Carocci editore - Reti dentro la guerra

Password dimenticata?

Registrazione

Reti dentro la guerra

Elena Cortesi

Reti dentro la guerra

Corrispondenza postale e strategie di sopravvivenza (1940-1945)

Edizione: 2008

Collana: Saggi e monografie del Dip. Discipline storiche Univ. Bologna

ISBN: 9788843044054

  • Pagine: 200
  • Prezzo:19,10 18,15
  • Acquista

In breve

La Seconda guerra mondiale fu sicuramente un evento traumatico, un trauma che nel tempo breve di pochi anni lasciò segni profondi e provocò mutamenti repentini nella quotidianità, nella socialità, nell’immaginario, nelle mentalità e nelle culture di nazioni intere. Singoli individui e gruppi (famiglia, comunità di paese o di quartiere, generazioni diverse, categoria professionale, classe sociale ecc.) dovettero necessariamente e continuamente elaborare inedite strategie di sopravvivenza materiali e psicologiche per reagire o adattarsi a una realtà totalmente "altra" rispetto a quella nota e per dare un senso al dolore che stavano vivendo. Tali strategie furono in maggioranza strettamente soggettive, ma alcune conobbero una grande diffusione e legarono buona parte degli italiani trovando nella corrispondenza postale un modo o un mezzo assai importante, a volte unico, per innescarsi e compiersi. E questo nonostante la censura postale fascista, a volte anche grazie alla presenza della censura.

Indice

Nota al testo, abbreviazioni e sigle
1. Lettere dalla guerra totale
Introduzione/La Censura postale nella Seconda guerra mondiale/Potenzialità e limiti della fonte
2. La corrispondenza postale come strategia di sopravvivenza alla guerra
Lettere preziose come l’aria/La «passione della lontananza»/Il silenzio nelle lettere ai famigliari/Altri destinatari, altri racconti
3. Strategie di sopravvivenza nelle lettere degli italiani
Fuga dalle città e commercio clandestino/Pacchi postali e licenze/Ironia, religiosità, superstizione e magia/«Il vero è bugia e la bugia verità»
Indice dei nomi