Carocci editore - Promuovere le competenze 'per la vita'

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Promuovere le competenze 'per la vita'

Promuovere le competenze 'per la vita'

Una didattica efficace per costruire il nuovo curricolo dei percorsi per l'Obbligo Formativo nella Formazione Professionale

a cura di: Eugenia Lodini, Elena Luppi, Ira Vannini

Edizione: 2007

Collana: Studi e ricerche - Assessorato Istruzione, Formazione, Lavoro, Politic

ISBN: 9788843045624

In breve

Indice

Prefazione di Tiziana Di Celmo Premessa di Eugenia Lodini 1. La struttura del nuovo curricolo, gli obiettivi da raggiungere, l'organizzazione del lavoro di Massimo Peron 1.1. Considerazioni introduttive 1.2. La sperimentazione del modello ISFOL applicato all'OF 1.3. Il percorso di revisione del curricolo OF e l'introduzione delle competenze di base 1.4. Il metodo di lavoro 1.5. La riprogettazione curricolare 2005-06 1.6. L'innovazione controllata nelle prime classi FP (biennio 2006-08) Bibliografia 2. Programmazione didattica e valutazione. Riflessioni teoriche a partire dall'esperienza compiuta di Ira Vannini 2.1. Le ragioni di un'esperienza di progettazione di un nuovo curricolo 2.2. La competenza progettuale nella professionalità docente 2.3. Un percorso in quattro tappe… con alcune premesse importanti 2.3.1. L'intenzionalità del progettare / 2.3.2. La collegialità nel progettare / 2.3.3. Una programmazione didattica in quattro tappe Bibliografia 3. Area di base: linguaggi. Competenze linguistiche nel nuovo curricolo biennale della formazione professionale di Angela Chiantera 3.1. Una premessa necessaria 3.2. Insegnare italiano oggi 3.3. Il lavoro con i formatori 3.4. Il punto di vista dei formatori dell'area dei linguaggi 3.4.1. Diversità di appartenenze, diversità di contesti didattici / 3.4.2. Il valore del gruppo: confrontare esperienze e attività didattiche / 3.4.3. Il rapporto con la professione / 3.4.4. Gli esperti di didattica: l'importanza di indicazioni didattiche e metodologiche / 3.4.5. La didattica realizzata e 'le risposte' degli allievi 3.5. Un esempio di programmazione 3.6. Concludere… per continuare Bibliografia 4. Area di base: storico-antropologica. Competenze storiche e geografiche nel nuovo curricolo biennale della formazione professionale di Maria Teresa Rabitti 4.1. Gli standard nazionali: aspettative e problemi 4.2. L'approccio tradizionale all'insegnamento della storia 4.3. Programmare la formazione 4.4. Quale storia 4.5. Creare motivazione: la storia personale 4.6. Valorizzare le preconoscenze 4.7. La scelta dei contenuti 4.8. Riorganizzare il sapere per processi di trasformazione 4.8.1. La tematizzazione / 4.8.2. La struttura del processo di trasformazione / 4.8.3. Modello didattico 4.9. Strumenti e strategie didattiche 4.9.1. Analisi del testo / 4.9.2. Grafici temporali / 4.9.3. Carte geostoriche / 4.9.4. Il laboratorio 4.10. Riflessioni sull'esperienza di sperimentazione. Il punto di vista dei formatori 4.11. Un esempio di programmazione Bibliografia 5. Area di base: matematico-scientifica. Le competenze matematiche nel nuovo curricolo biennale della formazione professionale di Silvia Sbaragli 5.1. Difficoltà nell'apprendimento della matematica 5.2. Ostacoli all'apprendimento 5.2.1. Ostacoli ontogenetici / 5.2.2. Ostacoli didattici / 5.2.3. Ostacoli epistemologici 5.3. Le misconcezioni 5.4. Misconcezioni 'evitabili' e 'inevitabili' 5.5. Ostacoli e misconcezioni insieme 5.6. Lo studente come ricercatore 5.7. L'interpretazione degli errori 5.8. L'importanza del contesto 5.9. Un accenno al recupero 5.10. Il laboratorio di matematica 5.11. I nuclei fondanti 5.12. Le convinzioni di allievi e insegnanti e il loro cambio 5.13. Il punto di vista degli insegnanti 5.14. Il punto di vista degli allievi 5.15. Un esempio di attività Appendice. Immagini illusioni ottiche Bibliografia 6. Sviluppare competenze di base nell'area tecnico-professionale di Elena Luppi 6.1. Il percorso di progettazione 6.1.1. Definire il rapporto fra competenze di base e competenze tecnicoprofessionali / 6.1.2. Programmare attività didattiche finalizzate allo sviluppo delle competenze di base nei moduli tecnico-professionali 6.2. Esiti della progettazione 6.3. Per un bilancio delle attività svolte 6.4. Progettare e realizzare esperienze di interdisciplinarità tra aree di base e area tecnico-professionale 7. Lo stage e il ruolo del tutor nel nuovo curricolo di Elena Luppi 7.1. Il ruolo del tutor nel nuovo curricolo 7.2. Lo stage: fra competenze di base e competenze tecnico-professionali 7.3. Riflessioni conclusive 8. I risultati di apprendimento degli allievi nelle aree di base di Ira Vannini 8.1. I fini e i mezzi in un progetto orientato a promuovere le competenze di base 8.2. Valutare l'apprendimento al termine del primo anno di curricolo riprogettato 8.3. Risultati nell'area dei linguaggi 8.4. Risultati nell'area matematico-scientifica 8.5. Risultati nell'area storico-geografica Bibliografia 9. La soddisfazione degli allievi di Elena Luppi 9.1. Soddisfazione sul curricolo 9.2. I rapporti interpersonali 9.3. I formatori 9.4. Se potessi tornare indietro cosa sceglieresti di fare' 9.5. Quali sono le competenze che pensi servano di più nella vita e che ti piacerebbe imparare' 9.6. Riflessioni conclusive 10. La soddisfazione dei formatori, dei tutor e dei direttori di Massimo Peron 10.1. Il punto di vista dei formatori e dei tutor 10.1.1. Il gradimento dei formatori in relazione al nuovo curricolo / 10.1.2. Il rapporto fra i colleghi del consiglio di classe / 10.1.3. Il rapporto con gli allievi / 10.1.4. Punti di forza e di debolezza del nuovo curricolo / 10.1.5. Il punto di vista dei formatori sulle proprie competenze didattiche / 10.1.6. La soddisfazione rispetto al percorso di formazioneformatori 10.2. Il punto di vista dei direttori 10.2.1. Il gradimento dei direttori in relazione al nuovo curricolo / 10.2.2. Punti di forza e di criticità del nuovo curricolo / 10.2.3. Ricaduta dell'innovazione curricolare negli enti di formazione Riflessioni conclusive di Eugenia Lodini

PressOnline

Il download della versione PDF del libro è disponibile gratuitamente agli utenti registrati che hanno fatto il login.