Carocci editore - L'intervento sociale

Password dimenticata?

Registrazione

L'intervento sociale

Alessandro Bruschi

L'intervento sociale

Dalla progettazione alla realizzazione

Edizione: 2007

Collana: Università

ISBN: 9788843043880

  • Pagine: 320
  • Prezzo:23,10 21,95
  • Acquista

In breve

Policy sciences, teoria delle decisioni, valutazione, project management, ricerca operativa, tutti ruotano intorno all'importante problema dell'intervento dell'uomo sul mondo. L'apporto di ciascuno di essi è fondamentale, sebbene riduttivo rispetto alla problematica completa dell'intervento; è assente un quadro generale di riferimento entro cui collocare sistematicamente questi apporti, che seguono una loro propria tradizione, povera di relazioni con le altre. Il testo è una premessa per chi vuole intervenire sulla società e intende contribuire a migliorare la conoscenza del fenomeno operativo, aiutando a sviluppare il versante applicativo e professionale delle scienze sociali. Il volume è dedicato sia a quanti già operano in ambito sociale e sentono l'esigenza di una riflessione critica sul loro lavoro sia a coloro che debbono iniziare la professione e necessitano di un quadro di riferimento entro cui attivare i propri studi.

Indice

Premessa Parte prima Aspetti epistemologici e di metodo 1. L'ingegneria sociale 1.1. L'uomo e l'ambiente 1.2. La teoria dell'azione 1.3. La razionalità operativa 1.3.1. Razionalità dei fini e dei mezzi / 1.3.2. Razionalità empirica e valoriale 1.4. Razionalità individuale e collettiva 1.5. Razionalità assoluta e limitata 2. L'attività operativa 2.1. La natura del sapere operativo 2.1.1. Bisogno cognitivo e bisogno operativo / 2.1.2. La metodologia operativa / 2.1.3. La tecnologia / 2.1.4. Un sapere idiografico e multidisciplinare / 2.1.5. La creatività / 2.1.6. Tempo e costi / 2.1.7. La negoziazione 2.2. Gli attori 2.2.1. Il committente / 2.2.2. L'utente / 2.2.3. Il progettista / 2.2.4. Il realizzatore / 2.2.5. Il valutatore / 2.2.6. Altri attori 2.3. I prodotti 2.4. Progetti, programmi, politiche 2.4.1. Progetti / 2.4.2. Politiche e programmi 3. L'intervento 3.1. La struttura dell'intervento 3.1.1. Attività preprogettuali / 3.1.2. Attività progettuali / 3.1.3. Attività postprogettuali 3.2. Metodo e intervento 3.2.1. Prescrizione e uso / 3.2.2. La metodologia come condizione necessaria, ma non sufficiente / 3.2.3. Tecniche progettuali 3.3. Razionalità operativa forte e debole 3.3.1. Gli interazionisti / 3.3.2. I limiti delle teorie interazioniste 3.4. Ingegneria sociale e naturale 4. Progettazione e metaprogettazione 4.1. Intervento e situazione 4.1.1. Significato di situazione operativa / 4.1.2. Classificazione delle situazioni operative 4.2. Modelli d'intervento 4.2.1. Modelli rigidi / 4.2.2. Modelli flessibili / 4.2.3. L'action research 4.3. L'azione progettuale 4.3.1. Significanza / 4.3.2. Fattibilità 4.4. L'elaborazione del progetto 4.4.1. La teoria del programma / 4.4.2. La teoria causale / 4.4.3. Tecnologie, meccanismi e contesti 4.5. Le attività progettuali Parte seconda Tecniche di progettazione sistematica 5. Bisogni, fini, obiettivi 5.1. La genetica dell'obiettivo: i bisogni 5.1.1. Il bisogno / 5.1.2. Bisogni individuali, sistemici e collettivi 