Carocci editore - La Mercanzia ad Arezzo nel primo Trecento

Password dimenticata?

Registrazione

La Mercanzia ad Arezzo nel primo Trecento

Andrea Barlucchi

La Mercanzia ad Arezzo nel primo Trecento

Statuti e riforme (1341-1347)

Edizione: 2008

Collana: Studi Storici Carocci (135)

ISBN: 9788843046010

  • Pagine: 216
  • Prezzo:20,70 17,60
  • Acquista

In breve

Sommerso fra le innumerevoli carte dell’Archivio di Stato di Firenze e quindi rimasto sconosciuto agli studiosi di storia medievale, riemerge dopo oltre sei secoli di oblio lo Statuto della Mercanzia di Arezzo, composto nel 1341 al tempo della prima sottomissione della città a Firenze e qui pubblicato in una esemplare edizione annotata e commentata. Il suo rinvenimento getta finalmente una luce potente sulla struttura produttiva e sociale aretina di primo Trecento, così come sulle dinamiche politiche interne, contribuendo a far assumere alla città del Petrarca una statura fino ad oggi sconosciuta in confronto alle altre meglio note realtà urbane della Toscana. Ma il nostro Statuto non è solo un testimone eloquente della struttura economica aretina: la sua composizione, che utilizza come base il contemporaneo Statuto della Mercanzia di Siena, pone infatti grossi interrogativi di carattere politico, essendo coinvolte nell’operazione le tre città comunali toscane dell’interno, unite nell’intento di salvaguardare gli interessi dei ceti mercantili al potere.

Indice

Prefazione di Caterina Tristano
Sigle e abbreviazioni bibliografiche
Introduzione
1. Le vicende archivistiche
2. Il documento
3. Gli uffici, gli ufficiali e le corporazioni aretine / Gli ufficiali e la loro giurisdizione / La normativa sulle arti e sui mestieri ad Arezzo / La chiusura del libro e le rubriche cassate
4. Competenze e procedura /  Le competenze del tribunale della Mercanzia /  Questioni di procedura /  Le società mercantili e artigiane /  La chiusura del secondo libro e le rubriche cassate
5. Il terzo e il quarto libro
6. La Mercanzia ad Arezzo / Statuto della Mercanzia di Arezzo (1341) / Riforma dell’ufficio dei consoli dei Mercanti (1347)
Appendice. Lo statuto dell’arte della Mercanzia senese a cura di Quinto Senigaglia
Indice dei nomi e delle cose notevoli