Carocci editore - Itinerari di ricerca linguistica e letteraria

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Itinerari di ricerca linguistica e letteraria

Itinerari di ricerca linguistica e letteraria

a cura di: Filippo Dettori

Edizione: 2008

Collana: Ricerche

ISBN: 9788843044498

  • Pagine: 192
  • Prezzo:18,70 15,90
  • Acquista

In breve

Il quinto volume dei “Quaderni del Dipartimento di Linguistica e Stilistica
dell’Università di Cagliari" raccoglie studi su argomenti scelti dagli autori.
Vengono affrontati temi riguardanti il plurilinguismo in Sardegna nel Settecento,
la traducibilità del gioco di parole inW. Benjamin, l’apprendimento della seconda
lingua, l’onomastica di S. Niffoi, il teatro di narrazione di A. Celestini, gli studi
di J. Lordat sull’afasia, la narrativa nipponica del periodo Heian, la lingua del romanzo barocco, le necrologie on line, i rapporti fra linguistica e genetica, le rielaborazioni letterarie e filmiche del delitto Papin, l’opera teatrale di D. Harrower.

Indice

Presentazione di Antonietta Dettori
Le Lettere famigliari di Sardofilo Arboreo (1787) e il plurilinguismo in Sardegna di Joan Armangué i Herrero
Note sulla traducibilità del gioco di parole in Walter Benjamin di Francesca Boarini
Second Language Acquisition from the Perspective of Multicompetence by Steve Buckledee
Costanti onomastiche nella narrativa di Salvatore Niffoi di Antonietta Dettori
Le strategie linguistiche nel teatro di narrazione di Ascanio Celestini di Rita Fresu
Jacques Lordat e l’afasiologia di Ines Loi Corvetto
La scrittura come mezzo di salvezza spirituale: il caso dello Hamamatsu ch)nagon monogatari di Andrea Maurizi
La ricerca del doppio nella lingua del romanzo barocco di Anna Mura Porcu
Il necrologio on line: variazione di una tipologia testuale.
Tedesco e italiano a confronto di Franca Ortu
Genetica delle popolazioni e linguistica storica: un connubio possibile? di Nicoletta Puddu
Il caso Papin dai surrealisti a Chabrol di Fabio Vasarri
On David Harrower’s Blackbird Yet Again: Further Linguistic
Evidence of Chauvinist Ideology by Daniela Francesca Virdis