Carocci editore - Economia del benessere

Password dimenticata?

Registrazione

TFA e formazione

Banner

crediti formativi

Banner

Promo del mese

Banner
Banner
Economia del benessere

Nicola Acocella

Economia del benessere

La logica della politica economica. Seconda edizione con esercizi

Edizione: 2007

Ristampa: 1^, 2008

Collana: Studium

ISBN: 9788843042630

  • Pagine: 292
  • Prezzo:22,10 18,79
  • Acquista

In breve

Il Corso di politica economica è stato concepito per rispondere alle esigenze di costruire diverse tipologie di percorsi didattici sia nell’ambito del triennio della laurea di primo livello sia nel biennio della laurea specialistica. Esso si compone di più volumi ed imposta i diversi aspetti della materia in modo unitario, ma sequenziale e modulare, tanto da un punto di vista teorico-metodologico quanto nei riferimenti e nelle applicazioni alla realtà italiana, europea e internazionale. Questo volume introduce allo studio della ’logica’ della politica economica. In particolare, esso si occupa della possibilità e desiderabilità di derivare un sistema di preferenze - e, quindi, di obiettivi - per la società nel suo complesso, a partire dalle preferenze dei vari componenti della collettività. Una tale analisi consente di valutare la desiderabilità delle diverse istituzioni, in particolare del mercato, e le situazioni nelle quali esso ’fallisce’, ossia si dimostra incapace di assicurare l’efficienza e l’equità desiderate. La materia è presentata a diversi livelli di complessità. Opportuni accorgimenti editoriali consentono l’utilizzazione del volume da parte di lettori con diversa formazione di base. Questa seconda edizione è stata aggiornata rispetto alla precedente e arricchita da una serie di esercizi posti alla fine di ciascun capitolo, di molti dei quali alla fine del volume sono riportate le soluzioni.

Indice

Premessa 1. Introduzione 1.1. La Politica economica 1.2. Realtà economica e preferenze sociali 1.3. Piano del Corso di Politica economica e di questo libro 1.4. Riepilogo Esercizi Parte prima La definizione delle preferenze sociali 2. Preferenze individuali e preferenze sociali 2.1. L’Economia del benessere 2.2. La costruzione di un ordinamento sociale 2.2.1. La scelta fra ordinamenti sociali diretti e indiretti / 2.2.2. L’aggregazione delle preferenze individuali 2.3. Le ’informazioni’ sulle soddisfazioni degli individui e sui confronti interpersonali 2.4. Riepilogo Esercizi 3. Il criterio paretiano e la ’Nuova economia del benessere’ 3.1. L’aggregazione di preferenze ordinabili inconfrontabili e il criterio di Pareto 3.1.1. L’efficienza nell’allocazione del consumo / 3.1.2. L’efficienza in un’economia di produzione / • 3.1.3. La frontiera delle utilità possibili / 3.1.4. I limiti della teoria dell’equilibrio economico generale 3.2. Le limitazioni del criterio paretiano e i tentativi di superarle: la Nuova economia del benessere 3.3. Il principio di indennizzo • 3.4. Il doppio criterio di Scitovsky 3.5. Arrow e il teorema di impossibilità 3.6. La teoria delle votazioni 3.6.1. La regola dell’unanimità / 3.6.2. Le votazioni a maggioranza 3.7. Una dimostrazione analitica delle condizioni di efficienza paretiana 3.8. Una dimostrazione del teorema di impossibilità 3.9. Riepilogo Esercizi 4. ’Teorie della giustizia’, funzione del benessere sociale e ottimo sociale 4.1. L’esigenza di una ’teoria della giustizia’ 4.2. Confronti interpersonali, criteri di giustizia, funzioni del benessere sociale 4.2.1. FBS utilitaristiche / 4.2.2. FBS di Bernoulli-Nash / 4.2.3. FBS di Rawls / 4.2.4. FBS di Bergson-Samuelson 4.3. La scelta dell’ottimo sociale 4.4. L’utilitarismo di Pigou 4.5. La teoria della giustizia di Rawls 4.6. Criteri di giustizia non welfaristi 4.6.1. La teoria della giustizia di Nozick / 4.6.2. La teoria della giustizia di Sen 4.7. Riepilogo Esercizi Parte seconda Scelte sociali, Stato e mercato 5. Preferenze sociali e istituzioni 5.1. Il ruolo del mercato e dello Stato 5.2. I teoremi fondamentali dell’Economia del benessere 5.3. Il primo teorema fondamentale 5.4. Il secondo teorema fondamentale 5.5. Estensione dei teoremi 5.6. Il primo teorema come precisazione (dei limiti) della ’mano invisibile’ 5.6.1. La ’mano invisibile’ e il primo teorema / 5.6.2. I limiti nella realtà dei mercati / 5.6.3. I limiti nella teoria utilizzata / 5.6.4. I limiti nel criterio di ottimalità 5.7. Mercato e azione pubblica alla luce del secondo teorema 5.7.1. Il debole contenuto prescrittivo a favore del mercato / 5.7.2. Separabilità delle funzioni allocativa e redistributiva’ 5.8. Una dimostrazione dei due teoremi fondamentali dell’economia del benessere 5.9. Riepilogo Esercizi 6. I fallimenti del mercato: aspetti microeconomici 6.1. Introduzione 155 6.2. La concorrenza perfetta e la realtà dei regimi di mercato 6.2.1. La numerosità degli operatori e i rendimenti di scala / 6.2.2. La libertà di entrata e di uscita / 6.2.3. Una digressione sui concetti di efficienza / 6.2.4. Gli altri presupposti della concorrenza perfetta 6.3. L’incompletezza dei mercati e le esternalità 6.4. Le esternalità e il teorema di Coase 6.5. I beni pubblici 6.6. Una trattazione formale dei beni pubblici 6.7. Costi di transazione e asimmetria informativa 6.8. Il teorema del ’secondo ottimo’ 6.9. La distribuzione del reddito e l’equità 6.10. I bisogni meritori 6.11. Una dimostrazione delle condizioni di efficienza paretiana nel caso di esternalità 6.12. Riepilogo Esercizi 7. I fallimenti del mercato: aspetti macroeconomici 7.1. L’instabilità di un’economia (capitalistica) di mercato: i fallimenti macroeconomici 7.2. La disoccupazione 7.3. L’inflazione 7.4. Disoccupazione e inflazione nella teoria economica: l’insufficiente capacità riequilibratrice del mercato 7.5. La crescita e lo sviluppo 7.6. I fallimenti del mercato nelle teorie della crescita 7.7. Gli squilibri di bilancia dei pagamenti 7.8. Riepilogo Esercizi Bibliografia / Soluzioni degli esercizi / Elenco dei simboli / Indice dei nomi / Indice degli argomenti

Recensioni

, Hacca Parlante, 01-03-2009
Un'analisi della politica economica e delle scelte sociali di Stato e mercato in funzione del benessere sociale e di una teoria della giustizia.