Carocci editore - Breve storia del Caucaso

Password dimenticata?

Registrazione

Breve storia del Caucaso

Aldo Ferrari

Breve storia del Caucaso

Edizione: 2007

Ristampa: 3^, 2017

Collana: Quality paperbacks (222)

ISBN: 9788843043965

In breve

Il testo traccia un quadro essenziale delle dinamiche storiche del Caucaso, dall’antichità sino ai nostri giorni. Caratterizzato da un’eccezionale complessità etnica e linguistica, il Caucaso ha costituito per millenni il confine geografico e culturale tra il Vicino Oriente e il mondo delle steppe eurasiatiche. La conquista russa ha inserito per circa due secoli questa regione all’interno di un unico sistema politico e culturale, ma dopo la dissoluzione dell’urss il Caucaso ha ripreso il suo carattere ’di frontiera’, trovandosi al centro di vasti e contrastanti interessi internazionali e divenendo una delle aree di maggior rilievo strategico del mondo contemporaneo.

Indice

Introduzione
1. La regione caucasica
Un profilo geografico /Popoli, lingue e religioni/Tra due mondi
2. Il Caucaso nell’Antichità
Gli albori/La Subcaucasia tra Iran, Grecia e Roma/Il Caucaso del Nord: nomadi e sedentari
3. Il Medioevo caucasico
La cristianizzazione/La conquista araba/Apogeo e declino della "Caucasia cristiana"/Il Caucaso settentrionale nei secoli X-XV
4. Nella morsa degli imperi
Tra Ottomani e Persiani/L’espansione della Russia
5. La conquista zarista
La prima fase della conquista russa/L’annessione della Transcaucasia/La sottomissione dei montanari del Caucaso settentrionale/Le guerre russo-turche e la Questione armena
6. La dominazione russa
Una colonia russa?/Amministrare il Caucaso/L’Impero e le nazionalità caucasiche/Sviluppo economico e conflitti sociali/La rivoluzione del 1905/Intermezzo
7. Tra guerra e rivoluzione
La Prima guerra mondiale e il genocidio degli Armeni/La rivoluzione e il Caucaso del Nord/Georgia, Armenia, Azerbaigian: un’effimera indipendenza/La riconquista sovietica
8. Il periodo sovietico
Primi passi del potere sovietico/La politica delle nazionalità/Economia e cultura negli anni venti/Il terrore/La Seconda guerra mondiale e la deportazione dei popoli/Il secondo dopoguerra/Il risveglio dei nazionalismi e la fine dell’URSS
9. Il Caucaso post-sovietico
La "partita del Caucaso"/Il Caucaso settentrionale e la tragedia cecena/Georgia, Armenia, Azerbaigian
Conclusione
Bibliografia

Recensioni

Fabio Benincasa, La Nuova Europa, 01-08-2009
Il testo, scritto da Aldo Ferrari, docente di lingua e letteratura armena presso l'università di Venezia e profondo conoscitore dell'intricato mondo caucasico, si propone di delineare una storia del Caucaso, dall'antichità ai nostri giorni, agile ed essenziale, senza pretesa di completezza. Per millenni la regione caucasica èstata un confine non solo geografico ma soprattutto storico-culturale tra il Vicino Oriente e il turbolento mondo dei popoli nomadi delle steppe. Zona «di frontiera» attraversata infinite volte da invasori, il Caucaso ha visto crearsi al suo interno durante i secoli un crogiolo di tradizioni, popoli e lingue assai complesso e poco unitario, e ancora oggi costituisce un confine storico-culturale tra Europa e Asia, tra cristianesimo e islam, sempre poroso, eterogeneo e complesso. Particolarmente interessanti e attuali - si pensi agli scontri russo-georgiani - le pagine sul delicato problema della dominazione russa, caratterizzata da luci e ombre, che non si può liquidare con giudizi ideologici di parte, mentre di ben altro tenore fu la conquista sovietica degli anni '20, accompagnata da repressioni, requisizioni e addirittura da deportazioni volute da Stalin nel bel mezzo della seconda guerra mondiale. Il genocidio armeno- un'autentica tragedia d'inizio '900- viene presentato in forma un po' succinta, ma la ricca bibliografia al seguito supplisce all'inevitabile brevità della trattazione. Il volume si chiude presentando gli sviluppi avvenuti nell'area caucasica post-sovietica, quando «le repubbliche di Georgia, Armenia e Azerbajdian hanno avuto la possibilità di inoltrarsi su un percorso di non agevole indipendenza. Il Caucaso ha quindi riacquistato quello che per millenni era stato il suo carattere principale, vale a dire l'essere una frontiera che e oggi tutt'altro che marginale, ma si colloca al centro di vasti e conflittuali interessi internazionali».
jxxx.asia jporn.asia jadult.asia