Carocci editore - Ragioni personali

Password dimenticata?

Registrazione

Ragioni personali

Roberto Mordacci

Ragioni personali

Saggio sulla normatività morale

Edizione: 2008

Collana: Biblioteca di testi e studi (424)

ISBN: 9788843046683

  • Pagine: 208
  • Prezzo:19,80 16,83
  • Acquista

In breve

La moralità è la ricerca di buone ragioni. Tuttavia, tali ragioni sono autentiche solo se esprimono l’identità del soggetto e al tempo stesso possono pretendere il riconoscimento di ogni altro agente. Come è possibile sostenere questa pretesa? Rispondere a tale interrogativo significa ricercare il fondamento d’autorità dei nostri giudizi morali. In questo volume si svolge un’analisi critica dei modelli storicamente più influenti della normatività morale (quelli di Aristotele, Hume e Kant), delle principali critiche alla moralità (quelle di Hobbes, Hegel e Nietzsche) e del dibattito contemporaneo sulle ragioni morali. Dagli esiti di questa critica si trae la proposta di una teoria della normatività morale come ricerca di ragioni personali. Le ragioni morali sono autentiche se rispondono al criterio, di ispirazione kantiana, della non contraddizione del volere. Solo in questo modo viene preservato anche il requisito identitario, ovvero viene resa possibile la formazione di un’identità personale unica e irripetibile. La costituzione di sé passa inevitabilmente attraverso un costante confronto con la natura trascendentale della libertà, realmente esistente in ogni persona.

Indice

Sigle
Introduzione
1. Essere un soggetto e agire per buone ragioni / Che cosa significa essere un soggetto pratico? / Ragioni cognitive, ragioni pratiche e ragioni emotive / Ragioni giustificative e ragioni esplicative / Internalismo ed esternalismo
2. Ragioni, razionalità e moralità / Prima e terza persona / Razionalità e ragionevolezza / Ragioni e desideri / Ragioni pratiche: tecniche, prudenziali e morali
3. Aristotele: «agire secondo ragione» per essere felici / Il normativo come originario / Lo scenario aristotelico / La deliberazione / Pensiero pratico e motivazione / La saggezza come riflessività critica / Un equilibrio instabile
4. Hume: approvare le azioni virtuose / L’orizzonte della modernità / La scienza della natura umana in Hume / L’io e la libertà / Ragione e passioni / Motivazione e approvazione / Le difficoltà del sentimentalismo
5. Kant: l’autonomia del volere come fonte della normatività morale / I fraintendimenti della morale kantiana / Ricomprendere la ragion pratica / L’autonomia della ragion pratica e la normatività / Il rispetto come movente pratico e il realismo kantiano / Obbligazione razionale e individualità
6. Hobbes: la meccanica delle passioni / La moralità come apparenza / Il modello hobbesiano dell’autorità / La volontà e la deliberazione / Moralità e potere / Libertà e necessità / Conformismo e alienazione
7. Hegel: la morale della storia / Autonomia dell’etica e critica dell’individualismo / L’autosuperamento della moralità nella Fenomenologia dello spirito / Il dissolvimento della morale nella storia / Individualità e critica
8. Nietzsche: le ragioni della volontà di potenza / La moralità come perversione / Volontà e violenza / Debolezza e ressentiment / La volontà di potenza e il normativo
9. Natura, intuizioni, sentimenti e procedure. Il dibattito contemporaneo / Ragioni morali e concezioni della ragion pratica / Normatività naturale e ragion pratica / Doveri prima facie, deliberazione e motivazione / Normatività dei sentimenti morali? / Il costruttivismo e il «fatto della ragione» / Conclusioni
10. Ragioni personali, realismo morale e pratiche di personalizzazione / Essere soggetti morali, formarsi un’identità personale / Il requisito di praticità / Il requisito identitario / Il requisito normativo / L’unità delle ragioni / L’eccedenza dell’identità personale rispetto all’identità morale
Bibliografia
Indice dei nomi