarizzazione violenta e attitudini delle gerarchie/Diffusione e internazionalizzazione/Gli approfondimenti/Verso Puebla
4. Da Puebla all’Istruzione vaticana del 1986
Il Centroamerica fra repressione e rivoluzione/La conferenza di Puebla/La controversia sulla teologia della liberazione
5. Bilanci e sviluppi successivi
Autocritiche e nuove prospettive/La Nota sulla cristologia di Sobrino
Bibliografia.

Recensioni

, Il Regno, 15-02-2010

Con l’approccio storico che le deriva dalla sua professione, l’a. presenta la parabola della teologia della liberazione in America Latina in modo molto chiaro: la genesi a partire dal concilio Vaticano II e nel contesto vitale del subcontinente, che negli anni Sessanta conosceva le tensioni del sottosviluppo e della lotta rivoluzionaria; lo sviluppo negli anni dell’involuzione dittatoriale e del primo postconcilio; la reazione intraecclesiale che approda all’’istruzione vaticana del 1986 e alle notificazioni nei confronti dei principali esponenti della teologia. Il bilancio del cammino percorso dalla chiesa e dalla teologia latinoamericana permette di concludere che l’esperienza della teologia della liberazione ha apportato alla pratica pastorale latinoamericana un contributo permanente.