5.2. Bisogni dell'utente e del committente 5.3. Il fine dell'intervento 5.3.1. L'esplicitazione semantica / 5.3.2. La congiunzione delle dimensioni descrittiva e valoriale 5.4. L'obiettivo 5.4.1. Obiettivo-meta e obiettivo-oggetto / 5.4.2. Obiettivo e risultato / 5.4.3. Rango degli outcomes 6. L'utilità e la sua misurazione 6.1. La misurazione dell'utilità 6.2. Misurazioni unidimensionali 6.2.1. Misurazioni ordinali / 6.2.2. Misurazioni intervallari 6.3. Misurazioni multidimensionali 6.3.1. Misurazioni ordinali / 6.3.2. Misurazioni intervallari 6.4. L'utilità collettiva e la sua misurazione 6.4.1. Il mercato / 6.4.2. L'aggregazione delle preferenze individuali / 6.4.3. Funzione del benessere ed élites 7. L'ambiente 7.1. Oggetto progettuale e ambiente 7.2. La modellizzazione dell'ambiente 7.2.1. Cosa modellizzare / 7.2.2. Come modellizzare 7.3. Presente e futuro 7.3.1. Per quando prevedere / 7.3.2. Come prevedere 7.4. Tecniche previsionali 7.4.1. Tecniche statistico-matematiche / 7.4.2. Tecniche logico-argomentative / 7.4.3. Tecniche congetturali-operative 8. Le risorse 8.1. Mezzi, ambiente e obiettivo 8.2. Risorse reali 8.2.1. Risorse cognitive / 8.2.2. Risorse di supporto 8.3. Risorse economiche 8.3.1. Costi causali ed effettuali / 8.3.2. Costi interni ed esterni 8.4. La stima dei beni 8.5. Il bilancio dei costi 8.5.1. I costi standard / 8.5.2. Precisione della stima 9. La soluzione del problema progettuale 9.1. L'idea progettuale e la sua elaborazione 9.1.1. Il problem solving / 9.1.2. L'idea progettuale 9.2. Tecniche creative 9.3. Tecniche di controllo 9.4. La riduzione della complessità 9.4.1. Criteri divergenti e convergenti Parte terza Tecniche di valutazione 10. La valutazione 10.1. La natura della valutazione 10.2. L'operazione valutativa 10.2.1. Finalità dell'operazione / 10.2.2. Chi svolge l'operazione / 10.2.3. La conduzione dell'operazione 10.3. Classi di valutazioni 10.3.1. Le tre dimensioni fondamentali / 10.3.2. La collocazione temporale / 10.3.3. L'ambito tematico 10.4. La valutazione metodologica 10.4.1. La fase preprogettuale: bisogni e obiettivi / 10.4.2. La fase progettuale: tecnologia e meccanismo / 10.4.3. La fase postprogettuale / 10.4.4. Valutazione metodologica e ingegneria 11. La dimensione empirica 177 11.1. Gli effetti dell'intervento 177 11.1.1. Effetti principali e secondari / 11.1.2. Fattibilità, efficacia, impatto 11.2. L'effetto lordo 11.2.1. Definizione degli effetti da considerare e scelta dei loro indicatori / 11.2.2. Il calcolo dell'effetto lordo 11.3. L'effetto netto 11.3.1. Il criterio 'sperimentale' / 11.3.2. Esperimenti a copertura totale e parziale / 11.3.3. Debolezze sperimentali / 11.3.4. Analisi e interpretazione 11.4. La valutazione ex ante 11.4.1. Il controllo forte / 11.4.2. Il controllo debole 11.5. La valutazione ex post 11.5.1. La valutazione di risultato / 11.5.2. La valutazione di qualità / 11.5.3. La valutazione d'impatto 12. La dimensione valoriale 12.1. La valutazione di efficienza 12.1.1. La prospettiva / 12.1.2. Il raffronto tra utilità negativa e positiva 12.2. La convenienza dell'intervento 12.2.1. La convenienza assoluta / 12.2.2. La convenienza relativa / 12.2.3. La fattibilità finanziaria 12.3. L'analisi costi-benefici 12.3.1. L'analisi