Carocci editore - L'Europa dei piccoli stati

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
L'Europa dei piccoli stati

Blythe Alice Raviola

L'Europa dei piccoli stati

Dalla prima età moderna al declino dell'Antico Regime

Edizione: 2008

Collana: Studi Superiori (568)

ISBN: 9788843046539

  • Pagine: 208
  • Prezzo:16,50 14,03
  • Acquista

In breve

Se il concetto di piccolo stato si attaglia oggi, in Europa, a poche entità territoriali di dimensione davvero ridotta (Vaticano, Monaco, San Marino, Liechtenstein ecc.), tra l’autunno del Medioevo e il declino dell’Antico Regime esso poteva riferirsi a una pluralità di attori geo-politici che a vario titolo interagivano con le grandi monarchie nazionali garantendosi una certa visibilità e la sopravvivenza. Il libro è dedicato a queste formazioni – città-stato, principati, ducati o repubbliche – con un excursus che si sofferma tanto sulle dinamiche di cui furono protagoniste attive o passive quanto sulle aree di maggior frammentazione regionale e statuale. La geografia dei piccoli stati, infatti, interessò in particolar modo gli spazi dell’Impero e quelli italiani, con fenomeni ed equilibri peculiari verificatisi ai margini dei due ambiti ed esiti che funsero da modello ideale per il pensiero moderno: un esempio fra tutti è quello della Svizzera. Muovendosi così tra casi concreti e trattatistica politica, questo studio
propone una panoramica ampia del tema affrontando alcuni topoi storiografici (la decadenza delle repubbliche), dando risalto a nuovi campi d’indagine (i feudi imperiali, le frontiere) e ripercorrendo, con qualche accenno alla contemporaneità, le avventure di piccoli stati mancati o tardivi.

Indice

1. Forme politiche a confronto: principati, repubbliche e altri modelli di piccolo stato tra Quattro e Cinquecento
Alcune riflessioni sulla genesi dei piccoli stati/Il contesto europeo/L’assetto italiano/Città-stato, repubbliche e principati/Fine dell’autonomia e scomparsa di alcuni piccoli stati europei tra XV e XVI secolo
2. Piccoli stati alla prova: equilibri e fratture del lungo Cinquecento
Uno sguardo agli spazi dell’Impero/Gli spazi italiani/Piccolo stato o grande elaborato politico? La nascita delle Province Unite tra ribellione e sviluppo economico
3. Guerre, crisi, eccezioni: i piccoli stati d’Europa e d’Italia nel XVII secolo
Il panorama europeo/Il quadro italiano/Il sostrato teorico: machiavellismo, Ragion di Stato, giusnaturalismo e piccoli stati
4. Piccole, libere e repubblicane: i fasti e le inerzie di Venezia, Genova, Ginevra e della Confederazione elvetica
La Repubblica di Venezia: Dominante/Terraferma e stato regionale/I secoli dei genovesi/Le fortune del federalismo: il caso della Svizzera
5. Definizioni territoriali, diplomazia, progettualità e scomparsa: i piccoli stati nel Settecento europeo
Interazione, trasformazione e scomparsa di alcuni piccoli stati/Un piccolo stato negato: la Corsica/Tensioni repubblicane e federali/I piccoli stati sognati: l’exploit delle repubbliche giacobine
6. Conclusioni. Davvero piccoli. Microstati fra Ancien Régime ed Europa contemporanea
«A Freak of Freedom»: San Marino/L’isola dei cavalieri/Vantaggi fiscali e falsi storici/Viaggio in Europa
Note
Bibliografia ragionata