costi-efficacia 12.4. L'analisi multicriteri 12.5. La valutazione di gradimento 12.6. La valutazione assiologica Parte quarta Tecniche decisionali 13. Decisioni di natura 13.1. Le decisioni operative 13.1.1. Decisioni individuali e collettive / 13.1.2. Scelta e contenuto 13.2. Le decisioni di natura 13.2.1. Struttura della decisione 13.3. Le decisioni deterministiche 13.3.1. Grandezze scalari / 13.3.2. Grandezze vettoriali 13.4. Le decisioni non deterministiche 13.5. Le decisioni di rischio 13.5.1. Il criterio della speranza matematica / 13.5.2. Il criterio di Laplace (della ragione insufficiente) 13.6. Le decisioni d'incertezza 13.6.1. Il criterio del minimassimo / 13.6.2. Il criterio del massimassimo / 13.6.3. Il criterio dell'equilibrio / 13.6.4. Il criterio del minor rammarico 14. Decisioni di società 14.1. Giochi e progettazione 14.1.1. Condizioni applicative 14.2. La teoria dei giochi 14.2.1. Alberi e matrici / 14.2.2. Classificazione dei giochi 14.3. I giochi a somma nulla 14.3.1. Il criterio di dominanza / 14.3.2. Il criterio del minimassimo / 14.3.3. Il criterio misto 14.4. I giochi a somma variabile 14.4.1. Giochi non cooperativi / 14.4.2. Giochi cooperativi Parte quinta Il ciclo di vita dell'intervento 15. L'intervento e la fase orientativa 15.1. Il ciclo di vita 15.1.1. Le tre macrofasi / 15.1.2. Il project management 15.2. La fase orientativa 15.2.1. L'apertura / 15.2.2. Il problema progettuale 15.3. Lo studio della domanda 15.3.1. Bisogni e attore singolo / 15.3.2. Bisogni e attore sistemico / 15.3.3. Bisogni e attore collettivo / 15.3.4. Altri attori 15.4. Il problema progettuale e la fattibilità dell'intervento 15.4.1. Fine, vincoli, ambiente e mezzi / 15.4.2. La fattibilità 15.5. La definizione del progetto orientativo 16. Fase esplorativa 16.1. Contenuto della fase esplorativa 16.2. L'organizzazione della progettazione 16.2.1. Il team progettuale e la sua gestione / 16.2.2. Documentazione / 16.2.3. Comunicazione e riunioni 16.3. Strategie solutorie e numero delle alternative 16.3.1. Tre strategie / 16.3.2. Il numero delle alternative 16.4. La costruzione delle alternative 16.4.1. L'obiettivo / 16.4.2. Le condizioni ambientali / 16.4.3. La tecnologia / 16.4.4. Effetti secondari e obiettivo negativo 16.5. Valutazione e scelta 16.5.1. La valutazione ex ante / 16.5.2. La scelta dell'alternativa 16.6. La definizione del progetto preliminare 17. Fase conclusiva 17.1. Contenuto della fase conclusiva 17.2. La costituzione simbolica dell'oggetto 17.3. La programmazione delle attività 17.3.1. La frammentazione / 17.3.2. La matrice delle attività / 17.3.3. La rete delle dipendenze 17.4. La tempificazione 17.4.1. Il diagramma di Gantt / 17.4.2. La tempificazione reticolare 17.5. L'esecuzione delle attività programmate 17.5.1. Le varianti progettuali / 17.5.2. Il rischio 17.6. Chiusura e definizione del progetto conclusivo 17.6.1. La valutazione interna ed esterna / 17.6.2. La redazione del progetto definitivo / 17.6.3. L'assenso 18. La realizzazione 18.1. Progettazione e realizzazione 18.2. Realizzazione aperta e chiusa 18.3. La programmazione della realizzazione 18.4. L'esecuzione del programma 18.5. Chiusura e consegna del prodotto finale 18.6. La valutazione ex post Bibliografia